28 Novembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Al via la nuova stagione del teatro Comunale di Laterina

Un cartellone che spazia tra impegno civile, intrattenimento, riflessioni sulla storia recente. Il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo: “Una programmazione molto significativa. Investire in cultura significa costruire il futuro”

Dodici date per un cartellone che mette insieme impegno civile, approfondimento sui temi della storia recente, ma anche intrattenimento e uno sguardo sorridente sul presente. Torna la stagione del Teatro comunale di Laterina, in scena da novembre a maggio, realizzata in collaborazione col Comune di Laterina Pergine Valdarno e costruita da Riccardo Vannelli, direttore artistico di Dritto e Rovescio, associazione che gestisce il teatro stesso. ‘Riportando tutto a casa’, citazione del titolo del primo album del Modena City Remblers, dà il nome al programma, a sottolineare il ritorno alla normalità, dopo l’anno della ripartenza post-pandemica.

“Una programmazione molto significativa”, ha affermato il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo nel corso della presentazione a palazzo del Pegaso, ringraziando la sindaca del Comune di Laterina, Simona Neri “che, in un tempo complesso per quanto riguarda le finanze pubbliche, mette una grande attenzione sui temi della cultura”. “Investire in cultura – ha continuato Mazzeo – vuol dire investire in libertà e non è facile, soprattutto dopo un periodo in cui ci siamo chiusi a causa della pandemia. La cultura è un bene comune importante come l’acqua, e i teatri e le biblioteche sono come gli acquedotti. È qui che nasce la formazione, la cultura delle ragazze e dei ragazzi. E quando vedo che si investe in tutto questo, apro con piacere le porte del Consiglio regionale. Ai nostri ragazzi bisogna mandare un messaggio di speranza: investire nei nostri teatri, nelle nostre biblioteche vuole dire costruire per loro un futuro migliore”.

La nuova stagione del teatro, che prenderà il via sabato 19 novembre con ‘I prossimi sposi’, divertente commedia di Uberto Kovacevich, vedrà avvicendarsi sul palco artisti e compagnie provenienti da tutta Italia, ma non mancheranno realtà locali, come ha evidenziato la sindaca di Laterina Pergine Valdarno, Simona Neri. “Siamo orgogliosi di questo ritorno a casa e ci tengo a sottolineare il legame che in questi anni ‘Diritto e Rovescio’ ha saputo creare col nostro territorio – ha detto – All’interno di questa programmazione ci sono appuntamenti storici e tradizionali che vedono protagoniste l’associazione dei Presepi di Laterina, la compagnia teatrale Monti in Laterina, e la filarmonica Santa Cecilia, che fa musica di grande qualità e rappresenta una realtà territoriale sociale importante per il nostro comune”.

A entrare nel dettaglio della programmazione Riccardo Vannelli. “Abbiamo voluto riportare in scena varie tipologie di spettacolo, da quelle che incontrano un pubblico più giovane, fino a spettacoli di impegno civile e di prosa. Quello di sabato prossimo, ‘I prossimi sposi’ segna un ritorno a Laterina della Libera Accademia del teatro di Arezzo, mentre il 17 dicembre Carlo Albè porterà per la prima volta in toscana uno spettacolo sulla vita di Enzo Biagi. Altra prima regionale ‘Il numero ventidue’ che racconta la vera vita di Santa Caterina da Siena. Ci saranno poi proposte più giovanili, mach di improvvisazione e concerti”.

Tra le sezioni extra stagione di prosa, una particolare attenzione va a ‘(R)esistenze Ribelli’, che il 24 aprile 2023 prevede l’incontro “Don Milani e la scuola di Barbiana”, con la giornalista Sandra Gesualdi, dedicato alla grande figura del sacerdote fiorentino in occasione del centesimo anniversario dalla nascita.

“Il teatro è ancora oggi è un presidio di democrazia, un luogo in cui il pensiero critico si rinnova – ha detto Gesualdi -. Quindi ci è sembrata un’idea molto bella dare spazio all’esperienza didattica di Don Milani a Barbiana. Barbiana è stata da una parte l’esilio per Milani, dall’altra il luogo in cui è germogliata la scuola dell’inclusione, della solidarietà, che non lascia indietro nessuno, in cui si sviluppa un pensiero critico di cui oggi più che mai abbiamo bisogno. È importante che i ragazzi facciano propri i pensieri, i luoghi, gli atteggiamenti della resistenza e che imparino a dire di no”.

Il 24 aprile per ‘Suoni, canti, parole di resistenza’ sul palco saranno presenti i BAM un gruppo di musicisti composto da insegnanti e allievi dei licei di San Giovanni Valdarno.

Il teatro comunale di Laterina, inaugurato nel 2013, si trova incastonato nel centro storico del paese medievale, ha 119 posti, ed è strutturato in modo da permettere un’ottima visibilità sia dalla platea che dalla gradinata.

———————————————————————————————————————————–

La stagione nel dettaglio

Il 19 novembre lo spettacolo di apertura è la divertente commedia di Uberto Kovacevich “I prossimi sposi”, uno spettacolo per chi vuole divertirsi, ridere e non pensare per un po’ alle ambasce della vita.

Il 3 dicembre “La favola del figlio cambiato” di Luigi Pirandello regia di Riccardo Vannelli, produzione Dritto e Rovescio APS.

Il 17 dicembre “Quante trame di vita”: Carlo Albè racconta Enzo Biagi.

Il 21 gennaio “La zanzara” di Alessandro Giuseppe Tedesco regia Manola Rosadini con i Prestavoce, produzione associazione culturale Paro Paro.

Il 4 febbraio: “Il numero ventidue” di Alessia Giovanna Matrisciano con Chiara Cappelli – musiche di Federica Clementi.

Il 10 febbraio Giorno del ricordo con “Storie quasi vere”.

Il 18 febbraio “Pierino e il lupo” con le musiche del maestro Orio Odori testi e voce recitante Riccardo Vannelli con la filarmonica G.Verdi di Loro Ciuffenna.

Il 4 marzo “Viaggio nell’anima” regia testi e musica di Emanuela Chiodi – clarinetto Eros Mele pianoforte Emanuela Chiodi con Veronica Grazzini – produzione i Colori della Musica.

Il 18 marzo i Carbonara Blues in concerto.

Il primo aprile “Tanto gentile” di e con Alessandra Bedino – produzione Interno 12 APS.

Il 15 aprile Match di improvvisazione teatrale con Area Mista.

Il 7 maggio “Musical dei musical 2” regia di Stefano Bennati, Summer & Winter company – produzione Stereosound MusicStage.