24 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Consapevoli di difendere il suo splendido e singolare patrimonio artistico e culturale in occasione dell’inserimento del suo Direttore e Presidente Franco Spadaro nel Registro delle Eredità Immateriali UNESCO quale Tesoro Umano Vivente della Sicilia, perché custode della memoria fondamentale per il mantenimento della diversità culturale.

Taormina – Casa Cuseni (esterno)

Fatta costruire da Robert H. Kitson  tra il 1900 e il 1905 su disegni preparatori di Sir Frank Brangwyn, oggi custoditi a Londra, presso la Royal Accademy of Arts, Casa Cuseni ha sempre attratto flotte di visitatori, e note celebrità di varie epoche e settori. Nel 1970 anche la rivista Sicilie pubblicava sulle proprie pagine un approfondito articolo: il celebre e meglio conosciuto place for painters (posto degli artisti).Si parlava di artisti prestigiosi che avevano visitato questa eccellente e rinomata residenza, da Sir Frank Brangwyn, celebrato dal The Times di Londra come “l’artista britannico più noto al mondo, a Sir Cecil Arthur Hunt; da Picasso a Goya; da Sir Alfred East a Giacomo Balla e Fortunato Depero, che realizzarono le decorazioni floreali futuriste del giardino di Casa Cuseni… Per non parlare, poi, dei tanti scrittori, attori, musicisti e gente di spettacolo.

Già da allora, questo e molto altro ancora, contribuiva a far ben intuire che questo emblematico luogo sarebbe stato preso, dai molti, sempre più in giusta considerazione… fino ai giorni nostri.
E, dopo un farraginoso e lungo iter procedurale, il 5 Ottobre scorso, finalmente, la decisione dell’UNESCO di inserire Franco Spadaro nel REIS, perché depositario di conoscenze (la storia di Casa Cuseni) fondamentali per l’identità della Sicilia. L’ufficializzazione della tanto agognata  decisione è cosa di questi giorni. Un meritato riconoscimento a conferma dell’autentico impegno e dell’innata passione che da sempre caratterizzano con consapevolezza e responsabilità la vita del carissimo e stimato Amico Franco Spadaro, che testimonia il forte innamoramento da lui manifestato verso Casa Cuseni e verso la sua amata Terra. Complimenti, anche, per la determinazione e per il costante lavoro di ricerca e di comunicazione.

Altre date importanti nella storia di Casa Cuseni
Nel 1998 viene dichiarata Monumento Nazionale Italiano, per l’alto valore storico e artistico e nel 2015 entra a far parte del circuito che riunisce le case-museo dove vissero personaggi illustri in ogni campo del sapere, dell’arte, della letteratura della scienza e della storia. Inoltre, sempre nello stesso anno, il 2015, fa parte di Grandi Giardini Italiani il circuito ideato e diretto da Judith Wade per la promozione e valorizzazione dei Grandi Giardini. Dal 2016 è il Museo Ufficiale Città di Taormina. Nel 2017 nasce la Fondazione Robert H. Kitson – Casa Cuseni/Taormina. Nel 2019 viene riconosciuta Luogo delle Identità e della Memoria della Regione Siciliana. Nel 2020 vengono pubblicati due interessantissimi Cataloghi, a cura di Franco Spadaro ed Egidio Marisca. Uno, dedicato alla mirabile Dining Room di Casa Cuseni (la terza camera inglese) ed al suo magnifico artefice ed autore, l’Artista Frank Brangwyn. L’altro, per festeggiare degnamente i primi 100 anni de Il Giardino Storico di Casa Cuseni – La ricerca della spiritualità nell’arte

Dining Room – Casa Cuseni

Per ulteriori notizie suggeriamo di collegarsi ai siti ufficiali di Casa Cuseni o, ancor meglio, avendone la possibilità e la voglia, recarsi in visita presso Casa Cuseni dove sarà possibile ammirare dal vivo moltissime cose di singolare valore, magari con i commenti dal vivo di Franco Spadaro.