14 Aprile 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Nuova norma in Sicilia per i negozi in centro storico, il plauso della CIDEC

Il presidente regionale Salvatore Bivona: “Finanziaria attenta al rilancio del commercio, grazie all’assessore Edy Tamajo”

“Mai in Sicilia il settore del commercio aveva ricevuto tanta attenzione: si sta procedendo nella giusta direzione, dopo anni di stasi e desertificazione produttiva”.
A dichiararlo è Salvatore Bivona, presidente regionale della Confederazione Italiana Esercenti Commercianti, che commenta la Finanziaria appena approvata dall’ARS.
“Grazie alla norma – spiega – che consente ai negozi nei centri storici di godere di spazi di vendita fino a seicento metri quadrati, sarà decisamente più agevole fronteggiare  il progressivo spopolamento produttivo”.
Fenomeno che, negli ultimi anni, ha afflitto molte città, a partire da Palermo.
“Abbiamo sempre chiesto alle istituzioni politiche – osserva Salvatore Bivona – di prestare attenzione ai centri storici, cuori pulsanti e turistici delle città”.
“Occorre dare atto all’assessore alle Attività produttive della Regione Siciliana Edy Tamajo – sottolinea – di avere perfettamente compreso il senso delle nostre istanze, per troppo tempo senza risposte concrete”.
Secondo Salvatore Bivona, la norma avrà l’ulteriore effetto di contrastare il commercio online.
“La CIDEC non è pregiudizialmente contraria  – precisa il presidente – ma ha sempre avuto una posizione molto chiara sulla necessità di provvedimenti anti-deregulation”.
Secondo l’associazione datoriale, le vendite on line senza regole hanno danneggiato i negozi di vicinato per anni, al pari dei grandi centri commerciali.

RILANCIARE IL COMMERCIO DI PROSSIMITÀ IN SICILIA

“Che ben vengano anche questi ultimi – prosegue – ma in numero adeguato all’estensione del tessuto urbano e alle effettive esigenze dei residenti”.
Nello specifico, secondo l’organizzazione di categoria le vendite on line erodono circa il 38% degli acquisti negli esercizi commerciali.
Da sempre sostenitrice di politiche  in grado di equilibrare l’offerta degli imprenditori, la CIDEC ha più volte chiesto interventi anche a favore delle periferie.
“Ora, finalmente – aggiunge – attraverso la nascita di nuovi esercizi commerciali nei centri storici, a cui la norma dà forte impulso, sarà possibile supportare i negozi di prossimità”.
Sinonimo, questi ultimi, di coesione e aggregazione sociale.
“Grazie all’assessore Edy Tamajo e al Governo Schifani – conclude – è possibile attendersi cambiamenti sostanziali per il commercio nell’isola”.