13 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Cresce in maniera esponenziale, il progetto Ri-Giochi@mo della società uno@uno, iniziato da qualche anno e che ora vede il riconoscimento da parte di tutti gli operatori della solidarietà.

Oggi ad essere coinvolti in questo progetto sono le Poste Italiane,  la Croce rossa italiana, il Movimento del volontariato, le scuole.

Ogni anno a partire dal mese di ottobre ,si mette in moto il progetto Ri-Giochiamo, con la campagna di sensibilizzazione nelle scuole e negli ambienti della solidarietà, con l’obbiettivo preciso di fare felici i bambini che vivono in condizioni meno abbienti, nonché i figli dei detenuti.

Prima che arriva il periodo natalizio , ecco che inizia la raccolta dei regali e la grande operazione di pulizia e confezionamento di ogni regalo, tale da renderlo come nuovo e pronto per essere regalato ai bambini, per questa operazione , si mobilita e si mette in moto la macchina della croce rossa italiana e del MOVI movimento del volontariato, mentre le Poste Italiane iniziano a raccogliere  e consegnare i regali che provengono dalle scuole  siciliane.

Ed ecco nel clima natalizio, che si conclude con l’arrivo della befana, che avviene il coinvolgimento delle carceri, delle parrocchie, e di tante altre associazioni di volontariato, che mettono, ognuno per proprio conto, tutto quello che hanno a disposizione per trasportare i regali nei posti dove avverrà la consegna nelle ore stabilite dagli organizzatori.

A far da cornice il club dell’antico pistone di auto d’epoca, che proprio il giorno della befana, caricano a zeppo tutte le auto d’epoca in loro possesso, e sono veramente tante, e partono per andare , parrocchia per parrocchia a consegnare i sacchi con i regali per i bambini, con un collegamento televisivo nazionale che da risalto a tutto il progetto Ri-Giochiamo.

Quest’anno sono decine di migliaia i giocattoli che arriveranno nelle mani dei bambini, oltre 1500 i sacchi confezionati solo dalla croce rossa , con dentro ogni sacco, almeno 5 regali per i bambini. A questi si aggiungono i regali confezionati dal MOVI e quelli del club antico pistone.

Insomma è proprio quello che si suole dire un vero e proprio grande successo di un progetto di solidarietà che porta il nome Ri-Giochi@mo. Ascoltiamo le interviste.

Angelo Baglio