30 Maggio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Radisson Hotel Group dà il benvenuto ai viaggiatori

Insieme ai suoi proprietari e azionisti Jin Jiang International, Radisson Hotel Group annuncia il suo programma “Guan Xin” (Benvenuto Cina) che include l’espansione dei suoi hotel in co-branding e un nuovo programma di servizi su misura per creare una casa lontano da casa per i suoi ospiti. Viaggiatori cinesi. Dopo il lancio iniziale nel 2019, Radisson Hotel Group lancerà altre otto proprietà in cobranding nel 2024 nell’area EMEA in hotel selezionati Radisson Blu e Radisson Collection, in linea con il pieno ritorno dei viaggi outbound cinesi.

Gli esperti del settore prevedono che il 2024 sarà un anno chiave per la crescita esponenziale del turismo cinese in uscita sulla scia del boom del turismo interno nel 2023. Secondo Skift, “il 2023 è stato l’anno della riapertura della Cina al mondo, mentre il 2024 sarà l’anno della riapertura della Cina al mondo”. anno di consolidamento e crescita del turismo outbound”. [1] I ricchi viaggiatori cinesi mostrano un vivo interesse per le destinazioni dell’UE (13%) [2] , in particolare Francia, Regno Unito, Germania e Italia rispetto ad altre destinazioni a corto raggio in Asia, e viaggeranno nel 2024 con l’aspettativa di servizi su misura che soddisfano le loro esigenze, gusti e preferenze culturali. [3]

Dopo il lancio iniziale del co-branding presso il Radisson Blu Hotel di Francoforte nel 2019, Radisson Hotel Group lancerà altre otto proprietà in co-branding nel 2024 nell’area EMEA attraverso i suoi marchi Radisson Collection e Radisson Blu nei mercati chiave di Francia, Belgio, Norvegia, Svezia e Paesi Bassi, tra cui Radisson Collection Grand Place, Bruxelles; Radisson Blu Scandinavia Hotel, Oslo; Radisson Blu Royal Garden Hotel, Trondheim; Radisson Blu Hotel, Tromsø; Radisson Blu Royal Viking Hotel, Stoccolma; Radisson Blu Hotel, Amsterdam; Radisson Blu Hotel, Milano; e Radisson Blu Hotel, Nizza.

In ciascuno di questi hotel in co-branding, gli ospiti cinesi troveranno una gamma di caratteristiche e servizi appositamente progettati e curati per loro, offrendo loro un’esperienza su misura per farli sentire a casa. Questi nuovi servizi copriranno l’intera esperienza degli ospiti, dai menu cinesi alle carte di benvenuto fino alla possibilità di pagare con le carte di pagamento Chinese Union. WeChat Pay e Alipay saranno disponibili dalla fine del 2024 anche per i pagamenti online. Nelle camere degli ospiti, tocchi personalizzati come la fornitura di bollitori per il tè, una selezione di squisiti tè cinesi e canali televisivi cinesi saranno inclusi negli hotel co-branded. Gli hotel in co-branding presenteranno anche una gamma di nuove opzioni di cibo e bevande per i viaggiatori di lingua cinese, inclusa l’aggiunta di piatti tradizionali come congee e noodles, nonché una selezione curata di piatti disponibili come parte del servizio di colazione giornaliero. Queste offerte studiate appositamente per i viaggiatori cinesi saranno offerte in aggiunta ai ricchi servizi esistenti per altri viaggiatori internazionali e alla comunicazione in inglese e in diverse lingue straniere.

“Abbiamo già iniziato a vedere un forte aumento della domanda da parte dei viaggiatori cinesi in uscita nel 2024 alla ricerca di esperienze internazionali uniche durante il Capodanno lunare. Con i visti stranieri che diventano gradualmente più accessibili e l’aumento delle rotte aeree internazionali, speriamo di vedere il tanto atteso ritorno dei viaggiatori cinesi in uscita nell’area EMEA continuare a crescere. Non vediamo l’ora di accogliere sempre più viaggiatori cinesi con il nostro nuovo programma Guan Xin per farli sentire come a casa”, afferma Eric De Neef, EVP e Chief Commercial Officer di Radisson Hotel Group.

Oltre al programma di co-branding alberghiero, Radisson Hotel Group lancerà il programma di servizi “Guan Xin” ad altre proprietà Radisson Hotel Group nell’area EMEA che desiderano aderire in base alle esigenze e alle aspettative degli ospiti degli hotel. Attualmente quasi 20 hotel in tutta l’area EMEA offrono il programma standard “Guan Xin” agli ospiti cinesi.

[ 1] https://skift.com/2024/01/05/analyzing-chinas-travel-reopening-exactly-a-year-in/
[2] https://www.mckinsey.com/industries/travel- logistica-e-infrastrutture/nostri-intuiz