21 Aprile 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

DIRETTA DEL LANCIO DI STARSHIP IL MEGA-RAZZO REALIZZATO DALLA SPACEX DI ELON MUSK

SABATO 18 NOVEMBRE, DALLE ORE 13.45,

Se la prova dovesse riuscire sarebbe un fatto di portata storica

e il primo, vero passo per portare l’uomo su Marte.

Dopo il rinvio di un giorno per «sostituire una delle alette a griglia del razzo» (come annunciato da Elon Musk, su X), sabato 18 novembre, dalle ore 13.45, su Focus spazio alla diretta del nuovo, attesissimo lancio di Starship. L’evento astronautico – che la rete diretta da Marco Costa riproporrà la sera, alle ore 23.00 – è il più importante del 2023.

Lo speciale che ne documenta ogni fase è condotto dal giornalista e divulgatore Luigi Bignami, insieme a numerosi esperti presenti in studio o in collegamento. Il live racconta il lancio del razzo da Boca Chica, in Texas, il volo orbitale e l’ammaraggio nel Pacifico, al largo delle Hawaii.

STARSHIP – IL NUOVO TENTAVO IN DIRETTA

Durante lo speciale, oltre a seguire e commentare il test, si parlerà di ingegneria aerospaziale, mostrando tutti i correttivi apportati al razzo dopo il test di aprile; e poi di astronomia, dando conto delle recenti scoperte su Marte, delle due missioni, la giapponese e l’americana, che hanno riportato frammenti di asteroidi sulla Terra e, soprattutto, delle prime, sorprendenti immagini cosmiche regalateci dal telescopio spaziale Euclid (ne hanno parlato tutti, ma che cosa significano realmente?). A seguire, il dettaglio degli ospiti:

Filippo Maggi

Docente del Politecnico di Milano, esperto di propulsione spaziale. Illustrerà le ragioni per cui la Starship nel precedente tentativo di test è esplosa; mostrerà le modifiche tecniche apportate al razzo vettore (il Falcon Heavy) e alla navetta (la Starship vera e propria). Spiegherà le differenze più significative tra le tecnologie utilizzate dalla Starship e quelle di SLS/Artemis.

Antonio Lo Campo

Giornalista scientifico e divulgatore. Ha recentemente scritto un saggio dedicato al ritorno dell’uomo sulla Luna. Commenterà la metodologia a oggi messa a punto per riportare un equipaggio umano sulla superficie lunare; una metodologia complessa, che prevede l’interazione tra SLS e Starship, ma che potrebbe subire modifiche con l’inserimento di un terzo attore: Blue Origin.

Angelo Landolfi

Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare, che a giugno ha volato con Virgin Galactic nella missione Virtute-1

Pantaleone Carlucci

ingegnere del CNR, che a giugno ha volato con Virgin Galactic nella missione Virtute-1

Alfredo Pietrolucci

Colonnello Aeronautica Militare, che a giugno ha volato con Virgin Galactic nella missione Virtute-1

Insieme ricorderanno la missione e illustreranno gli importanti esperimenti scientifici che ha permesso di compiere. E anticiperanno il nuovo appuntamento di Aeronautica Militare con lo spazio: la missione Ax-3 che porterà il Colonnello Walter Villadei a bordo della ISS all’inizio del prossimo anno.

Cesare Guaita

biochimico e planetologo. Parlerà delle recenti scoperte avvenute su Marte, grazie ai rover Perseverance e Curiosity, e all’elicottero Ingenuity. E parlerà anche della missione spaziale della sonda Osiris Rex sull’asteroide Bennu, e delle opportunità conoscitive che il rientro della sonda con i campioni di asteroide aprirà presto.

Simone Iovenitti

astrofisico INAF Brera/Merate. Parlerà dei risultati già ottenuti dal JWST e dalle prospettive conoscitive offerte da Euclid, le cui prime immagini hanno già elettrizzato la comunità scientifica.

Se tutto andrà per il meglio, la via di SpaceX verso Marte sarà spianata: i test successivi porterebbero Starship in orbita lunare, per poi coinvolgere anche gli astronauti. Una conquista possibile, grazie alle tecnologie di Starship: è il mezzo spaziale più potente e il più alto mai costruito dall’uomo (121mt di altezza; 9mt di diametro; 100-150tn di capacità di stoccaggio); è composto da razzo e navicella; è completamente riciclabile e riutilizzabile, così da abbattere tempi e costi dei viaggi interplanetari.

La sfida è affascinante e il sogno del visionario e controverso imprenditore, sempre più reale.