20 Luglio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Trasloco internazionale? 3 trick per organizzarlo al meglio!

Organizzare un trasloco è già di per sé un grande stress: cura per conservare gli oggetti, depositi da prenotare, burocrazia, disordine, necessità di smaltire tanti rifiuti.

Se già questa sembra una situazione complicata, immagina come dev’esserlo dover organizzare un trasloco da una nazione all’altra!

Questi sono i nostri tre segreti per organizzare al meglio un trasloco internazionale!

Pianificazione e tempistiche

Di norma è consigliabile iniziare a pensare ad un trasloco importante, specialmente se internazionale, non meno di 9-6 mesi prima della data definitiva.

Queste tempistiche ti permettono di valutare preventivi, di fare un primo passaggio di pulizia degli oggetti inutili, di ordinare i materiali che ti possono servire e di coordinare al massimo le operazioni.

Potremmo in un certo senso dire che questi mesi sono in realtà completamente dedicati alla pianificazione del trasloco: tempi, luoghi e modi devono essere coordinati al minuto (o al millimetro) per evitare che qualcosa si blocchi nel processo e renda tutto davvero più complicato.

Una considerazione simile l’abbiamo fatta nel nostro articolo riguardo la scelta della casa: se il tuo trasloco non sarà veramente sincronizzato, potresti aver bisogno di ulteriore supporto temporaneo per tenere conservate tutte le tue cose in attesa della disponibilità della nuova casa. Considerate le difficoltà di un trasloco internazionale, noi ti consigliamo di prenderti questo tempo proprio per gestire e anticipare eventuali criticità.

Burocrazia

A seconda del paese in cui vorrai trasferirti potresti aver bisogno di documenti e certificazioni diverse.

Prendiamo il caso, ad esempio, di un trasloco dall’Italia alla Svizzera come quello spiegato sul sito di Traslochi Lombardia: se volessi effettuare questa operazione dovresti far esaminare gli oggetti d’arte del tuo carico dai Beni Culturali, oppure ricevere una perizia specifica sul trasporto di piante e animali. Puoi leggere tutto l’articolo proprio sul sito: https://traslochilalombarda.it/traslochi-in-svizzera/

Se consideriamo che ogni paese ha le sue specificità, capisci bene come è indispensabile avere qualcuno di esperto che possa guidarti nella richiesta e compilazione della burocrazia, o che ancor meglio possa occupartene in tua vece mentre tu ti dedichi alle attività più importanti, come la finalizzazione dei contratti della casa in vendita o da acquistare.

Professionalità

Forse a questo punto avrai capito che un esperto traslocatore in spostamenti internazionali è indispensabile per organizzare e ben coordinare un’operazione del genere.

Però, potresti chiederti: “Come faccio a capire se il traslocatore che ho scelto è valido?”.

Ti vogliamo dare alcuni consigli:

  1. da quanti anni esiste l’azienda? Un’attività con molti anni di esperienza è di solito indice di un buon livello di qualità del servizio offerto, o sarebbe stata superata o soppiantata da un concorrente nel corso del tempo;
  2. che livello di delega le puoi riservare? L’azienda che hai scelto si occuperà di tutte le fasi o solo di alcune? Ti fornirà tutti i materiali e ti manderà le persone giuste o dovrai arrangiarti per alcune attività? Ti mette a disposizione un deposito? Ci sarà un referente che si occupa delle burocrazia? Maggiore è il livello di delega delle operazioni che le puoi riservare, migliore sarà probabilmente il servizio che hai scelto;
  3. l’azienda che tipo di assicurazione mette in campo per i tuoi oggetti? Devi sapere che non tutti i traslocatori mettono a disposizione delle assicurazioni per i propri clienti. Nel caso l’agenzia che hai scelto tu lo facesse, ti consigliamo di valutare con attenzione le clausole di contratto per l’assicurazione, anche mettendole a confronto con quelle presenti in altri contratti. Puoi anche leggere questo articolo di Axa per saperne di più.