14 Aprile 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

FRANCESCO MELI INTERPRETE DI NEMORINO NE L’ELISIR D’AMORE

Francesco Meli. Foto Victor Santiago

FRANCESCO MELI

INTERPRETE DI NEMORINO

NE L’ELISIR D’AMORE

Teatro Regio di Parma

15 17, 22, 24 marzo 2024

Il Teatro Regio di Parma informa che il ruolo di Nemorino ne L’elisir d’amore prossimo al debutto il 15 marzo sarà interpretato da Francesco Meli, che il Teatro Regio ringrazia per la pronta disponibilità.

In accordo con il Teatro, John Osborn non prenderà parte alla produzione per un sopravvenuto e imprevisto impegno.

L’elisir d’amore, melodramma giocoso in due atti di Gaetano Donizetti su libretto di Felice Romanidebutta venerdì 15 marzo 2024, ore 20.00 (recite domenica 17, venerdì 22 marzo, ore 20.00, domenica 24 marzo 2024, ore 15.30). Daniele Menghini firma la regia di questo nuovo allestimento del Teatro Regio di Parma, in coproduzione con il Teatro Regio di Torino, con le scene di Davide Signorini, i costumi di Nika Campisi, le luci di Gianni Bertoli e con I burattini dei Ferrari.

Dirige l’opera Sesto Quatrini, sul podio dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e del Coro del Teatro Regio di Parma, maestro del coro Martino Faggiani.

Il cast è composto da Nina Minasyan (Adina, per la prima volta a Parma), Francesco Meli (Nemorino), Lodovico Filippo Ravizza (Belcore, per la prima volta a Parma), Roberto de Candia (Il dottore Dulcamara), Yulia Tkachenko (Giannetta).

Tratta dal dramma Le philtre del contemporaneo Eugène Scribe, composta in soltanto quattordici giorni, l’opera fu rappresentata il 12 maggio 1832 a Milano, con un successo che le valse oltre trenta repliche consecutive. L’inventiva melodica, la spiccata caratterizzazione dei personaggi, una leggerezza velata da accenti malinconici e a tratti elegiaci rendono quest’opera una tra le più amate nel repertorio ottocentesco, a cavallo tra l’opera buffa italiana, di cui conserva i tratti più brillanti, e un gusto più propriamente romantico.

BIGLIETTERIA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Biglietti da 10 a 110 euro; riduzioni under 30 da 10 a 55 euro

Biglietteria del Teatro Regio di Parma Strada Giuseppe Garibaldi, 16/A 43121 Parma Tel. +39 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.it

ORARI DI APERTURA da martedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00, il mercoledì e il venerdì dalle 16.00 alle 18.00 e un’ora e mezza prima dello spettacolo. In caso di spettacolo nei giorni di chiusura, da un’ora precedente lo spettacolo. Chiuso il lunedì, la domenica e i giorni festivi. Il pagamento presso la Biglietteria del Teatro Regio di Parma può essere effettuato con denaro contante in Euro, con assegno circolare non trasferibile intestato a Fondazione Teatro Regio di Parma, con PagoBancomat, con carte di credito Visa, Cartasi, Diners, Mastercard, American Express. I biglietti per tutti gli spettacoli sono disponibili online su teatroregioparma.it. L’acquisto online non comporta alcuna commissione di servizio.

PARTNER E SPONSOR

La Stagione del Teatro Regio di Parma è realizzata grazie al contributo di Comune di Parma, Ministero della Cultura, Reggio Parma Festival, Regione Emilia-Romagna. Major partner Fondazione Cariparma. Main partner Chiesi. Main sponsor Iren, Barilla. Partner Crédit Agricole. Sponsor GloveICT, Drill Pac, CePIM, Grasselli, Parmalat, GHC, Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, Metronotte, Parmacotto, Amoretti. Con il contributo di Ascom Confcommercio Parma Fondazione, Ascom Parma Confcommercio, Camera di Commercio Parma, Fondazione Monteparma. Legal counselling Villa&Partners. Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. Partner artistici Conservatorio “Arrigo Boito”, Coro del Teatro Regio di Parma. Partner istituzionali La Toscanini, Fondazione Teatro Comunale di Bologna. La Stagione Concertistica è realizzata da Società dei Concerti di Parma, con il sostegno di Chiesi, in collaborazione con Casa della Musica. Wine partner Oinoe. Fair play partner Zebre Rugby Club. Radio Ufficiale Radio Monte Carlo.Sostenitori tecnici De Simoni, Teamwork, Graphital. Il Teatro Regio di Parma aderisce a Fedora, Opera Europa, Operavision, Emilia taste, nature, culture, Italiafestival.

Parma, 27 febbraio 2024

Paolo Maier

Responsabile Comunicazione istituzionale, Ufficio Stampa, Archivio

Teatro Regio di Parma strada Garibaldi, 16/A, 43121 Parma – Italia

Tel. +39 0521 203969
p.maier@teatroregioparma.it

stampa@teatroregioparma.it

www.teatroregioparma.it

f_logo
Twitter
youtube

   

Teatro Regio di Parma

venerdì 15 marzo 2024, ore 20.00
domenica 17 marzo 2024, ore 20.00 
venerdì 22 marzo 2024, ore 20.00
domenica 24 marzo 2024, ore 15.30

Durata 2 ore e 30 minuti, compreso un intervallo

L’ELISIR D’AMORE

Melodramma giocoso in due atti su libretto di Felice Romani.

Musica GAETANO DONIZETTI

Adina                           NINA MINASYAN

Nemorino                        FRANCESCO MELI

Belcore                           LODOVICO FILIPPO RAVIZZA

Il dottore Dulcamara          ROBERTO DE CANDIA

Giannetta                       YULIA TKACHENKO

Maestro concertatore e direttore

SESTO QUATRINI

Regia

DANIELE MENGHINI

Scene

DAVIDE SIGNORINI

Costumi

NIKA CAMPISI

Luci

GIANNI BERTOLI

Burattini

I BURATTINI DEI FERRARI

ORCHESTRA DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Maestro del coro MARTINO FAGGIANI

Nuovo allestimento del Teatro Regio di Parma

In coproduzione con il Teatro Regio di Torino

Spettacolo con sopratitoli

STAGIONE LIRICA 2024

Teatro Regio di Parma

venerdì 12 gennaio 2024, ore 20.00

martedì 16 gennaio 2024, ore 20.00

giovedì 18 gennaio 2024, ore 20.00

sabato 20 gennaio 2024, ore 17.00

IL BARBIERE DI SIVIGLIA

Musica Gioachino Rossini

venerdì 15 marzo 2024, ore 20.00

domenica 17 marzo 2024, ore 20.00

venerdì 22 marzo 2024, ore 20.00

domenica 24 marzo 2024, ore 15.30

L’ELISIR D’AMORE

Musica Gaetano Donizetti

venerdì 17 maggio 2024, ore 20.00

domenica 19 maggio 2024, ore 15.30

giovedì 23 maggio 2024, ore 20.00

sabato 25 maggio 2024, ore 20.00

TOSCA

Musica Giacomo Puccini

16 maggio 2024, ore 20.00

REGIO195

Concerto sinfonico corale

In occasione del 195° anniversario dell’inaugurazione del Teatro Regio