19 Maggio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

LAVINIA CI RACCONTA IL NUOVO SINGOLO “BATTAGLIA NAVALE”

Battaglia Navale”, è il nuovo singolo della giovane cantautrice Lavinia disponibile su tutte le piattaforme digitali da venerdì 02 dicembre  distribuito da INgrooves Music Group/Universal Music Italia. 

“Battaglia navale” è un brano che affronta il tema dell’amicizia sotto una veste malinconica. Un’amicizia importante arrivata al capolinea e che continua a condizionare la quotidianità assaporando l’amaro e il dolce allo stesso tempo.  C’è la voglia di dimenticare e riappropriarsi della propria vita e dei propri sorrisi, ma quando la malinconia diventa troppo forte è inevitabile lasciarsi andare nel mare dei ricordi, quei ricordi che a volte ti cullano e a volte ti fanno affondare insieme a loro, da soli.

Lavinia Macheda, classe 2002, è una cantautrice di Reggio Calabria, impiantata a Milano dove studia Economia e gestione aziendale presso l’università Cattolica.Muove i primi passi nella musica a 14 anni prendendo lezioni di canto nell’accademia della sua città, seguita dal Maestro Franco Dattola. Qualche anno più tardi la necessità di esternare le sue emozioni più intime diventa un’esigenza e un bisogno da assecondare. L’incontro con il producer Antonio Condello le permette di iniziare un percorso di scrittura e consapevolezza pubblicando così il suo primo singolo “Per metà” a maggio 2021. Successivamente inizia una collaborazione con l’etichetta Amarena Records distribuendo questa estate il brano “Baci Chardonnay” e adesso “Battaglia navale”

Abbiamo fatto qualche domanda a Lavinia:

Ciao Lavinia, ci parli un po’ del tuo progetto musicale e di questo nuovo singolo?

Ciao! Mi è sempre piaciuto cantare, a seguito di varie esperienze mi sono trovata ad essere piena di emozioni e a non sapere come sfogarle, quindi ho iniziato a dedicami alla scrittura dei singoli, assieme ad Antonio Condello. Nei testi metto me stessa, le mie emozioni, per cercare di lasciare andare i ricordi ma non solo, anche per cercare di tendere una mano a coloro che, come me, si sono trovati in difficoltà.Il nuovo singolo, infatti, parla di una mia amicizia passata che è giunta al capolinea un po’ di tempo fa, è stata una cosa che mi ha colpito profondamente e non avrei potuto non scriverci su. 

Battaglia navale è un brano che parla di amicizia, è un testo autobiografico? Pensi sia più difficile oggi per la vostra generazione instaurare rapporti di amicizia sinceri e duraturi?

Si, è un testo autobiografico perché ho scritto, oltre che sull’amicizia, anche su come io personalmente affronto il dolore che ho rappresentato tramite la metafora del gioco “battaglia navale”: le navi siamo noi persone e i “bombardamenti” rappresentano le sfide, i dolori che la vita ci pone davanti. “Stasera affondo giocando a battaglia navale da sola”, perché spesso siamo noi che gli artefici del nostro dolore. Secondo me dipende sempre dalle persone che ci si trova di fronte. Un annetto fa circa ho stretto molto con il mio attuale gruppo di amici, quindi non è vero che le amicizie non si possono fare da grandi, né tanto meno che non si possano instaurare rapporti sinceri. Basta solo trovare le persone giuste delle quali potersi fidare.

Cosa ne pensi della attuale scena musicale? Credi sia più difficile per una ragazza che proviene dal sud riuscire a farsi notare?

Non saprei definire l’attuale scena musicale perché è in continua evoluzione. C’è una nuova ricerca musicale, a volte è presente anche un ritorno al passato con linee melodiche cantautoriali, ma le produzioni sono molto più fresche (ad esempio il caso della Generazione Z)! C’è un modo di cantare e raccontare le proprie storie in un modo diverso rispetto al passato. No, non penso proprio, d’altronde ne è prova il fatto che molti cantanti di successo provengano dal sud.

Quali sono state le tue influenze musicali? Qual è la ricetta perfetta secondo te per un brano di successo?

Fin da piccola sono stati i miei genitori a cercare di trasmettermi l’amore per la musica: papà ha studiato violino in conservatorio per molti anni, a mamma è sempre piaciuto cantare. Mi ricordo che da piccola mi facevano ascoltare Branduardi, Mia Martini, insomma un po’ tutti gli artisti del passato.Una cosa che secondo me non deve mai mancare in un brano è la sincerità, la verità, perché altrimenti gli ascoltatori potrebbero non riuscire a capire il vero messaggio della canzone o le emozioni che noi artisti cerchiamo di trasmettere. Non so se esiste una ricetta perfetta per un brano di successo!

Stai lavorando a nuovi brani? Hai progetto per il prossimo futuro?

Si, sto già lavorando a nuovi brani. Io scrivo sempre, non mi fermo mai! Ho tantissimi progetti per il futuro e non vedo l’ora di rendervi partecipi.

SEGUI LAVINIA SU INSTAGRAM