2 Dicembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

L’impegno di UniCredit per Diversity, Equity & Inclusion

Il 31 marzo, UniCredit aderisce al Transgender Day of Visibility, una giornata per celebrare gli individui transgender e non-binary in tutto il mondo e un momento per valorizzare l’importanza del raggiungimento dell’uguaglianza e di un continuo progresso per tutti.

A testimonianza del suo impegno nel sostenere e valorizzare la diversità, il Gruppo ha introdotto una nuova serie di linee guida per:

  • Linguaggio inclusivo;
  • Processo di assunzioni inclusivo;
  • Gestione della transizione di genere sul posto di lavoro per continuare acostruire e promuovere una cultura dell’inclusione.

La nuova DE&I (Diversity, Equity & Inclusion) Global Policy e le nuove linee guida di UniCredit sono molto più di un insieme di regole da rispettare per i dipendenti. Sono parte della cultura di UniCredit, ossia i principi guida che integrano ogni aspetto del modo in cui la Banca opera, all’interno e fuori dal luogo di lavoro.

La diversità ha molteplici aspetti, incluso quello legato al genere. E la transizione di genere inizia molto prima di un cambiamento effettivo nei documenti ufficiali. UniCredit farà tutto ciò che è in suo potere per sostenere le sue persone proprio in questo processo di transizione, fornendo fin dall’inizio un supporto a tutte le parti coinvolte: i colleghi, i manager e i People & Culture Business Partner.

Secondo le sue nuove linee guida, UniCredit nominerà quindi, in accordo con il dipendente, un manager all’interno della sua linea gerarchica, che sarà il principale punto di contatto. Il manager concorderà con il dipendente un piano d’azione per introdurre e gestire la transizione sul luogo di lavoro, assicurando il massimo supporto al dipendente.

Quando la persona in fase di transizione di genere dichiara di essere pronta e, più in generale, dal momento in cui verrà effettuata la comunicazione del cambio di genere, è fondamentale adattare il linguaggio alla mutata realtà della persona, con l’adozione di termini, nomi e pronomi scelti dal dipendente. UniCredit incoraggia le sue persone a supportare la comunità transgender e a fare la differenza, nelle parole e nei fatti.

La banca si impegna per un approccio a tolleranza zero contro ogni forma di molestia, discriminazione e violenza nei confronti di ogni persona, cliente o dipendente basata sull’identità di genere o sull’espressione di una diversità di genere. L’approccio concreto del Gruppo volto a creare un ambiente che offra pari opportunità sia ai dipendenti che ai clienti, comprende anche un innovativo progetto di sensibilizzazione in Italia, che permette l’identificazione formale dei clienti in fase di transizione di genere, in modo tale da poter garantire loro il dovuto supporto e servizio da parte degli operatori nelle filiali di UniCredit.

Ora più che mai, il Gruppo comprende che le persone giocano un ruolo fondamentale nel costruire un domani migliore. UniCredit continua a coltivare con convinzione la sua ambizione di promuovere una cultura dell’inclusione, creando un luogo di lavoro pienamente inclusivo per tutti.

Il Gruppo illuminerà anche la sua spire nella sede centrale nel cuore di Milano in onore della Giornata Mondiale della Visibilità Transgender, per difendere i diritti e dare visibilità alle persone transgender e non-binary.

Guidata dallo scopo del Gruppo di fornire alle comunità le leve per il progresso, UniCredit è fortemente impegnata a creare e mantenere un luogo di lavoro rispettoso con idee e valori condivisi, muovendosi verso un ambiente unito e diversificato dove i dipendenti vengono rispettati. A ulteriore conferma di questo, i dipendenti hanno la garanzia di sentirsi sicuri nel poter sollevare eventuali problematiche, senza timore di ritorsioni, attraverso i canali di segnalazione del Gruppo.

Questo impegno è sostenuto dal Group Executive Committee attraverso la Dichiarazione congiunta sulle pari opportunità e la non discriminazione e il sostegno agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs) affinché nessuno venga lasciato indietro.