26 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Mauro Di Domenico: “fare il direttore artistico è come guidare una nave”

Parla il noto compositore Mauro Di Domenico alla direzione della seconda edizione di  “Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini” che prende il via ad Anguillara il 25 maggio

“Si parte bene. Si fa il varo con un trio di grande spessore”. Mauro Di Domenico, chitarrista, compositore ed arrangiatore, direttore artistico di “Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini” non nasconde entusiasmo per la nuova sfida che sta per iniziare. 

Con il gruppo “Gafarov Ensemble” diretto dal maestro Fakhraddin Gafarov si leva infatti il 25 maggio alle 18 il sipario sui concerti in programma per la seconda edizione della manifestazione negli spazi del Palazzo Baronale Orsini di Anguillara e dei giardini del Torrione cofinanziata da Regione Lazio e Città di Anguillara Sabazia. .

“Ne ho fatte tante di direzioni artistiche. Ho avuto modo anche di dirigere trasmissioni in diretta televisiva. In questi casi viene in aiuto l’esperienza di chi ha un background. Il direttore artistico è una figura che si occupa di ogni cosa, dalle proposte musicali ai posti a sedere, dalla spina elettrica all’accoglienza. Come un comandante di nave questa figura si interessa del complesso della manifestazione. E’ doveroso essere presenti fino alla chiusura di ogni appuntamento”

E’ un programma vario che guarda al mondo…

“L’avrei pensato esattamente così. Gafarov con il quale iniziamo è un artista molto importante. Abbiamo poi il 26 maggio alle 19 Dante Incanto di Esper Russo. Quando mi hanno chiamato a dirigere questa manifestazione, gli amici Massimo Straccini, Luciano Arfé, Massimo Bianchini e Annarosa Sprocati, ho apprezzato le proposte musicali, una selezione che arriva anche da un confronto con lo scomparso ideatore Federico Buonarroti che ebbe l’intuizione di mettere in connessione gli spazi storici con la musica alla ricerca di atmosfera. Si tratta di artisti di valore dei quali ho valutato lo spessore”.

Il mondo che in qualche modo arriverà ad Anguillara con questi concerti raccontano anche del suo vissuto artistico.

“Nati in riva al mondo, non a caso, così si chiama l’evento che presento ad Anguillara  il 9 giugno. E’ un titolo che dice tutto. E’ un progetto che mi accompagna da tempo, da quando negli anni Ottanta giravo il mondo con gli Inti Illimani. E’ anche il titolo del mio primo libro, accompagnato da un Dvd, e anche il mio secondo libro “Una chitarra al sud del mondo” ha questa visione”.

Musicista e anche scrittore. Sta andando molto bene l’ultimo suo libro sulla figura di Ennio Morricone.

“Scrivere è una delle altre mie attività. Oltre ai libri già citati ho scritto anche “Linea di confine” che racconta di una migrazione un po’ diversa, quella degli Arabi nella Sicilia dell’anno Mille. Nell’ultimo libro “Quando incontri una leggenda.Storia di un’amicizia con Ennio Morricone (Edizioni Curci) che è già alla terza ristampa con un contributo di Giuseppe Tornatore e  la prefazione di Mauro Pagani e Beppe Vessicchio racconto del mio filo diretto durato 27 anni con Morricone che ho conosciuto nel suo privato. Ci sentivamo senza intermediari e spesso andavo a trovarlo a casa sua. Mi ha scritto una canzone “Non telefonare” che fa il verso un po’ a “Se telefonando”. Mi ha permesso anche di trascrivere per chitarra alcuni suoi lavori. E’ stata una bellissima amicizia”.

Gentil Virginio Orsini le cui gesta sono raffigurate nelle logge che ospitano i concerti al Palazzo la riportano un po’ alla sua Napoli.

“Ho avuto modo di conoscere gli spazi con una guida esperta come Viviana Normando. In aula consiliare c’è una veduta antica di Napoli. Le mura e il palazzo sono un biglietto da visita importante per Anguillara. Napoli sarà presente anche con un omaggio a Pino Daniele..”.

La Regione Lazio sostiene grazie al bando degli spettacoli dal vivo questo progetto. Come vede il rapporto con le istituzioni?

