3 Marzo 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

IL BEVERAGE SEMPRE PIU’ PROTAGONISTA A HOSPITALITY 2024: DAL VINO ALL’ENOTURISMO, DALLA MIXOLOGY ALLA BIRRA E AGLI SPIRITS

Grazie ad una serie di importanti accordi, oltre alle cantine presenti nell’area beverage, a Winescape, un viaggio nella tradizione vitivinicola italiana con lo “Spazio Vignaiolo” in collaborazione con il Consorzio Vignaioli del Trentino e Fivi.

La fiera leader nel settore dell’ospitalità e ristorazione ancora più internazionale grazie alla partnership con Bayerischer Brauerbund, l’associazione dei birrifici bavaresi, per Solobirra.

Il Beverage è uno dei settori trainanti dell’economia mondiale e Hospitality-Il Salone dell’Accoglienza, la fiera internazionale leader in Italia nell’ospitalità e ristorazione in programma a Riva del Garda dal 5 all’8 febbraio 2024, dedica ampio spazio a questo segmento sia nel percorso espositivo che attraverso un’articolata serie di attività formative.

Il mercato della distribuzione nel canale Horeca, in Italia, riveste infatti un ruolo strategico, con 3.800 imprese, oltre 60.000 addetti e 17 miliardi di euro di fatturato. Secondo l’ultimo rapporto Censis-Italgrob, in particolare, il comparto dei distributori bevande nel 2022 ha registrato un risultato positivo, con un +18% di fatturato e una crescita di volumi di circa il 9% rispetto all’anno precedente.

Proprio per questo, il padiglione C3 di Hospitality rappresenta una vetrina esclusiva e completa sul mondo delle bevande con grossisti, fornitori e produttori di birra, liquori, acqua, torrefazioni e caffè, cantine, infusi, succhi e bevande analcoliche per offrire le migliori soluzioni del beverage Ho.Re.Ca. e incontrare le diverse esigenze ed i gusti di tutti gli ospiti. E per una panoramica completa e approfondita sull’arte della miscelazione, sulla birra artigianale e sull’enoturismo, il padiglione B4 è interamente dedicato alle aree speciali RPM – Riva Pianeta Mixology, Solobirra e Winescape che ogni anno si arricchiscono di novità e crescono sia nell’offerta espositiva che con eventi e formazione.

Grazie alla partecipazione dei Vignaioli Indipendenti nello “Spazio Vignaiolo”, a cura del Consorzio Vignaioli del Trentino in collaborazione con alcune delegazioni locali FIVI – Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, l’area Winescape 2024 si presenta ancora più ricca.

Questa partnership, nata lo scorso anno, cresce e si consolida e permetterà ai visitatori della fiera di vivere esperienze sensoriali uniche con i grandi prodotti di qualità del Trentino e non solo. I vignaioli saranno presenti con oltre 120 aziende vitivinicole e porteranno all’attenzione degli operatori ho.re.ca nazionali i vini e il territorio, trasmettendo l’attrattività dei luoghi di produzione”, commenta Alessandra Albarelli, Direttrice Generale di Riva del Garda Fierecongressi.

Lo “Spazio Vignaiolo” ospiterà oltre 125 Vignaioli Indipendenti per incontrare il mondo della ristorazione trentina, veneta e lombarda con banchi di assaggio, incontri, laboratori e degustazioni. Lo spazio vedrà la presenza fissa di 50 aziende trentine, oltre a 25 aziende altoatesine, 25 trevigiane, 25 lombarde che si alterneranno nei quattro giorni di manifestazione.

I vini trentini si potranno degustare in tutti i giorni della manifestazione; saranno invece presenti: lunedì 5 febbraio 2024 i Vignaioli dell’Alto Adige; martedì 6 febbraio i Vignaioli di Treviso; mercoledì 7 febbraio i Vignaioli dell’Oltrepò Pavese, per concludere giovedì 8 febbraio con dei banchi d’assaggio territoriali.

Per quanto riguarda l’altra area di eccellenza di Hospitality, RPM – Riva Pianeta Mixology, oltre alle consuete proposte di produttori e distributori di grappe, distillati e spiriti e di realtà specializzate negli accessori per il bartending, la proposta sarà arricchita da degustazioni, masterclass gratuite con le aziende e dalla partecipazione dei più esperti e talentuosi mixologist del panorama nazionale e internazionale che si alterneranno nel programma di educational per bartender e professionisti di ristorazione e hôtellerie che si svolgeranno nelle prime tre giornate di fiera.

Grazie a grandi maestri, veri e propri ambasciatori della mixology come Samuele Ambrosi, Giorgio Fadda, Lucia Montanelli, Luca Picchi, Leonardo Pinto e Leonardo Veronesi, sarà possibile scoprire le ultime tendenze, strumenti, tecniche di miscelazione e materie prime di qualità, indispensabili per preparare cocktail inimitabili. Interessanti i focus su alcuni ingredienti come rum, grappa e whisky, sempre più utilizzati nei drink e gli approfondimenti sulla miscelazione Tiki e tropicale.

L’ultimo giorno di fiera, giovedì 8 febbraio, la RPM Arena si trasformerà nel palco perfetto per il Concorso Nazionale AIBES – Associazione Italiana Barmen E Sostenitori dedicato alle giovani leve degli istituti alberghieri e professionali, che rappresentano il futuro dell’arte della miscelazione e del mondo del bar.

Infine, per quanto riguarda Solobirra, l’area di riferimento del comparto brassicolo italiano e internazionale per valorizzare la cultura della birra artigianale, la grande novità di Hospitality 2024 è rappresentata dalla partecipazione della collettiva di birrifici artigianali bavaresi Bayerisches Bier IGP”, grazie al co-finanziamento del Ministero dell’Alimentazione, dell’Agricoltura, delle Foreste e del Turismo della Baviera, e alla collaborazione stretta da Riva del Garda Fierecongressi con il Bayerischer Brauerbund (Associazione dei birrifici bavaresi).

Oltre ai numerosi eventi, degustazioni e incontri formativi che durante le giornate della manifestazione animeranno la Beer Arena per approfondire i temi più attuali grazie al contributo di mastri birrai, biersommelier e professionisti del settore, quest’anno abbiamo stretto un accordo che rientra nell’ambito del programma per l’export del Ministero bavarese. A conferma della sua declinazione internazionale e di hub di business, a Hospitality porteremo dalla Baviera anche alcuni piccoli birrifici indipendenti con una produzione annua massima di 200.000 ettolitri, che avranno la possibilità di far degustare le proprie birre a buyer italiani in occasione de La Giornata dei Birrifici Bavaresi – Bayerisches Bier IGP di martedì 6 febbraio.” – conclude Giovanna Voltolini, Exhibition Manager di Hospitality-Il Salone dell’Accoglienza.