3 Marzo 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Fiumefreddo di Sicilia, Marilena Piu chiude l’anno teatrale del Multisala Macherione – Flaba

La Stagione Teatrale 2023 del Multisala Macherione si chiude con lo spettacolo, fuori rassegna, “Nel mezzo del cammin – Il viaggio in compagnia di Dante” della regista e interprete, Marilena Piu. Lo spettacolo inizia la tournèe da Fiumefreddo di Sicilia e segna il debutto, in qualità di aiuto regista, del noto attore Totò Cascio.

Bilancio positivo per la rassegna teatrale del Multisala Macherione – Flaba di Fiumefreddo di Sicilia che ha registrato il sold out nei tre spettacoli andati in scena nel 2023.

Standing ovation del pubblico per il penultimo appuntamento dell’anno: “Quel Santo di mio Padre”, scritto, diretto ed interpretato dal  talentuoso fiumefreddese Giuseppe Brancato.

Marilena Piu

Questa sera, invece, il Multisala Macherione ha deciso di chiudere il 2023 con uno spettacolo fuori rassegna, degno coronamento di una sezione teatrale che ha visto un’adesione sempre maggiore. Sul palco del Multisala Macherione debutta oggi, sabato 30 dicembre, alle 20:45, “Nel mezzo del cammin – Il viaggio in compagnia di Dante”.

Si tratta di uno spettacolo teatrale/musicale che percorre il lungo viaggio del sommo poeta Dante, partendo dagli Inferi e passando dal Purgatorio sino ad arrivare in Paradiso. Un viaggio che si viene a sincronizzare ed intrecciare con il viaggio spirituale dell’Anima della regista Marilena Piu.

“Il mio cammino è pronto per esser visibile ad altri, ad un pubblico quanto più vasto possibile affinché possa essere di aiuto. – dichiara la registaNel mezzo del cammin della mia vita mi son ritrovata in una selva oscura dove regnava la paura… la via era smarrita! Una guida è venuta in mio aiuto sostenendomi ed aiutandomi a non lasciarmi travolgere dal turbinio delle emozioni, che non erano altro che una realtà specchio delle mie stesse vibrazioni. La guida mi ha insegnato a lasciarle andare, aiutandomi ad accettarmi con tutte le mie debolezze, paure e sbagli. Così, dalla profondità delle viscere della Terra, ho incominciato, metaforicamente, a scalare la montagna, ed è lì che ho visto tutto sotto una luce diversa. – continua Marilena Piu – Ho iniziato a provare gratitudine per ogni esperienza di vita vissuta, fino a giungere nel luogo che Dante chiama il Paradiso che per me è l’Amore e quella Luce che, da sempre, vibra dentro ognuno di noi. Basta solo guardarla con gli occhi dell’Anima. Questo è il mio viaggio che si intreccia al viaggio del sommo Dante!” – conclude la Piu.

Lo spettacolo reca un importante messaggio. E’ il viaggio di ognuno di noi,  vissuto in scena attraverso alcuni Canti scelti dall’Inferno, dal Purgatorio e dal  Paradiso della Commedia. Con la regia di Marilena Piu, che sarà anche l’interprete del monologo iniziale e dei prologhi che intervallano i vari Canti, e il debutto da aiuto regista del noto attore Totò Cascio, parte dalla Sicilia il viaggio di questo spettacolo che attraverserà tutta l’Italia.

In maniera simbolica le tre sezioni dello Stivale seguono il Cammino dantesco. La Sicilia rappresenta non l’Inferno solo perché l’Etna rappresenta la bocca, l’ingresso alle viscere della Terra, agli Inferi, per poi passare dal Purgatorio, il Centro Italia, e il Paradiso, il Nord Italia. Ma è prima di tutto un viaggio dentro se stessi. Il tutto con l’accompagnamento musicale di un quartetto formato da: Matilde Verdiana Pinto all’Arpa, Emilia Belfiore al violino, Caterina Longhitano al violoncello e Rosario Gioeni alle percussioni. Le musiche sono del Maestro Daniele Zappalà. Il cammino dell’interprete dei Canti, Marilena Piu, sarà scandito dalla voce narrante, Laura Iannizzotto, promettente attrice, per la prima volta, in scena al fianco della madre Marilena Piu.

Uno spettacolo che si preannuncia carico di emozioni e significati, degna conclusione di un anno fertile di iniziative ed attività.

“Siamo felici di aver raggiunto gli obiettivi prefissati nel 2023, fra questi quello di riportare il pubblico a teatro. – afferma il titolare del Multisala Macherione, Domenico BarberaIl Multisala brulica di fermento culturale e questo ci spinge a programmare un 2024 ancora più ricco.”

E’ ancora possibile acquistare la prevendita per lo spettacolo di questa sera o acquistare i biglietti direttamente in sala.