19 Agosto 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

<div class="at-above-post addthis_tool" data-url="https://www.zarabaza.it/2021/12/20/investiamosociale-ecco-i-vincitori/"></div>Premiati cinque progetti. L’iniziativa è stata indetta con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo dell’imprenditorialità sociale e di promuovere progetti ad alto impatto per la comunità <!-- AddThis Advanced Settings above via filter on get_the_excerpt --><!-- AddThis Advanced Settings below via filter on get_the_excerpt --><!-- AddThis Advanced Settings generic via filter on get_the_excerpt --><!-- AddThis Share Buttons above via filter on get_the_excerpt --><!-- AddThis Share Buttons below via filter on get_the_excerpt --><div class="at-below-post addthis_tool" data-url="https://www.zarabaza.it/2021/12/20/investiamosociale-ecco-i-vincitori/"></div><!-- AddThis Share Buttons generic via filter on get_the_excerpt -->

“InvestiAMOSociale”, ecco i vincitori del concorso

per supportare progetti ad alto impatto sociale

Sul podio: Aris Formazione e Ricerca, La Bottega Azzurra, CIS Creare Innovazione Sociale, Paneolio Impresa sociale e RE.LEG.ART.

Si è conclusa la prima edizione di InvestiAMOsociale, concorso promosso da Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e UniCredit, in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture e il coinvolgimento dei partner Human Foundation, Confcooperative, Legacoop Umbria, Cesvol Umbria e con il supporto scientifico di AICCON (Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit). Rivolta agli Enti del Terzo Settore, l’iniziativa è stata indetta con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo dell’imprenditorialità sociale e di promuovere progetti ad alto impatto per la comunità. Una risposta forte e concreta, dunque, alla domanda di servizi esplosa nel territorio dopo l’emergenza sanitaria alla quale Stato e mercato non riescono a rispondere da soli. Una domanda che ha bisogno di essere intercettata attraverso un’iniezione di energia da parte dell’imprenditoria sociale, di organizzazioni che alimentano legami, che generano valori e soluzioni capaci di supportare l’innovazione e di creare occupazione rispondendo ai bisogni dei cittadini. 

Lunedì 20 dicembre sono stati decretati i cinque vincitori del concorso, pensato come sfida per sollecitare queste energie:

  • Aris Formazione e Ricerca, con il progetto Aris – Green community
  • La Bottega Azzurra, con il progetto La Bottega Azzurra
  • CIS Creare Innovazione Sociale, con il progetto OccuPazzia
  • Paneolio Impresa sociale, con il progetto Pi-next: Innovazione agrisociale a Pietralunga
  • RE.LEG.ART, con il progetto RE.LEG.ART OPEN Lab

RE.LEG.ART si aggiudica inoltre il premio speciale come progetto più tecnologicamente innovativo.

Le imprese vincitrici, attive sul territorio di tradizionale operatività della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, hanno partecipato al concorsoattraverso la piattaforma digitale idea360 messa a disposizione da Fondazione Italiana Accenture.

Una giuria composta da rappresentanti di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, UniCredit, Fondazione Italiana Accenture, AICCON e Human Foundation ha valutato le migliori proposte stilando una prima classifica composta da 15 Enti finalisti che sono stati ammessi alla fase successiva: un workshop formativo con esperti, finalizzato all’acquisizione e al rafforzamento di competenze utili al perfezionamento dei progetti presentati.

L’iniziativa – che vede insieme vari attori primari nell’ecosistema dell’innovazione sociale italiana – è stata infatti resa possibile grazie all’impegno congiunto dei diversi partner.

Le imprese giunte sul podio hanno dimostrato – nel corso delle rispettive sessioni di lancio (“pitch”) svolte nella giornata del 20 dicembre – di sapere presentare efficacemente la loro idea imprenditoriale, perfezionata anche grazie al workshop formativo gratuito.

I cinque progetti proclamati vincitori sono stati scelti sulla base dei modelli di business presentati che, oltre alla solidità economica, puntano a generare un impatto sociale sul territorio, ad esempio favorendo l’occupazione e l’assistenza di persone in condizioni di fragilità, vulnerabilità o disabilità, preservando l’ambiente, offrendo servizi di welfare aziendale, servizi educativi e di valorizzazione socio-culturale.

