17 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Il Gladiatore, secondo il Theremin di Lina Gervasi

Lina Gervasi, compositrice e musicista, presenta la sua rilettura per Theremin di Now we are free (Musica Lavica Records) dalla colonna sonora de Il Gladiatore di Hans Zimmer: prima tappa, accompagnata da un suggestivo videoclip, del viaggio che ha deciso di compiere lungo alcuni capisaldi delle grandi colonne sonore che hanno disegnato l’immaginario collettivo. Un viaggio che vede al centro il Theremin, strumento di grande fascino al quale Lina Gervasi sta da qualche anno dedicando le sue energie sia come interprete che come autrice: “A fine anno uscirà un album di mie composizioni, ma prima di arrivare a questo traguardo ho sentito l’esigenza di trasformare il mio amore per le colonne sonore nei suoni magici ed emozionali che ho scoperto nel Theremin”. Musicista di solida formazione, infatti, Lina Gervasi scopre le potenzialità di questo strumento quasi per caso: “Il mio strumento era in origine il flauto, ma per questioni di allergia – l’inquinamento oramai sempre più diffuso genera spesso più problemi di quanto pensiamo – ho dovuto allontanarmene se pur solo per un periodo.” Di qui la scoperta di questo strumento che travalica il contatto e arriva all’anima. Potente e raffinato, colto e dal suono fuori dal tempo.

Il Theremin è il più antico strumento musicale elettronico inventato nel 1919 dal fisico sovietico Lev Sergeevič Termen (Lev Theremin).  Nonostante sia il primo sintetizzatore della storia e nonostante sia stato utilizzato negli anni in numerose colonne sonore di film e da molti artisti come Michael Jackson in Thriller, Led Zeppelin e i Beach Boys, risulta essere comunque uno strumento poco conosciuto nel panorama italiano. I suoni vengono prodotti dal movimento delle mani all’interno di un campo magnetico irradiato da due antenne che comunicano tra di loro.  Il theremin, quindi, è uno strumento tanto affascinante quanto difficile proprio perché l’esecutore non ha nessun riferimento visivo e nessun contatto fisico con lo stesso.

Lina Gervasi, prima di approdare al theremin, ha attraversato un solido percorso di formazione musicale.  

Si è diplomata brillantemente in flauto traverso e successivamente si abilita all’insegnamento dello stesso.  

Vincitrice di numerosi concorsi nazionali ed internazionali ha suonato, in qualità di Primo Flauto ed Ottavino, sotto la direzione di Maestri di fama Internazionale intraprendendo un’intensa attività concertistica solistica, da camera ed orchestrale.  Continua a perfezionarsi partecipando a vari corsi di Propedeutica ed Informatica Musicale e a corsi di Alto Perfezionamento artistico con flautisti di fama internazionale.  

Dal 2011 è docente statale di flauto traverso presso Istituti Comprensivi ad indirizzo musicale e realizza spettacoli in LIS (Lingua dei Segni Italiana) “musica senza limiti” descrivendola così attraverso colori, forme e gesti.  

Nell’anno 2018/2019 sale sul palco di Italia’s got talent, in qualità di thereminista ottenendo 4 “sì” dai giudici Mara Maionchi, Claudio Bisio, Frank Matano e Federica Pellegrini.  

Nel 2019 vola tra i cinque finalisti del ThereminStar: competizione internazionale per soli thereministi, un contest indetto per i 100 anni del theremin.  

Lina, inoltre, si esibisce con diverse formazioni musicali e molti sono i progetti che la vedono impegnata in qualità di solista.  

Prende parte all’incisione discografica insieme agli Ottoni del Mediterraneo di “Ode to the Moon”.
 Gli Ottoni del mediterraneo, gruppo formato da musicisti che collaborano con i migliori teatri italiani come Teatro San Carlo di Napoli, Teatro dell’Opera di Firenze, Teatro alla Scala di Milano, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Regio di Torino, ecc., hanno realizzato, quindi qualcosa di mai visto prima nel panorama musicale dove le qualità timbriche del Theremin si amalgamano perfettamente alle sonorità del gruppo ottoni.  

