24 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Quest’anno, per la giornata degli innamorati, perché non provare un’esperienza alternativa e partire per un romantico viaggio di San Valentino a bordo camper? Come emerso dalle recenti analisi sulle prenotazioni effettuate sul sito di Yescapa, piattaforma leader di camper sharing in Europa, nel 2022 ben il 50% dei veicoli è stato prenotato da coppie, in aumento rispetto agli anni precedenti, confermando questa modalità di viaggio come interessante e originale proposta per una fuga romantica.

Per i cuori più intrepidi e amanti delle emozioni, per San Valentino Yescapa suggerisce di partire per un appassionante on the road, proponendo i 5 motivi per cui questa modalità di viaggio farà battere il cuore: dal tracciare la rotta a caccia di avventura alla grande flessibilità dei viaggi itineranti, dalle tipologie più romantiche di camper ai consigli più piccanti per vivere appieno la vanlife insieme.

#1 DIREZIONE: AVVENTURA

Per le coppie che amano condividere avventure e scorribande in giro per il mondo, una fuga romantica a bordo camper è la scelta alternativa ideale per San Valentino. Un viaggio on the road, in fondo, permette di assaporare appieno tutto il percorso, non solo la meta, e di farsi sorprendere da tutta la bellezza lungo la strada.

Yescapa suggerisce alle coppie di uscire dalle rotte più battute, per scoprire le perle sconosciute o poco note all’infuori dei classici circuiti turistici: ad esempio, perché non lasciarsi ispirare dalle numerose destinazioni dove sono presenti gli oltre 15.000 veicoli e sceglierne una mai visitata prima? Le possibili rotte sono infinite, sia nel Belpaese (andando ad esempio alla scoperta della Valle d’Itria, terra d’incanto e senza tempo, dell’Umbria nell’area del Clitunno, delle sue fonti sorgive e del suo antico tempio patrimonio Unesco, o dell’entroterra della Sardegna, isola vocata all’on the road) sia Oltralpe (della Bretagna, regno di scogliere e borghi medievali, ai Castelli sulla Loira, dai Balcani col loro fascino magnetico agli eclettici Paesi Bassi): l’importante è aggiungere al viaggio la meraviglia della scoperta (o della riscoperta).

#2 ORIZZONTI SEMPRE NUOVI

Ogni avventura che si rispetti prevede una dose di effetto sorpresa. E gli on the road in camper in questo sono dei fuoriclasse: una tipologia di viaggio sinonimo di libertà, che dà la possibilità di ridefinire l’itinerario lungo il percorso, seguendo nuove tracce e lasciandosi guidare dall’esploratore che è ognuno di noi (o da quello del proprio partner…).

Certo, anche in camper non ci si può accampare ovunque: bisognerà trovare comunque regolari parcheggi, aree di sosta attrezzate o campeggi veri e propri. Ma il grande plus che dà il camper con la sua flessibilità sono gli orizzonti sempre diversi, nuovi ed emozionanti, e la possibilità di addormentarsi in un posto e svegliarsi in un altro. Ma sempre in ottima compagnia.

#3 NIDO D’AMORE A 4 RUOTE

L’ingrediente segreto per un viaggio romantico in camper è scegliere la tipologia che più si addice a ogni coppia, tra diverse opzioni che si prestano a diventare un perfetto nido d’amore a 4 ruote. In primis, Yescapa suggerisce i van, una scelta gipsy che sta registrando in questi anni una vera e propria impennata di richieste: i dati del 2022 della piattaforma di camper sharing evidenziano un netto +143% di prenotazioni rispetto al 2019, in parte forse per le sue dimensioni ridotte che ne fanno un perfetto passe-partout, in equilibrio tra abitabilità a bordo e mobilità, o anche per il suo fascino un po’ retrò, che è tornato di gran moda.

Per le coppie in cerca sì di avventura, ma anche di maggior spazio e confort, si può puntare su camper e furgoni camperizzati: la chicca in più per San Valentino può essere sceglierne uno con il tetto a soffietto, o sollevabile, che permette addormentarsi abbracciati ammirando lo spettacolo del cielo stellato.

#4 L’INTIMITÀ DELL’ESSENZIALITÀ

Un aspetto da non sottovalutare quando si viaggia in camper è scegliere cosa portare, tenendo sempre a mente la regola aurea del camperista: selezionare e semplificare. Con la sua modalità a chiocciola, un viaggio in camper si può paragonare a un piccolo trasloco, dovendosi portare dietro tutto l’essenziale per sentirsi a casa, pur spostandosi continuamente.

I viaggi itineranti richiedono quindi di scegliere l’indispensabile, rivalutando le proprie priorità e aiutando a capire che non sempre quello che si porta dietro è necessario. Un viaggio all’insegna della leggerezza, metaforica e concreta, che permette di far spazio a ciò che serve davvero e a chi conta veramente: un’esperienza intensa e intima da vivere con la propria dolce metà, nella giornata più romantica dell’anno, ma non solo.

#5 SEX LIFE IN CAMPER

Dulcis in fundo (o forse in questo caso meglio parlare di nota piccante finale): il sesso in camper. Tutti lo fanno, ma nessuno ne parla. La sex life dei camperisti è un’avventura, alla pari del viaggio stesso, che deve tener conto del contesto: van, furgone o camper, pur nelle loro diversità, hanno in comune lo spazio ridotto e l’altezza limitata.

Allora, spazio invece alla fantasia, trovando la giusta complicità e sperimentando a un ritmo più lento, più intimo e… più silenzioso. Se infatti in luoghi pubblici, come la strada o il campeggio, si deve evitare di far troppo rumore, questo limite può essere ribaltato in positivo concentrandosi di più sulle sensazioni proprie e del partner. Magari sfruttando anche la playlist del cuore come sottofondo, oltre che per creare la giusta atmosfera.