28 Novembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Poker d’assi per I4T a TTG Travel Experience

Garrone I4T

Prodotto, formazione e una parentesi di convivialità: I4T partecipa a TTG Travel Experience con un nuovo stand di grande impatto visivo, per accogliere gli agenti di viaggio e presentare le novità sviluppate per l’autunno inverno.

Le parole di Giovanni Giussani, direttore commerciale I4T

Giovanni Giussani, direttore commerciale I4T, dichiara: “Il mercato delle polizze viaggio sta andando bene: nei mesi estivi è cresciuto anche in misura maggiore rispetto alla ripresa del settore, segno che l’assicurazione è un elemento imprescindibile del viaggio. Nonostante le preoccupazioni legate all’inflazione e alla crisi geopolitica, l’outlook per i prossimi mesi è positivo: a TTG Travel Experience presentiamo una serie di novità pensate proprio per la stagione invernale, con focus sul lungo raggio e un occhio di riguardo all’incoming”.

Le novità

Si parte dalla nuova formulazione di I4Flight, la polizza contro i disagi legati al trasporto aereo, scioperi inclusi, che nel solo mese di settembre è stata acquistata da più di 7.000 clienti: oltre ad essere valida in caso di cancellazione del volo da parte del vettore, nella nuova versione la copertura comprende la modifica del viaggio, con massimale esteso a 1.500 euro ad assicurato, più allineato alle esigenze dei voli intercontinentali.

Migliorate anche le prestazioni della Super Covid, la polizza sui maggiori costi sostenuti in caso di fermo sanitario in corso di viaggio: per renderla più adatta anche ai soggiorni sul lungo raggio, i massimali sono stati aumentati fino a 5.000 euro ad assicurato e 20.000 euro a pratica, tra i più alti sul mercato, e la copertura è stata estesa anche al compagno di viaggio non interessato dal fermo.

Per incentivare le prenotazioni anticipate e stimolare la fiducia dei consumatori, I4T mette a disposizione del trade Annullamento Full, copertura annullamento che supera la logica dei “rischi nominati” ed è valida anche in caso di eventi imprevedibili al momento della prenotazione e circostanze inevitabili ad essi collegate, comprese guerre e catastrofi naturali.

Infine, novità sul fronte delle polizze Incoming, con la possibilità di offrire le coperture annullamento anche ai passeggeri non residenti in Italia, new-entry di assoluto interesse per il mercato.

Il commento di Giusy Fiscella, legal affairs manager I4T e responsabile del servizio di consulenza S4T

Ampio lo spazio dedicato alla formazione con il convegno “Viaggi e Regole: è tempo di cambiare?” (giovedì 13 ottobre ore 12:30 sala Cedro) a cura di Giusy Fiscella, legal affairs manager I4T e responsabile del servizio di consulenza S4T, che spiega: “Insieme agli avvocati Francesco Morandi, Nicola Soldati e Simone Vernizzi, tutti provenienti dal mondo accademico, tracceremo l’evoluzione della normativa del turismo con l’obiettivo di individuare un punto di incontro tra i diritti del passeggero e le esigenze delle imprese, alla luce di pandemia, guerra e crisi energetica. Analizzeremo anche il sempre delicato equilibrio tra la responsabilità del tour operator e quella del fornitore e il processo di revisione della direttiva pacchetti, con i suoi inevitabili riflessi in campo assicurativo”.

Tutti i giorni, dalle 12 alle 14, il grande bancone centrale dello stand ospiterà stuzzicanti aperitivi a base di birra e snack, per un momento di puro relax e per brindare insieme agli agenti di viaggio nella speranza di una ripresa duratura.

Le dichiarazioni di Christian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa I4T

Anche se il mercato del turismo sembra avviato verso un’era post-pandemia – commenta Christian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa I4Ta livello assicurativo l’emergenza è ancora molto sentita. Alcune coperture, come l’annullamento o i maggiori costi in caso di fermo sanitario in corso di viaggio sono centrali nelle richieste degli agenti. Possiamo tuttavia iniziare a immaginare un futuro nel quale molte prestazioni inserite nelle polizze per rispondere all’emergenza pandemica saranno scorporate dal prodotto base e proposte come ancillari”.