5 Marzo 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

ALESSANDRO NIGRO IMPERIALE

ALESSANDRO NIGRO IMPERIALE

L’Impero Nascente del Vino Mondiale

Alessandro Nigro ImperialeMiglior Sommelier Italiano 2022

Ho avuto il piacere e l’onore di augurare un 2023 al nostro brillante e giovane talentuoso Alessandro Nigro Imperiale, nuova stella del panorama internazionale! Classe 1991, pugliese, laureato in Viticoltura ed enologia e Head Sommelier al Four Seasons Grand Hotel di Saint-Jean-Cap-Ferrat, ha conquistato il podio più alto dell’AIS come migliore

Alessandro Miglior Sommelier italiano 2022

sommelier d’Italia 2022. Come nelle migliori favole è già un predestinato, ma ancora non sapeva che la sua vita fosse cambiata con le scelte che ha inseguito con magnifico risultato! Dalla Puglia italiana ai palazzi della Riviera, si è fatto un nome di peso nel mondo del vino. Incoronato sommelier dell’anno lunedì 28 novembre 2022 dalla famosa guida “Gault & Millau”di Parigi, capitale dei vini blasonati francesi! Lui da giovane “MAESTRO” ancora non si rende conto e

Miglior Sommelier Francese della Guida Gault&Millau del 2023

niente lo predestinava a questo lavoro. A 18 anni prende un biglietto di sola andata per questa avventura. A Foggia, nel cuore della Puglia, Alessandro lavorava in una trattoria. Dice ALEX “Ho iniziato a maneggiare bottiglie, suscitando in me una curiosità che non avevo mai provato prima”. Decise di proseguire su questa strada con gli studi di enologia e sommelier, compreso un Erasmus a Bordeaux, presso l’Istituto di Scienze della Vite e del Vino. Figlio di ragionieri, nulla

Alessandro Nigro Imperiale… Una Giovane Stella!

lo predestinava al mondo del vino perchè da bambino voleva diventare pilota d’aereo ma ha lottato come un leone per arrivare dov’è con grande merito. “Sono un sognatore, il vino è come un invito al viaggio”! Il 2022 per Alex è un anno eccezionale per non dire grandioso! “Perché io?.. mi sono chiesto commosso”. E’ un incontro, un tik tok del destino, un colpo di fulmine che lo spinge ad abbracciare questa vocazione. A questa domanda c’è una risposta: Rita

Alex con la simpatica moglie Rita

Del Mastro, la moglie. Colei che ha condiviso la sua vita per otto anni assistendo e incentivando questa ascesa, in prima linea e con grande orgoglio. Il segreto di Alessandro è assaggiare continuamente i campioni di vini, visitando aziende e parlando con i viticoltori. Un perfezionismo che si traduce in ore, notti, vacanze sacrificate. “Ha una fiamma che prende forza sempre di più, dentro di sé ogni giorno, combattivo; è come un vino pregiato e potente che si conserva a lungo”,

Alex…esperienze e viaggi professionali internazionali

dice sorridendo Rita, la moglie. Alessandro è stato un giro per il mondo passando dall’Argentina, con la regione di Mendoza, al Barbaresco di Angelo Gaia, all’Australia con il Grange Hermitage di Penfolds Winery. Ha viaggiato parecchio e lavorato come enologo presso Villiera Wines, in Sudafrica, e Roussillon Domaine Grier, in Francia. Confessa che il concorso come migliore sommelier d’Italia si prepara studiando molto, su tanti libri internazionali e non solo

Alex…il parkour italiano del vino!

italiani o francesi. E’ completamente diverso, più vasto, idealmente senza confini: non c’è solo il vino di tutto il mondo ma devi conoscere anche i distillati, i cocktail, la gastronomia… Lo ha preparato considerandolo un altro lavoro, extra rispetto alle tante ore di servizio, quindi studiando la mattina presto e la sera tardi. Fare il sommelier è come un esercizio teatrale perchè oltre al racconto il vino soprattutto si vende e lo fai da un palco del tutto speciale, sei come un

Alex….un Eccellente comunicatore!

attore sul palcoscenico. Con la differenza che devi essere attentissimo al feedback di chi hai di fronte, capirne il gusto, conquistarne la fiducia e interpretarne le esigenze. In questo Alessandro è molto forte perché mette al centro della formazione che ha svolto e la consapevolezza che il sommelier è prima di tutto un comunicatore. Cioè a parte il sapere e riconoscere l’annata di una pregiata riserva, ti chiede di essere in grado di trasferire questa conoscenza al tuo

Alex…un elegante professionista!

pubblico. La comunicazione è una qualità chiave, per restituire la magia del vino. A questo si aggiunge la necessità di avere grande empatia: serve una spiccata intelligenza emotiva e leggere la psicologia di chi ti sta di fronte. Del resto i sommelier devono fare questo, farti scoprire qualcosa che non conoscevi: la scoperta porta più piacere delle cose tradizionali, quelle che ti sono già note. Il bello del vino per Alessandro è la condivisione di una buona bottiglia. La

Alex….conoscenza internazionale e attenzione alla carta dei vini!

passione e l’emozione più forte che può dare il vino è aprire una determinata bottiglia con determinate persone. Questo lo commuove, perché alla base ci sono anni di sacrifici e lavoro da parte del vignaiolo! Alessandro, avendo un doppio riconoscimento avuto dal mondo del vino italiano e francese, nutre nel 2023 come obiettivo molto importante, di formare nuovi sommelier, consapevole che tanti verranno in patria francese, anche per via del suo titolo, e

ALEX…un vero ambasciatore del vino italiano nel Mondo!

focalizzarsi sopratutto sulla carta dei vini. Ha una carta per il 60% francese, per il 30% italiana e il resto è diviso tra la costa mediterranea e il resto del mondo. Interpreta il suo lavoro come quello di un ambasciatore dei vini italiani, per i quali c’è un trend in forte crescita. Un consiglio per chi si affaccia al mondo del vino è darsi obiettivi ed essere determinati. Se si vuole avvicinare a questo mondo per capire se farne una ragione di vita la cosa più diretta da fare è

Alex….classe e professionalità!

andare da un produttore e ascoltarlo parlare con la coscienza che in quel momento ti sta trasmettendo il lavoro di mesi o anni di sacrifici, e ti parla come se ti raccontasse del vino come di un figlio. A quel punto può davvero scoccare una scintilla per sempre. Il suo vino preferito è il nero di Troia, quello del Cuore perchè oltre ad avere futuri ed importanti riconoscimenti ed essere un grande vino, lo porta indiscutibilmente come un sogno a casa sua, nella sua amata Puglia.

Alex Nigro Imperiale …TOP!

Questo e altro è Alessandro Nigro Imperiale, giovane, visionario e talentuoso, nuova stella del panorama italiano, francese ai vertici internazionali ….e sicuramente ne sentiremo e ne vivremo delle belle!