28 Settembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Dal 3 al 4 settembre, per la Coppa Floriopoli la De Tomaso Gr.4 di Pietro Silva nelle mani di Gianluca Bardelli

Floriopoli al via ! In questa seconda rievocazione storica del 3 e 4 settembre – ideata e organizzata da Michele Merendino insieme a Daniele Spataro e Chico Paladino Florio – che fa rivivere il mito della Targa Florio, dovevano sfrecciare sull’asfalto siciliano con una Bizzarrini A3C e una Pantera De Tomaso Gruppo 4 due pluri-iridati piloti del passato: Gianluca Bardelli e Pietro Silva, vincitori di numerose gare e trofei negli anni passati…


Il destino ha voluto però che la A3C non ricevesse in tempo alcuni ricambi fondamentali per regolare l’assetto della vettura e così Pietro Silva dall’abitacolo è passato sulla poltrona in qualità di membro della giuria insieme a Daniele Audetto, ex Direttore Sportivo della Ferrari in F.1 e Responsabile sportivo dell’attività Fiat-Abarth, che vinse il Campionato Mondiale Rally con la Fiat 131 Abarth.


Gianluca Bardelli invece è pronto per ritornare, dopo ben 49 anni, sul circuito siciliano. Ne aveva infatti undici, nel 1973, quando accompagnò il padre, che aveva preparato la De Tomaso Pantera GTS n.115 per la coppia Carlo Pietromarchi-Maurizio Micangeli, nell’ultima Targa Florio valida per il Campionato del Mondo Marche (correvano infatti i prototipi di Ferrari, Matra, Alfa Romeo, Mirage-Ford e Porsche). E in questa edizione proprio una De Tomaso Pantera appartenente all’amico Pietro Silva verrà pilotata da un emozionato Bardelli, che sicuramente ripercorrerà quei momenti trascorsi da giovane insieme al padre Gianfranco


IL PROGRAMMA


Oggi alle 9.00 la registrazione dei partecipanti alla Coppa Floriopoli, alle 11.30 il briefing con i piloti e alle 12.30 ci sarà la partenza della prima manche che vedrà al via oltre 50 vetture tre le più importanti al mondo come l’Abarth 1000 Biposto SE 018, la Lotus 23 di Giorgio Schon, la Porsche 910, la Ferrari Testarossa del ‘57, la Jaguar D Type, l’Alfa Romeo GTA, le Lancia Stratos, Fulvia Zagato e HF, la Peugeot 206 S1600. Apripista della manifestazione invece l’elettrica KIA EV6, eletta Auto dell’Anno 2022.

L’elettrico dal 2035 sarà l’unica realtà possibile, in quanto saranno bandite le motorizzazioni endotermiche. Una scelta che sta alimentando polemiche e reazioni trasversali da parte di appassionati di auto e moto storiche, artigiani, restauratori, meccanici e molte altre categorie che vogliono preservare la Motor Valley italiana.
Intorno alle 15.00 la seconda manche concluderà la parte «sportiva», mentre la prima giornata si chiuderà con la cena di gala a Villa Bordonaro ai Colli.

Domenica 4 settembre alle 10.00 la partenza sul medesimo percorso per la manche finale della Coppa Floriopoli.