15 Luglio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

“Landascape”, l’arte protagonista nei luoghi di lavoro. A Palermo la nuova installazione di Tommaso Chiappa

A ospitarla è lo Studio Legale Brugnoletti & Associati

Il mondo dell’arte che si fa spazio all’interno del contesto lavorativo, dove il cliente riesce a immergersi in un perfetto connubio tra sensibilità e nuovi stimoli.
Questa l’intuizione dell’artista palermitano Tommaso Chiappa con la sua “Landscape”, la nuova installazione site-specific interamente pensata e ideata per lo Studio Legale Brugnoletti & Associati con sede a Palermo, in Piazza Castelnuovo 50.
La mostra verrà inaugurata martedì 19 dicembre, alle ore 18:30, e sarà visitabile fino al 31 gennaio 2024 esclusivamente su appuntamento da concordare al numero 339.8697986
Il vernissage di “Landscape” Tommaso Chiappa Artist prevede un ingresso libero.
Brugnoletti & Associati, che ha aperto una sede a Palermo lo scorso anno, è uno studio legale associato con sedi a Milano, Bologna e Roma, fondato dall’avvocato Massimiliano Brugnoletti nel 1977.
Oggi è costituito da un team di oltre venti professionisti specializzati nel diritto pubblico e privato, in particolare nel diritto amministrativo.

UN VIAGGIO CHE SI CONCENTRA SULL’UMANITÀ

L’installazione è composta da quindici opere che si concentrano su una nuova visione dell’artista, con uno sguardo approfondito sulla realtà che ci circonda, ripercorrendola attraverso la pittura.
Quest’ultima, altro non è che un pretesto per cercare di immergersi pienamente in vie e quartieri, cercando di penetrarli attraverso il gesto pittorico, luoghi di lavoro inclusi.
Portare l’arte all’interno dei contesti lavorativi è, infatti, uno degli elementi centrali del lavoro di Tommaso Chiappa: l’artista crea un ‘cortocircuito’ tra l’osservatore o il cliente e chi lavora all’interno dei luoghi di lavoro, alterandone la percezione e creando nuovi stimoli grazie alla sua pittura.
“Landscape” è un viaggio che si concentra sull’umanità, sulle tante persone che attraversano le nostre città rendendo caldi i nostri luoghi. Il traffico, la gente in continuo movimento e l’osservazione del quotidiano con un’artistica lente di ingrandimento sono soltanto alcuni dei concetti che si sviluppano nella nuova mostra di Tommaso Chiappa.
La pittura liquida, ma in alcune parti materica, ad olio, la luce, il dettaglio, sono tutti elementi centrali per descriverne ogni sfaccettatura.

LE PAROLE DELL’ARTISTA

Come spiega lo stesso Tommaso Chiappa, il titolo della sua ultima installazione, “Landscape” ovvero, appunto, paesaggio, si propone di essere un nuovo modo di “penetrare” la realtà in maniera autentica e viva.
“La mia pittura, che spesso descrive luoghi, persone e abitudini – osserva – vuole mettere in risalto il punto di vista umano del reale”.
” La realtà, così come la pittura, è cruda, bella, piacevole, negativa – sottolinea l’artista- ma sempre pronta a sorprenderci cercando nuovi percorsi per le nostre esistenze”.
All’interno dell’installazione, l’artista eseguirà una performance pittorica dipingendo durante l’inaugurazione.
Inoltre, creerà un’interazione video con alcuni frammenti della sua pittura realizzati ad hoc per l’evento.

CENNI BIOGRAFICI

Tommaso Chiappa nasce nel 1983 a Palermo.
Si forma artisticamente a Milano, compiendo i suoi studi all’Accademia di Brera e legando il proprio nome alla Galleria di Luciano Inga-Pin con alcune mostre che lo hanno fatto conoscere a un più vasto pubblico.
Ha partecipato a numerose personali e collettive in Italia e all’estero quali la Clio Art Fair di New York nel 2017.
Al suo percorso artistico, la critica e storica dell’arte Vera Agosti ha dedicato il libro “Origine di Tommaso Chiappa” a cura di Prearo Editore.
L’artista predilige per le mostre contesti insoliti e luoghi di lavoro, come fabbriche (Electrolux, Solaro), studi legali (La Scala, Milano) ospedali (IRCCS Maugeri, Pavia), sedi di ordini professionali (Villa Magnisi sede Ordine dei Medici a Palermo), alberghi e ristoranti (Hotel Excelsior Hilton a Palermo e Antica Focacceria San Francesco, Milano e Palermo).
Di recente, ha curato la direzione artistica del progetto espositivo “Genio italiano” al Museo Onda Rossa di Caronno Pertusella in provincia di Varese dedicato a Leonardo da Vinci.
Sempre nel 2020 ha ideato e curato l’installazione “Restart city” presso la sede di Ucimu – sistemi per produrre, Associazione Costruttori Italiani Macchine Utensili, Robot e Automazione – a Cinisello Balsamo (MI). Ha realizzato progetti di riqualificazione urbana a Bagheria (facciata dell’istituto professionale D’Acquisto, “Umano colors street”, 2018 – facciata laterale “People and Peace” 2022), Termini Imerese (zona adiacente al Liceo artistico “Ugdulena” e murales “Energy Street Social” all’esterno e all’interno dell’azienda Genovese nella zona industriale, 2019) e Palermo (parcheggio sopraelevato “Multicultural-educarnival” del Centro Commerciale La Torre, 2020 e nello stesso parcheggio” Resilienza” 2022; People Air Basket riqualificazione facciata interna Scuola Elementare Lambruschini 2022).