Per ciascuna delle realtà imprenditoriali vincitrici è previsto un contributo in denaro di 30mila euro, stanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. A ciò si aggiunge il premio speciale pari a 10mila euro, erogato da Fondazione Italiana Accenture a favore del progetto ritenuto più tecnologicamente innovativo tra i vincitori. Inoltre, è offerta loro la possibilità di accedere a un finanziamento UniCredit ad impatto sociale fino a 90mila euro – a tasso zero per il finanziato, in virtù del contributo in conto interessi garantito dalla stessa banca – nell’ambito del programma UniCredit Social Impact Banking. Quest’ultimo prevede anche il riconoscimento di una premialità fino a 4mila euro al raggiungimento degli obiettivi sociali dei singoli progetti premiati, secondo lo schema del pay for success.

Ai vincitori è garantita anche la possibilità di usufruire di servizi di tutoring e mentoring curati da Cesvol Umbria, Confcooperative Umbria e Legacoop Umbria.

Human Foundation, infine, con il contributo di UniCredit, provvederà a fornire formazione e supporto tecnico per la valutazione e rendicontazione dell’impatto sociale delle attività avviate dalle organizzazioni vincitrici.

“Abbiamo creduto fermamente nel concorso “InvestiAmosociale”, parte integrante di una linea strategica attivata dalla nostra Fondazione in via sperimentale nel 2021 per sostenere il Terzo settore non solo sotto il profilo economico ma soprattutto fornendo agli operatori le conoscenze e le competenze necessarie ad affrontare i cambiamenti e le sfide del futuro. La premiazione di oggi dimostra che abbiamo centrato pienamente il nostro l’obiettivo: sostenere l’avvio di imprese sociali attraverso strumenti innovativi in grado da un lato di favorire l’accesso al credito, dall’altro di potenziare le capacità imprenditoriali dei partecipanti che, attraverso una formazione mirata, potranno dar vita a progetti di grande impatto sul nostro territorio. Il punto di forza dell’iniziativa è rappresentato dalla co-progettazione e dalla sinergia attivata con gli altri partner nazionali, a partire da UniCredit – con cui abbiamo condiviso la volontà di dare vita al progetto – fino a Fondazione Italiana Accenture, Aiccon e Human Foundation, nonché dal fondamentale contributo di Confcooperative Umbria, Legacoop Umbria, Cesvol Umbria, le realtà locali che hanno aderito all’iniziativa. Questa azione di squadra ha permesso di intercettare progetti di elevata qualità, che ci auguriamo possano avere tutti attuazione. Da parte della nostra Fondazione c’è la volontà di proseguire questo percorso con una nuova edizione del concorso già prevista nel Documento Programmatico Previsionale 2022 presentato proprio in questi giorni”.

“É con grande soddisfazione – afferma Livio Stellati, Responsabile Territorial Development Centro Nord UniCredit – che premiamo cinque realtà imprenditoriali del territorio, celebrando la loro vittoria e quella dell’intera collettività. Quest’ultima è infatti la prima destinataria dei nuovi servizi ad alto impatto sociale che grazie a questi progetti saranno realizzati. Siamo orgogliosi del risultato ottenuto dalla sinergia tra partner di rilievo che ha saputo tradursi in una risorsa preziosa a beneficio dello sviluppo economico e sociale del territorio. Un obiettivo che, come banca, perseguiamo con un ruolo sempre più attivo. Ciò anche grazie al nostro programma Social Impact Banking attraverso il quale siamo non solo finanziatori, ma anche protagonisti e facilitatori di un cambiamento positivo nella comunità, per contribuire allo sviluppo di una società più equa e inclusiva individuando, finanziando e promuovendo iniziative che hanno un impatto sociale positivo”.

“Siamo molto contenti – afferma Simona Torre, Direttore Generale di Fondazione Italiana Accenture – di avere messo una volta ancora la nostra piattaforma digitale idea360 al servizio di un programma che intercetta e premia progetti ad impatto sociale. Siamo altrettanto felici di assegnare anche in questo caso un premio speciale, per la realtà che ha dimostrato di saper utilizzare la tecnologia in modo creativo e innovativo, orientato ad ampliare la portata dell’impatto generato. Ci auguriamo che la stessa esperienza possa essere replicata e in futuro, anche in altri territori, grazie alla preziosa collaborazione con UniCredit”.