Il Palazzo potrebbe dare di più. Dobbiamo comunque constatare che, in questo caso, si registra sensibilità e sinergia tra le istituzioni”.

I giovani?

“Ho fiducia nei giovani. Insegno ormai da 14 anni chitarra classica alla Scuola Orchestra. Mi piace molto, a proposito di giovani, il percorso tracciato allo Spazio del Parco dove ho tenuto degli incontri e dove sono molto attivi i figli, la mia, come quelli di Federico Buonarroti e tanti altri. Ad Anguillara che per molti anni ho vissuto, date le tante tournée, quasi come fosse solo un luogo dove rientrare a casa e riposarmi, sto trovando invece delle bellissime realtà che sto coltivando ed ampliando, le faccio crescere in me, spero anche con la comunità locale”. 

Per informazioni +39 3792022023 eventi@dmobeltur.it

Per prenotazioni: 

https://www.eventbrite.it/e/atmosfere-nel-palazzo-e-nei-giardini-ii-edizione-tickets-900100062517?aff=ebdssbdestsearch&keep_tld=1

Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini – II edizione – Programma

25 maggio 2024 – Viaggio verso Oriente di di Gafarov Ensemble 

Doppio spettacolo alle 18 e 19 al Palazzo Baronale 

Il trio “Gafarov Ensemble” propone un repertorio, sia colto, sia popolare, di melodie raccolte in diversi Paesi mediorientali come Azerbaijan, Turchia, Iran, Afghanistan. Fondato e diretto dal maestro Fakhraddin Gafarov, utilizza strumenti tradizionali a corde pizzicate, a fiato e a percussione.

26 maggio 2024 – Dante Incanto dell’Associazione Culturale Il Salto

Doppio spettacolo alle 18 e 19 al Palazzo Baronale 

I canti della Divina Commedia per soprano, piccola orchestra e voce recitante.

1° giugno 2024 – Aeternitas di di G. Dal Bianco e G. Laudanna 

Doppio spettacolo alle 18 e 19 al Palazzo Baronale 

Performance sonora con la presenza di molti strumenti diversi provenienti da ogni parte del mondo.

2 giugno 2024 – Didjin-Beat: Didgeridoo and Electronics di Christian Muela

Doppio spettacolo alle 18 e 19 al Palazzo Baronale 

Didgeridoo, jaw harp, flauti etnici e percussioni.

8 giugno 2024 – La Piazza di Pino Pontuali

Spettacolo unico alle 21 ai Giardini del Torrione. 

Canti e musiche tradizionali del Lazio.

9 giugno 2024 – Nati in riva al mondo di Mauro Di Domenico

Spettacolo unico alle 21 ai Giardini del Torrione. 

Viaggio all’interno del repertorio del noto compositore ed arrangiatore italiano.

15 giugno 2024 – Musiche e Danze Popolari de I Dissonanti

Spettacolo unico alle 21 ai Giardini del Torrione. 

Viaggio nei suoni e nelle tradizioni del Centro/Sud Italia.

16 giugno 2024 – Limaires del Trio Cardò

Spettacolo unico alle 21 ai Giardini del Torrione. 

Omaggio a molte musiche e ritmi del folklore sudamericano.

21 giugno 2024 – “Viaggio nell’anima del Portogallo” dei Poemas do Mar

Spettacolo unico alle 21 ai Giardini del Torrione. 

Affascinante viaggio nel Fado, essenza della cultura musicale portoghese.

29 giugno 2024 – E così tutto canta: dialoghi e musiche per un futuro possibile dei Mish Mash 

Spettacolo unico alle 21 ai Giardini del Torrione.  

Magnifico viaggio nella mescolanza di suoni che abitano il Mediterraneo, il mondo mediorientale e i Paesi dell’Est.

6 luglio 2024 – Ettore e Achille dell’Associazione Culturale Il Salto

Spettacolo unico alle 21 ai Giardini del Torrione. 

Un viaggio tra l’epico e il poetico nel cuore della cultura greca.

14 luglio 2024 – Navigazione attorno al monte Analogo di Michele Lobaccaro

Spettacolo unico alle 21 ai Giardini del Torrione. 

Un viaggio in musica intenso e cantautorale che, ispirandosi al romanzo incompiuto di René Daumal, canta l’asfissia del nostro tempo.