31 Ottobre, 2020

MFF Tiziano Cereda di Biffi: “Pitti Connect e Super sono piattaforme molto interessanti”

Handmade e green sono gli elementi che il ceo dell’azienda ritrova nelle collezioni di questa stagione sia per l’uomo che per la donna. “Durante il lockdown abbiamo assistito a un graduale sviluppo del nostro online”, ha aggiunto il buyer

Pitti Connect e Super sono due piattaforme davvero interessanti. Le trovo intuitive, pratiche e funzionanti”. A raccontare le sue impressioni a MFF è Tiziano Cereda, amministratore delegato del gruppo Biffi boutiques. Unicità, concretezza, artigianalità e sostenibilità sono gli elementi che il ceo ritrova nelle collezioni di questa stagione sia per l’uomo che per la donna.

Tra i brand segnalati da Cereda, AlphastyleOof weaeMyar e Vitelli per il menswear. PhippsPeppino Peppino denim e Edithmarcel per l’abbigliamento femminile.”Io credo molto in un futuro in cui online e offline coesistano”, ha proseguito il buyer, “il digital non può sostituire il fisico ma deve necessariamente affiancarlo”.

Da parte sua, l’esperienza fisica è un momento unico di incontro e dialogo. D’altro canto, sottolinea l’ad, il digitale dà informazioni immediate e veloci che sono necessarie e possibili solo attraverso il web. “Il fatto che l’online si stesse sempre più sviluppando nel buying l’avevamo percepito da qualche anno”. L’emergenza Covid ha solo dato un’accelerazione a tale tendenza.

Fare ordini online, evidenzia Cereda, è una modalità che fa risparmiare tempo ma che funziona bene se già si conosce un marchio. “Con i brand emergenti si fa maggiore difficoltà”. La pandemia ha inevitabilmente avuto delle consegue sulla vendita al dettaglio di Biffi che però ha assistito durante i mesi di lockdown a un graduale sviluppo dell’online. “Il nostro sito ha dato una grande mano agli affari. Non riusciamo a fare previsioni di business per l’anno ma siamo abbastanza confortati”, ha concluso il buyer.

INNOVAZIONE E RESPONSABILITÀ

www.peppinopeppino.com

Lavoro nel settore della moda da quasi 20 anni. Ho ricoperto tutti i ruoli, da sales assistant, a visual merchandiser, buyer e poi product manager, sviluppando un’esperienza a 360 gradi. A marzo 2015 ho fondato PeppinoPeppino Magazine, un account Instagram incentrato su denim, abbigliamento da lavoro vintage e estetica giapponese. In questo modo, sono stato in grado di riunire un gruppo di fedeli seguaci che comprendono e apprezzano lo stile dei miei post e feed. Ho voluto creare il mio marchio denim da quando ho iniziato a lavorare nel settore. Mi ci è voluto un po ‘ma alla fine sono riuscito a farlo. Ho lanciato la prima capsule PeppinoPeppino a Pitti nel 2019. Ho fondato PeppinoPeppino perché sentivo che c’era un vuoto nel mercato e sentivo di poterlo affrontare. Il mercato del denim è decisamente saturo. Tuttavia, Credo che ci sia ancora così tanto da esplorare, soprattutto quando si tratta di forme e vestibilità. Non avrei potuto essere più fortunato a collaborare con Alessio Berto. È un modellista di incredibile talento, proprietario di “The Tailor Pattern Support”, in grado di tradurre le mie idee in silhouette perfette. È diventato anche un amico e un mentore.

Profilo del marchio

www.edithmarcel.com

EDITHMARCEL viene fondata nel 2015 da Gianluca Ferracin e Andrea Masato, rispettivamente delle facoltà di Fashion Design e Architettura. Il brand riflette sul tema del genere come studio di forme, volumi e lunghezze che possono vestire allo stesso modo il corpo maschile e femminile. Presentata la sua prima collezione nella sezione agender “Open” di Pitti88, EDITHMARCEL viene selezionata da Camera Nazionale della Moda Italiana tra 17 brand emergenti internazionali per l’edizione zero di Fashion Hub Market, presentando la loro prima collezione alla Milano Fashion Week di settembre 2015. Scelti per partecipare al progetto FashionLab (progetto Unicredit & CNMI), programma di accelerazione e supporto continuo. Il marchio è inoltre inserito nel programma di accelerazione e supporto continuo FashionLab (progetto Unicredit & CNMI). Nel 2016 Edithmarcel è tra i brand finalisti di Who Is On Next, il progetto di scouting di giovani talenti della moda, ideato e realizzato da Alta Roma in collaborazione con Vogue Italia ea settembre espone la Primavera Estate ’17 durante Vogue Talents a Palazzo Morando in Milano. Dopo aver preso parte a WION, Edithmarcel e la sua essenza unisex oriented si sono concentrate sul connubio tra tailoring e activewear, presentando le sue collezioni in varie edizioni della Milano Fashion Week e distribuendo i suoi prodotti in tutto il mondo.