31 Ottobre, 2020

IKEA lancia la campagna alternativa del Black Friday – Un accordo per il clima

Ingka Group annuncia oggi che utilizzerà il Black Friday di quest’anno come un’opportunità per soddisfare le esigenze dei clienti in modi che contribuiscono a un’economia circolare. Per la prima volta nella sua storia di 77 anni, i negozi IKEA in 27 paesi si offriranno di riacquistare migliaia di mobili indesiderati e trovare loro nuove case. Tutto ciò che non può essere rivenduto verrà riciclato o donato a progetti comunitari per aiutare le persone più colpite dalla pandemia COVID-19.

La campagna chiederà ai clienti di rivendere i mobili IKEA indesiderati nella campagna #BuyBackFriday, che si svolgerà tra il 24 novembre e il 3 dicembre. Riacquistare mobili dai propri clienti è solo uno dei modi in cui il Gruppo Ingka si sta trasformando per promuovere e sviluppare servizi circolari e consumi sostenibili per i clienti. 

“Vogliamo offrire ai clienti soluzioni sostenibili per i loro mobili di cui non hanno più bisogno, anche se sono stati serviti loro bene nel corso degli anni. Quindi, stiamo attualmente esplorando nuovi modelli di business per sviluppare offerte commercialmente realizzabili e scalabili nelle aree in cui le persone portano le cose nella loro casa, come si prendono cura delle cose che possiedono e come trasmettono le cose di cui non hanno più bisogno. Piuttosto che acquistare cose di cui non hai bisogno durante il Black Friday, vogliamo aiutare i clienti a dare una seconda vita ai loro mobili invece di fare un acquisto d’impulso “, afferma Stefan Vanoverbeke, Deputy Retail Operations Manager, Ingka Group. 

Trasformare le sue operazioni di vendita al dettaglio è una parte fondamentale del viaggio circolare del Gruppo Ingka e la campagna fa parte del viaggio complessivo di IKEA verso la creazione di un’IKEA circolare e positiva per il clima entro il 2030 * che include tutti i prodotti IKEA realizzati con materiali rinnovabili o riciclati.

Attualmente, il 45% delle emissioni globali di carbonio totali proviene dal modo in cui il mondo produce e utilizza prodotti di uso quotidiano come i mobili **, quindi la campagna rappresenta un’opportunità per affrontare il consumo insostenibile e il suo impatto sul cambiamento climatico, nel più grande giorno di shopping dell’anno. . 

Il Gruppo Ingka sta esplorando nuove soluzioni per rendere il consumo circolare più conveniente per i clienti. *** e lo scorso anno ha dato una seconda vita a 47 milioni di prodotti recuperati riconfezionando e rivendendo i prodotti nei negozi. Entro il 2021 ci saranno anche destinazioni dedicate in ogni negozio dove le persone potranno rivendere i loro vecchi mobili e trovare mobili riparati o ristrutturati a prezzi ancora più convenienti. 

Chiunque rivenda un articolo indesiderato riceverà un buono IKEA da spendere per qualcosa di cui ha bisogno o che ama. A seconda delle condizioni dei mobili scambiati, il buono potrebbe valere fino al 50% del prezzo originale. 

“La visione di IKEA è sempre stata quella di creare una vita quotidiana migliore per molte persone, il che in questo momento significa rendere una vita sostenibile facile e alla portata di tutti. Essere circolari è una buona opportunità di business oltre che una responsabilità e la crisi climatica richiede a tutti noi di ripensare radicalmente le nostre abitudini di consumo “, afferma Pia Heidenmark Cook, Chief Sustainability Officer, Ingka Group.  
 
“Un’economia circolare può essere raggiunta solo attraverso investimenti e collaborazione con clienti, altre aziende, comunità locali e governi, in modo da poter eliminare i rifiuti e creare un ciclo di riparazione, riutilizzo, rinnovamento e riciclaggio” , conclude. 

IKEA si impegna a intraprendere un’azione per il clima e sostiene pienamente il Green Deal dell’UE, esortando l’UE a costruire il suo pacchetto di ripresa “ per sostenere e accelerare la transizione verso un’economia climatica neutra e circolare e la Exponential Climate Action Roadmap dimezzare le emissioni di gas serra in termini assoluti entro il 2030. soluzioni per contribuire ad avere un impatto positivo per i clienti, le comunità, i collaboratori e il pianeta.