Luglio 31, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Il gruppo di cantine con sede a Lazise e produzioni in Veneto e Puglia riparte con una grande offerta di attività per coinvolgere gli enoturisti: escursioni in barca nel Mar Ionio, visite nel Parco Archeologico, corsi di cucina della tradizione e degustazioni nella masseria e nella sede produttiva.

Lazise (Vr) – Dalle degustazioni in barca in attesa di avvistare delfini e balene, alle passeggiate nella storia, fino ai corsi di cucina della tradizione, Tinazzi accompagna i winelovers per tutta l’estate 2021 con la Tinazzi Italian Experience, l’esperienza di enoturismo che ha l’obiettivo di coinvolgere e appassionare gli amanti del vino di tutto il mondo e di tutte le età.

Il gruppo di cantine con produzioni in Veneto e Puglia torna a offrire le esperienze che permettono di scoprire i piaceri del cibo e della cucina, l’amicizia e la convivialità, la vita del vigneto e il rapporto con le stagioni.

Alle degustazioni e ai corsi di cucina si aggiungono quest’anno anche due imperdibili appuntamenti come “Ricercatore per un giorno”, escursione nel Mar Ionio con degustazione, realizzata in collaborazione con la Jonian Dolphin Conservation e la possibilità di visitare il parco archeologico scoperto nella cantina San Giorgio in Puglia.

Diversi tipi di proposte consentono di conoscere attraverso il vino luoghi dell’Italia di una bellezza incontaminata, dalle degustazioni From Veneto to Puglia nella sede di Lazise a quelle dedicate ai vini pugliesi nella Masseria Feudo Croce in Salento, a due passi dal mare.

“Nell’estate della ripartenza siamo felici di tornare a proporre tutte le nostre attività enoturistiche, attentamente rimodulate per garantire sempre la salute e della sicurezza dei nostri clienti” afferma Gian Andrea Tinazzi, titolare del gruppo di cantine.

Ecco tutti gli appuntamenti dell’estate della Tinazzi Italian Experience:

PUGLIA

Alla scoperta dei delfini con “Ricercatore per un giorno”- Molo Sant’Eligio, Taranto

Prosegue per il secondo anno consecutivo la partnership tra San Giorgio, cantina pugliese del gruppo Tinazzi, e Jonian Dolphin Conservation, organizzazione per la salvaguardia dei cetacei nel Golfo di Taranto.

“Ricercatore per un giorno” porta i turisti alla scoperta del Golfo di Taranto nel Mar Ionio Settentrionale, a bordo dei Catamarani Taras e Extraordinaria, in un’escursione che li coinvolge in tutte le fasi della ricerca, dall’avvistamento dei cetacei sino alla raccolta dati, insieme a biologi, veterinari e ricercatori che raccontano il mondo marino.

I vini della cantina San Giorgio – bianco, rosato o rosso da bere freddo – accompagnano le uscite di “Ricercatore per un giorno”, serviti in bicchieri ecosostenibili.

Da quest’anno c’è anche una novità: ogni mercoledì gli ospiti della MSC crociere Seaside potranno partecipare alle uscite in catamarano per conoscere Taranto dal mare, degustando il vino direttamente a bordo.

I tour si svolgono giornalmente per tutta l’estate.

Per maggiori informazioni e prenotazioni:

https://www.joniandolphin.it/wordpress/2017/prenota/.

Una passeggiata nella storia nel Parco archeologico di San Giorgio – Faggiano (Ta)

Nella nuova sede della cantina San Giorgio – Vini Nobili del Salento è stato scoperto un sito archeologico composto da una piccola necropoli e una grotticella probabilmente risalenti al periodo alto medievale. Un ritrovamento che ha emozionato la famiglia Tinazzi, che ha deciso di affidarsi all’esperienza dell’Archeoclub di Carosino per scavare nella storia di una terra che nel tempo non è stata solo in grado di produrre ottimi vini, ma anche opere d’arte dall’inestimabile valore storico.

I visitatori potranno immergersi nella storia con le passeggiate lungo il percorso storico-archeologico, che si concludono con la degustazione dei vini prodotti nella vicina Masseria Feudo Croce. Per info e prenotazioni 099 5924445 o info@cantinesangiorgio.it.

Le degustazioni in Puglia – Feudo Croce, Carosino (Ta)

La famiglia Tinazzi accoglie gli appassionati nella sua tenuta pugliese, Feudo Croce, per una vera esperienza italiana che avvicina gli enoappassionati e non solo alla vita della cantina, ai suoi spazi, alle persone che la vivono. La degustazione è preceduta da una visita alla masseria Feudo Croce con mostra fotografica e bottaia, una passeggiata tra i vigneti di Primitivo e degustazione di 4 vini tipici del territorio accompagnati da ricco aperitivo. Tutte le degustazioni si svolgono previa prenotazione e in totale sicurezza, e vengono organizzati gruppi di massimo 6 persone (dal lunedì al venerdì minimo 2 persone, sabato e domenica minimo 4 persone).

