19 Maggio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Prosegue “La parola nuda”, il progetto dedicato alle performance poetiche, di Rete Latitudini nell’ambito di EPIC di Mana Chuma.

Nuovo appuntamento al Museo Regionale con “Ossa di crita” martedì 12 dicembre ore 20.30

Messina – Prosegue il progetto di performance poetiche di Rete Latitudini “La parola nuda”, a cura di Dario Tomasello e Gigi Spedale, con una serie di appuntamenti ospitati nella suggestiva location del Museo Regionale di Messina.

L’iniziativa, realizzata da Rete Latitudini e dal Dipartimento COSPECS – DAMS dell’Università di Messina, in collaborazione con il Museo regionale di Messina; fa parte del più ampio cartellone di EPIC ‘23 Messina- Esperienze Performative di Impegno Civile, grande progetto multidisciplinare di promozione delle Arti performative nelle periferie urbane, realizzato da Mana Chuma Teatro e sostenuto dal Comune di Messina con i fondi del Ministero della Cultura.

Il secondo appuntamento in programma è martedì 12 dicembre alle 20.30 con “Ossa di crita” di e con Massimo Barilla.

Tratto dal libro omonimo di Massimo Barilla (Edizioni Mesogea Culture Mediterranee), con musiche originali dal vivo di Luigi Polimeni (piano, synth, theremin).

Il reading-spettacolo si sviluppa in un’atmosfera che va alle basi della nostra provenienza remota, ne riporta il significato più autentico e ci colloca in quella linea d’orizzonte che è il nostro esistere. Le parole infatti, in dialetto duro e aspro, dolce e amaro, sono inciampo e caduta, risalita e riscoperta di quello che siamo, di quello che eravamo, sostenute e accompagnate dai suoni articolati di strumenti arcaici. Divengono quasi ricordi al presente, passato dell’oggi, attraverso la voce del poeta e le mani del musicista, le parole sono cantate, sofferte, soffiate, estratte, offerte come dono per i nostri sensi.

Un invito alla conversazione, un incontro tra parole e musica. Una mescolanza fra poesie lette e cantate in un dialetto che trova le sue origini a Reggio Calabria ed è radicato in una sorta di migrazione linguistica che passa dalla Sicilia alla Calabria attraversando lo Stretto di Messina.

Questi i successivi appuntamenti:

18 dicembre ore 20:30

LA DELICATEZZA DEL POCO E DEL NIENTE

poesie di Mariangela Gualtieri – regia e interpretazione Roberto Latini – musica e suono Gianluca Misiti. Alcune delle più belle confidenze della meravigliosa poetessa cesenate, in una serata per voce sola. Un concerto poetico di parole lucciole e tenerezze e incanti.

19 dicembre ore 20:30

IL GELO – ORATORIO IN LETTURA – di e con Mimmo Borrelli

La lingua è danza, trance, rito pagano, sudore e colata di lava insieme: uno sguardo sulla desolazione della nostra epoca.

Museo Regionale di Messina – ingresso libero
info: 3483813841 – www.facebook.com/latitudini – www.manachumateatro.it

EPIC Esperienze Performative di Impegno Civile, progetto di Mana Chuma Teatro

(Avviso pubblico per progetti di attività a carattere professionale nel campo dello spettacolo dal vivo nelle aree cittadine periferiche – Comune di Messina / Ministero della Cultura).