26 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

VERDI IN SCENA OGGI REGIA, STUDI, CRITICA, PRODUZIONE

Convegno internazionale realizzato

dal Teatro Regio di Parma e dall’Istituto Nazionale di Studi Verdiani

dedicato alla messinscena delle opere verdiane,

con la partecipazione di artisti, critici, registi e studiosi.

Comitato scientifico: Christian Arseni, Luis Gago, Francesco Izzo,

Alessandro Roccatagliati, Emanuele Senici, Alessio Vlad

Ridotto del Teatro Regio di Parma

giovedì 23, venerdì 24, sabato 25 maggio 2024

ingresso libero

Quali sfide comporta la messinscena dell’opera verdiana ai nostri giorni? Che rapporto c’è tra il dettato del compositore e le nuove tecnologie? Qual è il punto di vista delle nuove generazioni di artisti e creativi? Sono questi alcuni dei temi che saranno affrontati nel corso delle tre giornate del convegno internazionale Verdi in scena oggi: regia, studi, critica, produzione, realizzato dal Teatro Regio di Parma e dall’Istituto Nazionale di Studi Verdiani che avrà luogo giovedì 23, venerdì 24, sabato 25 maggio 2024 al Ridotto del Teatro Regio di Parma, ingresso libero. Il convegno sarà trasmesso in diretta streaming sul canale Youtube del Teatro Regio di Parma; per informazioni: Istituto Nazionale di Studi Verdiani tel. 0521 285273; segreteria@studiverdiani.it.

Alternando relazioni singole e tavole rotonde, il convegno, a cura del Comitato scientifico composto da Christian Arseni, Luis Gago, Francesco Izzo, Alessandro Roccatagliati, Emanuele Senici, Alessio Vlad, vedrà confrontarsi registi, critici, studiosi, dirigenti e consulenti di importanti teatri, interpreti affermati e artisti di nuova generazione, al lavoro per esplorare le nuove sfide della messinscena delle opere di Giuseppe Verdi nel quadro della contemporaneità.

Il convegno prenderà avvio giovedì 23 maggio alle ore 14.30 con i saluti istituzionali di Luigi Ferrari, Presidente Istituto Nazionale Studi Verdiani e di Luciano Messi, Sovrintendente Fondazione Teatro Regio. Le tre giornate vedranno la partecipazione di Giulia Carluccio, Carlo Fontana, Joan Matabosch, Sergio Morabito, Stefania Rimini, Clemens Risi, Sebastiano Rolli, Emilio Sala, Emanuele Senici, Marco Spada, Claudio Vellutini, Luca Zoppelli; dei registi Andrea Bernard, Valentina Carrasco, Emma Dante, Damiano Michieletto, Leo Muscato, Stefano Vizioli; dei giornalisti e critici musicali Angelo Foletto, Elvio Giudici, Alberto Mattioli, Carla Moreni, Roberta Pedrotti.

La giornata di chiusura sabato 25 maggio dedicherà uno sguardo particolare alle nuove generazioni di pubblico e artisti con la tavola rotonda Pensando a nuovi pubblici: quale ruolo alla regia? condotta da Emilio Sala e a seguire il workshop Regia e didattica, verso la professione del cantante-attore, che vedrà la partecipazione degli allievi dell’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma Zhadyra Abdullayeva (soprano), Qianhui Sun (mezzosoprano), Seungho Lee (tenore), Shi Yan (baritono), accompagnati al pianoforte da Claudia Zucconi, al lavoro sul quartetto dall’opera Rigoletto, insieme al Direttore didattico Francesco Izzo e alla regista Valentina Carrasco.

“Da tempo i registi, con i loro team creativi, sono divenuti protagonisti primari nella vita del teatro d’opera, a fianco di cantanti e direttori – spiega Alessandro Roccatagliati, curatore del Convegno – con esiti vari, non di rado magnificati, discussi o esecrati da specialisti e appassionati. A fronte di ciò, il Teatro Regio di Parma e l’Istituto Nazionale di Studi Verdiani, le due istituzioni che tra le prime operano per valorizzare il lascito musicale e culturale di Giuseppe Verdi, hanno voluto promuovere insieme tre giornate di riflessioni e discussioni che si annunciano vivaci e approfondite, grazie all’impostazione originale del Convegno. Con un auspicio: propiziare le consapevolezze e le condivisioni più ampie, su temi che interrogano e animano, oggi, ogni amante del teatro e della musica”.

