22 Febbraio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

“Il convento della discordia”: intrighi e segreti nel romanzo di Michela Rivetti


BIBLIOTECA ARIOSTEA – Lunedì 12 febbraio 2024 alle 17 incontro con l’autrice in sala Agnelli e in diretta video sul canale youtube Archibiblio web
“Il convento della discordia”: intrighi e segreti nel romanzo di Michela Rivetti

Si sviluppano fra intrighi politici e intrecci familiari le vicende del romanzo di Michela Rivetti “Il convento della discordia” che lunedì 12 febbraio 2024 alle 17 sarà presentato nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara). Dialogherà con l’autrice Paola Corradini (Università degli Studi di Modena e Reggio).
L’incontro potrà essere seguito anche in diretta video sul canale youtube Archibiblio web.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)
I giovani fratelli Bebbi, stanchi di assistere in silenzio allo spadroneggiare di Zoboli e Scaioli, non capiscono perché il padre non si opponga, come dovrebbe la longa manu del Duca. Gian Jacopo sente il dovere di fare ciò che Antonio sdegna e prende in mano la fazione, sostenuto dai fratelli. La disputa tra Zoboli e Benedettini, tra la zia Badessa a una suora degli Scaioli, offre ai Bebbi l’occasione di farsi valere. La discordia del convento si spande per Reggio Emilia e i Bebbi imparano presto che pure le buone azioni si pagano. Tra i segreti sussurrati, uno minaccia il Duca Alfonso e i Bebbi dovranno salvarlo, mentre gli Scaioli ambiscono a scalzare gli Zoboli. Con Il convento della discordia si consolidano le fazioni che nella saga “Alfieri del Duca” combatteranno per gli Este o il Papa. Nel romanzo gli elementi di fantasia si integrano con ricostruzioni storiche elaborate da carteggi e documenti conservati negli Archivi di Stato. La ricerca storica è la base imprescindibile di questa narrazione che riguarda intrighi politici e affetti famigliari. Le vicende dei personaggi storici locali si legano a quelle di nomi più noti come Ludovico Ariosto e il Cardinale Ippolito d’Este.

Michela Rivetti nasce a Reggio Emilia nel 1991. Consegue la maturità classica presso il liceo locale e prosegue gli studi all’Università di Bologna, dove consegue la laurea in “Storia e Civiltà Orientali” e attualmente sta completando il percorso in “Archeologia e Culture del Mondo Antico”. Ha svolto tirocinio presso il Goa Chitram Museum (India) e ha collaborato con vari enti e associazioni per l’organizzazione di mostre, eventi culturali, rassegne di presentazioni di libri. Ha prestato Servizio Civile presso i Musei Civici di Reggio durante il quale ha elaborato eventi di carattere ludico-culturale. Coltiva fin da bambina la passione per la recitazione e la scrittura e grazie a quest’ultima si è interessata alla storia locale e ha iniziato a frequentare gli archivi e a consultare manoscritti. Si è quindi dedicata alla divulgazione storica tramite la narrativa, contenuti per il web e visite guidate teatralizzate in castelli ed edifici di valore storico.