19 Maggio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Il Costaiblea Film Festival torna a celebrare la “settima arte” nel cuore del Sud Est siciliano.

Dal 12 al 17 dicembre tra Ragusa, Modica e Scicli. In apertura omaggio al cinema di Francesco Bruni e alla fiction “Il commissario Montalbano” con gli attori Peppino Mazzotta e Angelo Russo. In arrivo anche Daniele Cipri

RAGUSA – Dal 12 al 17 dicembre prossimi le magiche terre del barocco ibleo ospiteranno la XXVII edizione del “CostaIblea Film Festival”, la rassegna cinematografica che ha fatto la storia del Sud Est siciliano. Fondato nel lontano 1991 dal regista Vito Zagarrio, che ne cura la direzione artistica, il festival si è affermato come un punto di riferimento per gli amanti del cinema e per gli appassionati della settima arte.

L’edizione di quest’anno si apre a Ragusa, al cinema Lumière, con un toccante omaggio alla celebre fiction televisiva “Il commissario Montalbano” ma anche con la celebrazione del cinema del regista e sceneggiatore Francesco Bruni, noto tra l’altro per essere lo sceneggiatore dell’amatissima serie poliziesca. Previsto l’intervento degli attori Peppino Mazzotta, Biagio Barone e Angelo Russo, che nella fiction interpreta il personaggio divertente e irriverente dell’agente Catarella e del local manager Pasquale Spadola. Un’occasione unica per i fan di immergersi nel mondo affascinante e misterioso creato dallo scrittore Andrea Camilleri e contemporaneamente per accendere i riflettori sui film recenti di Bruni con, tra i protagonisti, anche Raffaella Lebboroni, “caratterista” e attrice di molti film, anche lei al festival.

Il programma della manifestazione offre una varietà di percorsi, dalla valorizzazione dei cineasti del Sud alla promozione di opere prime e cortometraggi con un focus speciale sulla Sicilia e sulla zona iblea. Tanti i protagonisti per questa edizione. Tra loro il regista napoletano Leonardo di Costanzo, bravo documentarista e ora autore di lungometraggi di finzione: “L’intervallo”, “L’intrusa” e “Ariaferma” lo hanno rivelato al grande pubblico. Per quest’ultimo film, con attori come Toni Servillo e Silvio Orlando, ha vinto un David di Donatello insieme a Bruno Oliviero, anche lui presente a Ragusa col suo film di finzione “Nato a Casal di Principe”. Il toscano Francesco Bruni, invece, è famoso anche per aver sceneggiato tutte le puntate della fiction di Montalbano ed è quindi tra i massimi artefici del successo della serie tv che va avanti da oltre 20 anni con una diffusione mondiale. Bruni ha firmato vari film, tra cui “Tutto quello che vuoi”, con protagonista Giuliano Montaldo, uno dei maestri del cinema italiano da poco scomparso (il festival gli attribuirà un omaggio). Ci sarà anche il regista Luca Scivoletto, tra l’altro originario di Modica, che ha esordito con “I pionieri”. Una presenza doverosa, la sua, proprio perché il festival monitora il cinema fatto dai siciliani. E tra gli ospiti attesi c’è anche Daniele Ciprì, ex della coppia Ciprì-Maresco noti per il loro “Cinico tv”, che arriva al festival con il suo fresco documentario sulla Roma degli anni Settanta-Ottanta (protagonisti Roberto D’Agostino e Marco Giusti) e con un cortometraggio prodotto da Davide Vigore, altro habitué della rassegna. Da segnalare l’indagine che il festival prosegue anche in questa edizione guardando al connubio tra cinema e musica. Lo si farà con due incontri musicali d’eccezione. Il primo appuntamento è una masterclass a Ragusa di Paolo Vivaldi, notissimo autore di colonne sonore per il cinema e la tv (Non essere cattivo di Caligari, Pietro Mennea, Rita Levi Montalcini, Filomena Marturano), che suonerà poi in concerto a Modica con gli studenti del liceo musicale e L’altro evento è il concerto degli “Okkies”, gruppo catanese capitanato da Andrea Rabbito (che è anche docente all’università “Kore” di Enna) che usa la musica sul sottofondo di interessanti immagini di found footage e di spezzoni di film.

Dopo qualche anno di assenza, il CostaIblea torna a illuminare anche i suggestivi scenari di Ragusa Ibla. Questo ritorno, atteso dai residenti e dagli appassionati di cinema, permetterà di godere di proiezioni, incontri e eventi speciali. Ma il CostaIblea non si ferma qui: le luci del festival si estenderanno anche su Modica e Scicli. Il 13 dicembre, un incontro speciale è previsto con gli appartenenti dell’Università della Terza Età a Scicli, arricchendo il programma con momenti di approfondimento e condivisione culturale, ribadendo il concetto che il cinema è per tutte le età.

Il CostaIblea Film Festival è sostenuto dal Ministero della Cultura e dal Comune di Ragusa, con il prezioso contributo della Banca Agricola Popolare di Ragusa. Questo impegno istituzionale è fondamentale per la continuità di un evento che promuove la cultura cinematografica nel cuore della Sicilia.

Il festival, del resto, si conferma come un appuntamento imperdibile per gli amanti del cinema e per coloro che desiderano vivere un’esperienza unica, fatta di emozioni, incontri e scoperte nel magico scenario del barocco ibleo. Quest’anno ci sarà anche una giornata speciale “fuori porta” con uno spin-off del festival che approda ad Enna, presso l’Università Kore, incontrando così gli studenti e le giovani generazioni. Il programma completo sui social e sul sito https://costaibleafilmfest.wixsite.com/