Parma, 15 maggio 2024

Paolo Maier

Responsabile Comunicazione istituzionale, Ufficio stampa, Archivio

Teatro Regio di Parma

strada Garibaldi 16/A, 43121 Parma – Italia

Tel. +39 0521 203969 

p.maier@teatroregioparma.it 

stampa@teatroregioparma.it

www.teatroregioparma.it

VERDI IN SCENA OGGI:

REGIA, STUDI, CRITICA, PRODUZIONE

Idee a confronto sulla messinscena delle opere verdiane

tra artisti, operatori, specialisti e pubblico

Ridotto del Teatro Regio di Parma

giovedì 23, venerdì 24, sabato 25 maggio 2024

ingresso libero

GIOVEDÌ 23 MAGGIO 2024

ore 14.30 Saluti istituzionali

Luigi Ferrari (Presidente INSV), Luciano Messi (Sovrintendente Fondazione Teatro Regio di Parma)

ore 15.00 Tavola rotonda Ragioni e visioni per un convegno: Verdi in scena oggi

conduce Luciano Messi

discutono Luis Gago, Francesco Izzo*, Alessandro Roccatagliati, Emanuele Senici, Alessio Vlad

ore 16.30 Quadri teorici e prassi teatrale

conduce Luigi Ferrari

Luca Zoppelli (Fribourg), Trasmettere, tradurre, riscrivere: l’opera dal testo alla platea

Giulia Carluccio (Torino) – Stefania Rimini (Catania), «Non scuotere sarebbe stato tradire Verdi». Scena, immaginario e tecnologie nelle regie verdiane di Davide Livermore alla Scala

Claudio Vellutini* (Vancouver), “Macbeth”, tra fantastico e distopico

VENERDÌ 24 MAGGIO 2024

ore 9.30 Storia e presente della messa in scena verdiana

conduce Luca Zoppelli

Angelo Foletto (Milano), Da “Forza” a “Forza”. 60 anni di Verdi in scena alla Scala

Sergio Morabito (Vienna), Io la lingua, tu il pugnale”. Verso una ridefinizione scenica del rapporto fra parola e musica nel melodramma italiano dell’Ottocento

Emilio Sala (Milano), “Virtual history” e controfattualità nella regia operistica contemporanea: casi verdiani

ore 11.00 Tavola rotonda – Ragioni della musica vs ragioni della scena?

conduce Alessandro Roccatagliati

discutono Emma Dante*, Alberto Mattioli, Sebastiano Rolli, Stefano Vizioli

ore 14.30 Tavola rotonda – Perché e come il video sulla / per la scena operistica?

conduce Giulia Carluccio

discutono Andrea Bernard, Carlo Fontana, Roberta Pedrotti

ore 16.00 Inventare e reinventare Verdi

conduce Luis Gago

Clemens Risi* (Nürnberg-Erlangen), Verdi e il Regietheater. Necessità e vantaggi di attualizzazione e (ri)contestualizzazione: osservazioni su Dmitri Tcherniakov

Marco Spada (Roma), “Inventare il Vero”? Un problema superato

ore 17.30 Tavola rotonda Attualizzare l’opera: utile, indispensabile o problematico?

conduce Emanuele Senici

discutono Valentina Carrasco, Elvio Giudici, Joan Matabosch*

SABATO 25 MAGGIO 2024

ore 9.30 Tavola rotonda – Pensando a nuovi pubblici: quale ruolo alla regia?

conduce Emilio Sala

discutono Carla Moreni, Damiano Michieletto*, Luigi Ferrari, Leo Muscato*

ore 11.00 Workshop – Regia e didattica, verso la professione del cantante-attore: il quartetto di “Rigoletto”

insieme al lavoro Francesco Izzo, Valentina Carrasco e gli allievi dell’Accademia verdiana Zhadyra Abdullayeva (soprano), Qianhui Sun (mezzosoprano), Seungho Lee (tenore), Shi Yan (baritono); accompagnati al pianoforte da Claudia Zucconi

ore 12.30 Discussione finale

* Interventi a distanza, in streaming