Per info e prenotazioni:

https://www.tinazzi.it/tinazzi-experience/richiesta-informazioni-puglia/?esperienza=visita-e-degustazione

VENETO

Le degustazioni in Veneto – Lazise (Vr)

Nella sede produttiva della cantina a Lazise, la famiglia Tinazzi attende gli enoappassionati con tre diverse tipologie di degustazione, per offrire una panoramica completa dei vini del territorio e un confronto tra le produzioni venete e pugliesi. È possibile aggiudicarsi la degustazione Lago di Garda Experience (Ca’de’Rocchi Custoza Dop – Ca’de’Rocchi Campo delle Rose, Bardolino Chiaretto Dop – Ca’de’Rocchi Bardolino Dop – Ca’de’Rocchi Monterè, Valpolicella Superiore Ripasso Dop), la Valpolicella Experience (Ca’de’Rocchi Campo delle Rose, Bardolino Chiaretto Dop – Ca’de’Rocchi Corvé, Corvina Verona Igp – Ca’de’Rocchi Monteré, Valpolicella Superiore Ripasso Dop – Ca’de’Rocchi La Bastia, Amarone della Valpolicella Docg) e l’esperienza From Veneto to Puglia (Ca’de’Rocchi Custoza Dop – Feudo Croce Aléa, Malvasia Bianca Igp – Ca’de’Rocchi Corvè, Corvina Verona Igp – Feudo Croce Megale, Negroamaro Salento Igp – Feudo Croce Imperio, Primitivo di Manduria Dop). Anche nella sede di Lazise le degustazioni sono previa prenotazione e svolte con protocolli di sicurezza che prevedono gruppi di massimo 6 persone (dal lunedì al venerdì minimo 2 persone, sabato e domenica minimo 4 persone).

Per info e prenotazioni:

https://www.tinazzi.it/tinazzi-experience/richiesta-informazioni-veneto/?esperienza=lago-di-garda-experience

Le Cooking Class di cucina della tradizione – Bardolino (Vr)

Per permettere ai propri clienti di scoprire i segreti della cucina italiana, Tinazzi ha coinvolto un team di chef professionisti che guideranno i partecipanti nella scelta di prodotti stagionali e riveleranno i loro trucchi e le ricette della tradizione, come pasta fatta in casa, sughi con verdure di stagione e i segreti per tiramisù perfetto. Alla fine del corso ogni partecipante potrà gustare il pranzo preparato in abbinamento ai vini della cantina.

I corsi si tengono nella splendida cornice della Tenuta Valleselle a Bardolino.

Per info e prenotazioni:

https://www.tinazzi.it/tinazzi-experience/richiesta-informazioni-veneto/?esperienza=programma-tenuta-valleselle-bardolino

TINAZZI

I Tinazzi, nell’antica tradizione veronese, erano recipienti simili a botti dove si metteva l’uva pigiata a fermentare: una famiglia legata al vino persino nell’origine del nome. Non può che cominciare con questo curioso aneddoto la storia di Tinazzi, che inizia alla fine degli anni Sessanta a Cavaion Veronese (Vr), grazie all’impegno e alla passione di Eugenio Tinazzi. Gian Andrea Tinazzi, figlio del fondatore, all’epoca ancora diciottenne, segue subito il padre nella conduzione dell’impresa e allarga progressivamente gli orizzonti dell’azienda sia in termini di produzione che di mercati. Animato da uno spirito vivace, intraprendente e proattivo, trasforma negli anni l’azienda di famiglia da una realtà locale, che vende vini veneti DOC a piccole realtà del lago di Garda, all’attuale importante Gruppo esteso tra Veneto e Puglia, regione di grande carattere e dalle crescenti potenzialità qualitative, in cui i Tinazzi sono presenti dal 2001. Sotto la sua guida il gruppo produce vini d’alta qualità, venduti in 55 Paesi nel Mondo. Un’intuizione che ha portato l’azienda a diventare una delle più interessanti realtà della viticoltura italiana, con oltre 100 ettari di vigneti di proprietà e un’ampia proposta di iniziative legate alla cultura contadina e all’accoglienza.

Gli importanti premi internazionali, come i riconoscimenti di rinomate riviste come Wine Spectator, Wine Enthusiast e Decanter sono solo l’ultimo tassello della storia dei vini.