27 Gennaio 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

La neve avvolge col suo manto candido l’antica città vescovile e le cime circostanti, portando ovunque un senso di quiete. È il periodo più magico dell’anno, quando altoatesini e ospiti si godono l’atmosfera invernale della città. In inverno a Bressanone i pendii imbiancati e una fitta rete di piste e percorsi escursionistici offrono condizioni ideali per gli appassionati di slittino, sci alpinismo, sci di fondo e tour con le ciaspole. Bressanone offre un’esperienza culturale e immersi nella natura in tutte le stagioni.

Le temperature sono in calo, e così l’umore. È ora di fare qualcosa di veramente buono per sé stessi – via in vacanza invernale! Queste 10 esperienze renderanno le vacanze invernali a Bressanone in Alto Adige una delle più belle vacanze:

  1. Fotografare la meraviglia invernale. Il paesaggio invernale offre un quadro unico e indimenticabile. Quando la neve ricopre il paesaggio come una coltre bianca, gli oggetti nel paesaggio assumono un nuovo significato. Un albero, una staccionata, una baita, che sarebbero solo un elemento periferico in un prato estivo, nella neve appaiono come isolati dall’ambiente circostante e possono così creare un forte effetto fotografico.
  1. (Ri)Scoprire il centro storico. Bressanone ha molto da offrire con la sua cultura e la sua storia. Sulle tracce degli affreschi medievali, delle magnifiche mura e dei vicoli tortuosi, si può riscoprire il passato millenario. Il Duomo con il chiostro, la Hofburg e altri tesori della città vescovile sono facilmente esplorabili da soli. In alternativa, guide esperte vi mostreranno gli angoli più belli di Bressanone in un classico tour del centro storico o in un tour storico teatrale.
  1. Puro piacere di sciare. La Plose, a soli 7 km dalla città di Bressanone, è considerata uno dei comprensori sciistici più soleggiati dell’Alto Adige e ha molto da offrire. Le discese, perfettamente battute e di tutti i livelli di difficoltà, entusiasmano principianti e sciatori provetti. La fantastica vista sulle Dolomiti dai pendii soleggiati della Plose rende una giornata di sci un’esperienza speciale. Il momento in cui finalmente ti trovi sulle piste, il sole che splende, la neve che luccica e scrocchia sotto gli sci, è semplicemente impagabile.
  1. Ridurre lo stress e raccogliere le forze durante un’escursione invernale. Con gli scarponi da trekking sui sentieri segnalati o con le racchette da neve quando la neve è profonda e fresca, i sentieri percorsi in estate possono essere riscoperti e assumere un’atmosfera magica grazie alla neve. Bastano pochi fiocchi di neve per cambiare completamente un paesaggio familiare e dare alla natura un’atmosfera selvaggia, incantata e avventurosa. Il silenzio che circonda la natura è più intenso che in qualsiasi altro periodo dell’anno, e grazie a questa quasi totale assenza di rumore, ci si può concentrare completamente sulla neve scintillante, sulle cime bianche delle montagne e su sé stessi.
  1. Godersi il sole facendo il pieno di vitamina D. Aria frizzante, cielo azzurro intenso, luce meravigliosa – c’è solo in inverno. Su nessuna spiaggia al mondo è così rilassante come in una sedia a sdraio a 2000 metri di altitudine con i caldi raggi del sole sul viso.
  1. Sfrecciare sulla pista da sci più lunga dell’Alto Adige: Con i suoi quasi dieci chilometri di pista e i 1400 metri di dislivello, la Trametsch della Plose detiene il record della discesa da sci più lunga del Sudtirolo. Il punto di partenza è il rifugio Plose a 2.466 metri sul livello del mare. Tuttavia, non è solo la lunghezza del pendio che è impressionante, ma anche la vista nella parte superiore. Prima di addentrarsi nel bosco, gli appassionati di sport invernali possono dare un’occhiata a uno dei più bei gruppi dolomitici, le Odle. Nella parte superiore la pista è ampia. Da Valcroce in poi, l’azione diventa più veloce e i quadricipiti sono davvero messi alla prova in brevi sezioni ripide fino alla fine. Decisamente non per principianti: la pista Trametsch nel comprensorio sciistico della Plose ha una pendenza del 60 per cento nel punto più ripido.
  1. Immergersi nelle prelibatezze invernali. L’inverno culinario in Alto Adige ha molto da offrire con le sue specialità: zuppa di vino, canederli di cirmolo o qualcosa di dolce? I ristoranti, le locande di Bressanone e i rifugi in montagna sono aperti e vi aspettano con specialità altoatesine, ma soprattutto con molto calore.
  1. Assaporare il vino della Valle Isarco. I numerosi vitigni intorno a Bressanone danno un’idea dell‘importanza del vino in questa regione. Le aziende vinicole specializzate mettono in evidenza gli eccellenti vini bianchi nella regione più settentrionale d’Italia. Lo sapevi che a Bressanone e dintorni, su 400 ettari di terreno vengono coltivate 14 varietà di uva? Il 90% di questi sono vini bianchi, il 10% è destinato alla coltivazione di varietà di vino rosso. Questa cultura del vino ha le sue origini nelle cantine dell’abbazia canonica di Novacella e risale al 1142. Proprio come la gente di qui, il vino è profondamente radicato con la terra, eppure, è caratterizzato da una nota fruttata, minerale e leggera.
  1. Il piacere dello shopping. Passeggiate per i vicoli accoglienti e date un’occhiata alle vetrine dei negozi allestite con cura nei minimi dettagli. Visitate i negozi tradizionali, le moderne boutique e le piccole gastronomie e trovate alcuni angoli nascosti sotto i portici del centro storico di Bressanone. Un’offerta completa per i buongustai e amanti della moda. Qui nessuno torna a mani vuote. Bressanone, una piccola città che offre una grande varietà.
  1. Tornare bambini con la slitta. Se vuoi divertirti sulla neve e sentirti di nuovo un po’ bambino, sali sullo slittino. La montagna di casa di Bressanone, infatti, offre a principianti e ad esperti slittinisti una possibilità unica per slittare. RudiRun, la pista da slittino di 9 km, è una delle piste più lunghe delle Alpi. La pista per slittino offre divertimento a tutti ed è una grande attrazione per chi visita la Plose. L’escursione in slittino alla malga Rossalm e l’escursione invernale all’hotel di montagna Schlemmer offrono un’ottima esperienza di slittino ed escursionistica. E qui, ci si potrà fermare per una pausa nei confortevoli rifugi, godendo di una magnifica vista. Per tutti coloro che non hanno ancora avuto molta esperienza con lo slittino, un esperto darà consigli e suggerimenti durante le Giornate dello slittino per un’esperienza fantastica e sicura. Ogni domenica, dal 26 dicembre al 6 marzo dalle 11 alle 15, l’esperto è a disposizione gratuitamente presso la stazione a monte della cabinovia Plose.

Anche sulle altre montagne di Bressanone ci sono possibilità per slittare: A Varna c’è la pista naturale di Spelonca con 4,5 km di tracciato di media difficoltà. È perfetta per tutti coloro che vogliono trascorrere un po’ di tempo nella natura lontano dal trambusto e divertirsi scendendo sullo slittino.

Maggiori informazioni e ispirazioni: www.brixen.org