Lina ha collaborato con Mario Incudine, poliedrico artista e autore tra i più rappresentativi della World Music e con il M° Angelo Privitera, storico collaboratore e musicista di Franco Battiato

Ha suonato, in qualità di flautista e thereminista, nei dischi prodotti ed arrangiati da Denis Marino: “La Piramide” disco di duetti d’eccezione di Luca Madonia con Enrico Ruggeri, Franco Battiato, Morgan, Carmen Consoli, Mario Venuti, Patrizia Laquidara, Mauro Ermanno Giovanardi, Giada Colagrande e Brando Madonia; “Homaj” disco di duetti italiani ed internazionali del cantautore siciliano Daniele Guastella con numerosi ospiti, che sono: Luca Madonia (Italia), Rodrigo Rojas (Bolivia), Alen Veziko (Estonia), Ahmed Elgeretli (Egitto), Anita Vitale (Italia), Mario Incudine (Italia), Haydee Milanes (Cuba), Jerusa Barros (Capo Verde), Leonel Capitano (Argentina), Le Voskresenie (Russia), Dulce Lopez (Messico), Leonel Soto (Messico), Mihaela Fileva (Bulgaria), Giovanna D’angi (Italia), Lidia Isac (Moldavia), Bernardo Quesada (Costa Rica), Pauly Zarb (Australia), Abigail (Spagna) e Edgar Oceransky (Messico).  Dalla fine del 2019, Lina Gervasi è prodotta da Denis Marino per l’etichetta Musica Lavica Records.  

Natale 2019 è segnato dall’uscita di un videoclip natalizio, nato dalla collaborazione con l’attore Filippo Velardi, con l’intento di divulgare a tutti lo stesso messaggio: – La solitudine è un messaggio d’amore –. In questo video, Lina ha suonato in qualità di thereminista e flautista, White Christmas.  

Altro singolo, Schindler’s List è stato pubblicato in occasione del giorno della memoria – 27 gennaio. Il video è stato patrocinato da enti Nazionali importanti: Istituto Nazionale Ferruccio Parri, SIEDAS, MEI, Teatro Garibaldi di Avola e Comune di Avola.  

Durante il periodo di quarantena, costretti a rimanere a casa al fine di poter vincere questa battaglia contro il COVID-19, la musica non si è fermata e Lina, in qualità di artista Musica Lavica è stata impegnata nelle varie iniziative tra cui “L’Italia in una stanza” (OASport, OAPlus, MEIWeb e MEI – Meeting Degli Indipendenti), “Stop – PlayArt” (Angelo Bonello e Francesca Formisano), “Il mio presente per il nostro futuro” (Equilibri, tutti siamo diversi – Musica Lavica Records), “Concertone a Montesole” per il 75° anniversario della Liberazione d’Italia insieme a Materiale Resistente 2.0 (l’Istituto Ferruccio Parri, Siedas – Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo, Mei – Meeting degli Indipendenti), Diretta Web “Casa Marcello” (Marcello Cirillo), “Fabbricare Fiducia – Musica” (Ambra Scamarda , Matteo Amantia, Andrea Bartoli e Farm Cultural Park). Nello stesso periodo sono state pubblicate delle versioni reinterpretate al theremin di “Che vita meravigliosa” – Diodato, “Love Theme” tratto dalla colonna sonora del film Cinema Paradiso, a cura di Morricone, “Il mare calmo della sera” in collaborazione con Gabriele Cirilli.

E’ stata ospite in prima serata su RAI 1 nella trasmissione “Soliti Ignoti“, condotta da Amadeus, eseguendo al Theremin un personale riarrangiamento di “Fai rumore”, brano col quale Diodato ha vinto il Festival di Sanremo 2020.

Prende parte al progetto “Love is my colour” dov’è protagonista di due videoclip musicali realizzati in occasione del Natale 2020.

Ha collaborato con Claudio Simonetti (fondatore dei Goblin e autore delle colonne sonore di molti film di Dario Argento) esibendosi insieme nella trasmissione televisiva di RAI 2Voice anatomy“, condotta da Pino Insegno.

Nel dicembre 2021 si è esibita come solista al Teatro Massimo Bellini di Catania in occasione della prima assoluta dello Stabat Mater composto e diretto dal Mo. Giovanni Sollima, opera originale per controtenore, coro, theremin e orchestra, versi di Filippo Arriva, voce di Raffaele Pe.  Nel 2022 ha suonato in qualità di thereminista nella versione Prog Rock di “Suspiria” (Mater Suspirorium), all’interno dell’album di Claudio Simonetti (Goblin) realizzato per i quarant’anni del film di Dario Argento. È presente anche all’interno del videoclip dello stesso brano, diretto da Sergio Stivaletti, pubblicato il 17 marzo 2023. 

Sempre nello stesso anno collabora con il M° Marco Werba suonando come thereminista all’interno della colonna sonora del film messicano “Vertical“. Attualmente sta lavorando alla realizzazione di due diversi album discografici, in uscita entrambi nel 2023, dedicandosi contemporaneamente all’attività di live sia come solista che come flautista all’interno del Docs-Show “Sognatrici” di Valeria Benatti e Gabriella Lucia Grasso.