27 Ottobre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

IDENTITÀ MILANO 2021: IL CONSORZIO DEL PARMIGIANO REGGIANO PROTAGONISTA DELLA SEDICESIMA EDIZIONE DEL CONGRESSO DI IDENTITÀ GOLOSE

AL MICO DAL 25 AL 27 SETTEMBRE

Oltre allo stand nell’area main sponsor, il Consorzio sarà presente anche con le degustazioni su prenotazione del progetto Parmelier, con il premio al migliore carrello dei formaggi e lunedì 27 con Identità di Formaggio: quattro lezioni a cura di chef d’eccezione quali Philippe Léveillé (Miramonti l’altro), Isabella Potì (Bros), Jessica Rosval (Casa Maria Luigia) e Francesco Vincenzi (Franceschetta 58)

Reggio Emilia – Dopo l’annuncio dato a marzo, «l’alleanza tra buoni» entra nel vivo: alla sedicesima edizione del congresso di Identità Milano organizzato da Identità Golose, che si terrà dal 25 al 27 settembre al MiCo con il tema Costruire un Nuovo Futuro: Il Lavoro, sarà protagonista il Consorzio del Parmigiano Reggiano con uno stand nell’area main sponsor, la “piazza principale” nel cuore dell’esposizione. Sei mesi fa, i due attori di primo piano del mondo dell’eccellenza agroalimentare italiana svelarono l’avvio di un importante progetto di collaborazione triennale con l’obiettivo di stringere un patto sempre più forte con il mondo della ristorazione. Per il Consorzio, infatti, Identità Golose è il “luogo” migliore dove sensibilizzare i professionisti della cucina e il pubblico di appassionati sui temi della trasparenza e della corrispondenza tra quanto i ristoratori dichiarano nel menù e quanto viene effettivamente utilizzato in cucina o in tavola. Come ha commentato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano: «Uniti da una missione comune fatta di rispetto del consumatore, genuinità delle materie prime e amore per l’artigianalità enogastronomica, siamo certi che questa partnership consentirà a entrambi di realizzare nuove e ambiziose sfide sotto la bandiera della qualità e del Made in Italy».

A Identità Milano 2021 il Consorzio proporrà le degustazioni su prenotazione del progetto Parmelier, a cura dell’Associazione Assaggiatori del Parmigiano Reggiano, che si articola in serate e corsi aperti a tutti (chef, consumatori e operatori del settore) per conoscere meglio il prodotto con tre diverse esperienze di assaggio:

  • serate singole in cui si degusta il Parmigiano Reggiano di varie tipologie e stagionature in abbinamento ad altri prodotti (quali ad esempio vini, birre, cocktail, altri prodotti Dop o Igp);
  • brevi percorsi di degustazioni guidate, composti da più serate, sempre in abbinamento ad altri prodotti, in cui si entrerà in modo più approfondito nel mondo del Parmigiano Reggiano con focus diversi su specifici aspetti produttivi;
  • corsi strutturati per diventare “assaggiatori” dell’APR, grazie a percorsi guidati per comprendere e apprezzare al meglio il Parmigiano Reggiano. Al termine dei corsi è previsto un esame finale e il rilascio di un attestato.

Sulla pagina dedicata a Parmelier del sito del Consorzio è possibile trovare tutte le informazioni dei corsi, la cui partenza è programmata in autunno, nelle varie città (i primi eventi sono previsti a Milano, Roma, Bologna e Torino): parmelier.com

Verrà introdotto il premio al ristorante con il migliore carrello dei formaggi, conferito dal Consorzio e consegnato dal presidente, Nicola Bertinelli, sabato 25 alle ore 11.00. Inoltre, nel pomeriggio di lunedì 27 settembre in sala Blu 1 il protagonista sarà proprio il Parmigiano Reggiano: tra le sezioni in cui si articolerà Identità Milano 2021 tornerà infatti Identità di Formaggio, che mette al centro dei riflettori la produzione casearia. Tra i quattro relatori che parteciperanno e che presenteranno ricette a base della DOP più amata, ben due provengono dalla squadra stellata dell’Osteria Francescana di Massimo Bottura, ambasciatore del Parmigiano Reggiano nel mondo: ad aprire i lavori alle 14.30 sarà Francesco Vincenzi, chef della Franceschetta 58 di Modena (ovvero l’insegna che viene definita “la sorella minore della Francescana”), seguito dalla canadese Jessica Rosval, per diverse stagioni una delle colonne della cucina di via Stella, oggi la responsabile della proposta gastronomica dell’art resort Casa Maria Luigia, aperto da Bottura e Lara Gilmore sempre nel capoluogo emiliano. Il pomeriggio nel segno del formaggio proseguirà con Philippe Léveillé, francese di nascita e lombardo di adozione, dal 1994 chef del Miramonti l’Altro a Concesio (Brescia). A chiudere le lezioni di Identità di Formaggio ci penserà invece la pastry chef e chef del ristorante leccese Bros, Isabella Potì, un’habitué di Identità Milano.

L’imperativo comune del Consorzio e di Identità Golose è quello di difendere strenuamente la biodiversità, a partire dai preziosissimi microorganismi fondamentali per determinare unicità e qualità di ogni singolo formaggio. Questi sono infatti i perfetti rappresentati di una vera, concreta, efficace e attuabile forma di transizione ecologica, nonché testimonial di un’avanguardia che affonda le proprie radici nel solido e millenario rapporto tra esseri umani, animali e ambiente. Tra le attività che il Consorzio del Parmigiano Reggiano sta portando avanti su questa tematica ricordiamo “Prodotto di Montagna – Progetto Qualità Consorzio”, che prevede una valutazione di qualità aggiuntiva da effettuarsi al ventiquattresimo mese di stagionatura con l’obiettivo di sostenere il valore aggiunto del formaggio prodotto in montagna, offrire ai consumatori garanzie aggiuntive legate all’origine e alla qualità del formaggio, e dare maggiore sostenibilità allo sviluppo della montagna. Il Parmigiano Reggiano è infatti il più importante prodotto DOP ottenuto in questo ecosistema: nel 2020 oltre il 20% della produzione totale della DOP, circa 826.000 forme, è avvenuta negli 89 caseifici di montagna, e oltre 1.100 allevatori ogni anno producono 4 milioni di quintali di latte. Un’attività preziosissima dal punto di vista sociale per mantenere attiva la dorsale appenninica tra Bologna e Parma grazie al lavoro nelle foraggere e in caseificio. Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a consultare il sito parmigianoreggiano.com