19 Maggio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

VIVA LA MOVIDA La campagna di sensibilizzazione sulle conseguenze dell’uso e dell’abuso di sostanze alcoliche e sull’educazione al senso civico

PROSEGUE IL PROGRAMMA DI INCONTRI RIVOLTO AI GIOVANI

CON LA PSICOLOGA DOTT.SSA NADIA RAGONICI E IL MAESTRO PAOLO DI SABATINO

Giovedì 22 febbraio -Istituto di Istruzione Superiore “Di Poppa – Rozzi”

Venerdì 23 febbraio – LiceoStatale “Giannina Milli”

7 marzo – Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino”

22 marzo – Liceo Scientifico Statale “A. Einstein”

Disponibile in digitale

“ W LA MOVIDA ”

il brano che invita al divertimento responsabile e civile

Dopo il successo del primo incontro, aperto dal Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto e tenutosi presso il Liceo Classico “Delfico Montauti”, prosegue il programma di appuntamenti della campagna di sensibilizzazione VIVA LA MOVIDA sulle conseguenze dell’uso e dell’abuso di sostanze alcoliche e sull’educazione al senso civico.

Domani, giovedì 22 febbraio, presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Di Poppa – Rozzi” si terrà il secondo incontro della campagna, seguiranno gli appuntamenti del 23 febbraio al Liceo Statale “Giannina Milli”, del 7 marzo presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino” e del 22 marzo al Liceo Scientifico Statale “A. Einstein”.

Nel corso degli incontri interverranno il Presidente dell’Associazione Culturale “Teramo Nostra”, Piero Chiarini, il Maestro Paolo Di Sabatino e la psicologa Dott.ssa Nadia Ragonici.

In merito al primo appuntamento tenutosi il 15 febbraio Di Sabatino ha commentato: «È stato emozionante portare il messaggio di questa campagna direttamente ai ragazzi. Il primo incontro ha avuto un riscontro che mi ha profondamente colpito. I giovani hanno bisogno di attenzione e di essere informati su tematiche sociali così importanti, e hanno mostrato attenzione e sensibilità oltre ogni aspettativa».

Durante questi dialoghi la psicologa Dott.ssa Nadia Ragonici analizza le componenti fisiche, psicologiche e sociali che hanno portato nel corso degli ultimi anni a un abbassamento dell’età media del consumo di alcol e un generale aumento dei ragazzi che sviluppano dipendenza alcolica.

Questi interventi sono per i giovani un’occasione per condividere e dare rilevanza ai loro vissuti emozionali affinché si possa innescare un processo di riflessione individuale e collettivo verso il rispetto della propria vita e nei confronti del proprio territorio.

La campagna di sensibilizzazione ha scelto come ulteriore mezzo di comunicazione con i giovani un medium che è parte integrante della loro quotidianità, la musica: nasce così il brano “W la movida”, scritto dall’ideatore del progetto e musicista Paolo Di Sabatino e interpretato da Osvaldo Paolisso, un giovane cantante abruzzese che presta la voce al personaggio di fantasia, disegnato da Luca Di Sabatino, Matt Eightynine.

Disponibile sulle piattaforme digitali (https://egeamusic.fanlink.to/vivalamovida), il brano è stato scritto con l’intenzione di stimolare un pensiero critico sul divertimento, condannandone le espressioni più incivili.

Il protagonista del video, animato da Angelo Di Nicola, è Matt Eightynine, che rappresenta lo stereotipo dei luoghi comuni sui giovani, ritenuti irresponsabili e superficiali, ma che è capace di invertire la rotta e di entrare in un circolo virtuoso fatto di rispetto e condivisione.

«L’idea di questa campagna è nata da una vera e propria necessità. Avendo due figli in età adolescenziale ho sentito il bisogno di fare qualcosa per lanciare un messaggio forte e uno spunto di riflessione: ci si può divertire senza rischiare di finire in ospedale o di investire qualcuno con l’auto − dichiara Paolo Di Sabatino − La vita è preziosa e va amata, così come bisogna amare la propria città, rispettando le semplici regole della convivenza civile. E così ho usato il mio linguaggio prediletto e ho scritto una canzone».

La campagna è sostenuta e finanziata dal Comune di Teramo e da Poste Italiane, con il contributo della Provincia di Teramo. L’iniziativa è stata realizzata grazie all’Associazione Culturale Teramo Nostra e con il coordinamento di Tonia Ruggieri.