20 Aprile 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Da oggi online “PENSIERI FREESTYLE”, il nuovo freestyle di DREAD, artista originario della Costa d’Avorio che canta i pregiudizi nei confronti di chi vive nelle periferie

DREAD, classe ’98, originario della Costa D’Avorio, con i suoi rasta biondi e un mood cosmopolita, si distingue per un sound che si ispira alle ultime tendenze provenienti dalla Francia. Dopo un primo incontro con il violino e la viola, decide di approfondire la passione per la musica cimentandosi con la scrittura ed ora è pronto a far ascoltare i suoi nuovi brani per trasmettere i valori che ha interiorizzato durante la sua infanzia nella periferia di Cremona: l’uguaglianza, la fratellanza, il coraggio, l’amore, la lealtà, la gratitudine verso la famiglia e la determinazione.

Da oggi, lunedì 25 marzo, è disponibile sui suoi canali social “PENSIERI FREESTYLE, il nuovo freestyle dell’artista italo-ivoriano, che anticipa il contenuto del singolo MON AMI(GhostRich Music/ADA Music Italy) che sarà disponibile sulle piattaforme digitali da venerdì 29 marzo.

PENSIERI FREESTYLEracconta i pregiudizi nei confronti di chi vive nelle periferie, mostrando il punto di vista di una persona cresciuta in determinate situazioni. Vivere esperienze traumatiche non implica necessariamente un rancore verso il mondo che porta a intraprendere una vita trasgressiva: piuttosto, può essere una fonte di forza per affrontare le avversità e andare avanti. È anche grazie a legami autentici e duraturi con amici e familiari che si trova la determinazione per superare qualunque sfida.

«Sto chiuso a Cambonino al buio però una luce resta, dentro di noi, ma non è la vita da gangster».

Lo stile street/house, ma allo stesso tempo melodico, permette a DREAD di distinguersi dal panorama musicale attuale e di trasmettere la sua storia e i suoi ideali a tutti i ragazzi. Grazie alla sua scrittura personale ed intima, tanti giovani che si trovano ad affrontare enormi difficoltà, ma allo stesso tempo aspirano a costruirsi un futuro migliore, possono riconoscersi e trovare speranza in ciò che verrà.

DREAD, all’anagrafe Bryan Adjobi, nasce in Costa d’Avorio nel 1998 e trascorre la sua infanzia nel quartiere Cambonino (periferia di Cremona) segnata da momenti non sempre facili, caratterizzata da complesse situazioni familiari, che lo hanno portato a crescere velocemente e a contribuire al benessere della sua famiglia sin da giovane.

A soli 11 anni, Bryan si avvicina alla musica iniziando a suonare prima il violino e successivamente la viola, studi che lo hanno aiutato nella scrittura dei propri brani e ad affrontare le registrazioni in studio. Le esperienze maturate hanno portato Bryan ad avere la necessità di condividere la sua storia di vita attraverso la musica.

Il suo ultimo brano è “CDI (Cote D’Ivoire)”, il primo pubblicato per la label GhostRich Music, che racconta la storia dell’artista arrivato in Italia da bambino con sua madre. Il video è disponibile al seguente link https://youtu.be/lfZo7Ag3NUs?si=fDRoIVd64wqHbLGn. Con sonorità tipiche delle Banlieue Francesi, DREAD parla delle sfide e dei rischi per uscire da un destino segnato, celebrando resilienza, orgoglio delle origini e unione familiare.