22 Febbraio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

AZ. GIOVINCO…DALLE FRESCHE ACQUE DEL LAGO ARANCIO AL FUOCO DELL’ETNA ” IDENTITA’, RISPETTO DEL TERRITORIO E PASSIONE SICILIANA”

UN NOME, DUE REALTA’ TERRITORIALI: QUANDO TRADIZIONE E DEDIZIONE PRODUCONO VERE ECCELLENZE SICILIANE

TERRA FERTILE…L’IMPRONTA DELL’UOMO…NASCE L’ECCELLENZA!

IL sesto giorno DIO compì la sua opere… lieta di averla creata tanto bella prese la terra tra le mai e la baciò….la dove posò le sue labbra è la Sicilia! (Renzo Barbera)

Giovinco nasce negli anni 20 quando bisnonno Vito compra il suo primo vigneto. Nonno Carlo, figlio di bisnonno Vito, semina piano e raccoglie paziente. Nel tempo accrescerà la sua passione per la terra, e con essa cresceranno anche le sue proprietà. Nel 2006 l’azienda si converte completamente al biologico. 

VITO GIOVINCO GRANDE ENOLOGO ED ECCLETTICO VIGNAIOLO

Vito Giovinco nasce a Sambuca di Sicilia (AG) nel 1967. Sviluppa la sua grande passione per il vino grazie all’azienda di famiglia. Consegue la specializzazionein viticoltura ed enologia nel 1988 e matura la formazione e la crescita professionale presso numerose aziende vitivinicole italiane, prevalentemente del Centro Sud. Attualmente ricopre il

UNA TERRA FERTILE CON IL DIPINTO DEI PREGIATI VIGNETI

ruolo di Direttore e Consulente Tecnico di numerose cantine che operano nel Sud Italia. Dagli Anni 90 porta avanti una sperimentazione sui vini e gli spumanti legati alle produzioni vitivinicole del territorio Etneo, che ha condotto a risultati entusiasmanti. A caratterizzare le sue prestazioni sono sempre l’entusiasmo e la passione.

IL RISPETTO DELLA TRADIZIONE

Dal 2019 ricopre l’incarico di Consigliere nazionale dell’Assoenologi. A partire dal 2021, dopo la scomparsa di Carlo Giovinco, figlio del fondatore e fautore della crescita aziendale, l’intera gestione è passata alle nuove leve della famiglia. Tra questi Vito Giovinco, enologo e sua figlia Anna studiosa di viticoltura e enologa brillante e promettente.

L.AGO ARANCIO

Oggi l’azienda – quaranta ettari in totale, di cui venticinque destinati al vigneto e dieci all’uliveto – è impegnata nella coltivazione di uva e olive. Mentre le prime (delle varietà Grillo, Nerello Mascalese, Nero d’Avola, Chardonnay, Merlot, Pinot grigio, Syrah e Sauvignon Blanc) vengono vendute a una cantina sociale del territorio, le seconde, invece, vengono utilizzate per la produzione di un olio extravergine d’oliva biologico ottenuto da cultivar autoctone.

VITO GIOVINCO IN VENDEMMIA

Non esiste presente che non contempli passato. Non esiste il Nuovo senza il Vecchio. Sulle colline di Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento, da oltre cent’anni la famiglia Giovinco si occupa della coltivazione di vigne ed ulivi.

Nel cuore della Valle del Belice e quattro generazioni il fondatore Vito con i suoi pronipoti curano questo territorio. Dal 2006 biologica da circa quattro anni l’azienda ha avviato una produzione di extravergine di qualità a proprio marchio. Un traguardo che suggella decenni di lavoro portati avanti con passione costante e grande impegno.

VITO ACCUDISCE LA BELLISSIMA FIGLIA ANNA GIOVANE PROMETTENTE ENOLOGA….PRONTA LA NUOVA GENERAZIONE

TENUTA DI SAMBUCA DI SICILIA

La Sicilia… terra ricca di risorse naturali, è la culla dei vigneti Giovinco. Sambuca di Sicilia Nelle campagne incontaminate di uno dei borghi più belli d’Italia. A Sambuca di Sicilia, tra i 300 e i 400 metri sul livello del mare si estende una proprietà di 40 ettari biologici: 25 ettari di vigneti, 10 ettari di uliveto e 5 ettari di cereali. I vigneti, dopo

VISTA NOTTURNA DI SAMBUCA DI SICILIA E LAGO ARANCIO

accurati studi, sono stati selezionati tra diverse varietà internazionali ed autoctone. Le varietà bianche comprendono: Chardonnay, Grillo, Moscato e Sauvignon Blanc. Quelle rosse: Merlot, Syrah, Pinot Grigio, Nero D’Avola e Nerello Mascalese. Gli uliveti, invece, sono per il 70% Nocellara del Belice. Il restante 30% è un mix di Biancolilla e Cerasuola.

SPUMANTE GIOVINCO METODO CLASSICO

L’incontro perfetto tra il Nerello Mascalese e il Metodo Classico. Giallo paglierino luminoso, con un perlage fine e persistente. Per questo dopo 40 mesi di affinamento possiamo mostrarvi il nostro spumante. L’entusiasmo è assicurato con tante bollicine che si susseguono nel palato prepotenti e si fissano nella mente. Giallo paglierino luminoso con un perlage fine e persistente.  Al naso si avvertono subito note di gesso, minerali, iodate ed erbacee. Sullo sfondo crosta di

pane, note floreali e frutta tropicale. L’ingresso in bocca è pieno, avvolgente e minerale. Il finale lungo e fresco rivela importanza e longevità. Al naso si avvertono subito note di gesso, minerali, iodate ed erbacee. Sullo sfondo crosta di pane, note floreali e frutta tropicale. L’ingresso in bocca è pieno, avvolgente e minerale. Il finale lungo e fresco rivela importanza e longevità.

SGARRETTA GRILLO DOC BIO

Vinificato in purezza, per esaltare le caratteristiche del vitigno e del terroir della nostra contrada. Le uve sono raccolte manualmente nelle ore più fresche del giorno. Dopo la raccolta vengono raffreddate con l’utilizzo di ghiaccio secco. A questo punto avviene la diraspapigiatura e il mosto viene stabilizzato a freddo, a circa 2 °C, per 4/5 giorni. Dopo questa fase inizia la fermentazione alcolica a temperatura controllata (12/14 °C) per 15 giorni circa. Successivamente alla fermentazione, avviene un affinamento con le fecce fini per un mese. Il vino matura in vasche di acciaio.

Un vino bianco estremamente versatile, fresco e agrumato. Con un finale lungo e leggermente sapido. Colore giallo paglierino. Presenta un bouquet raffinato: fiori di campo, zagara e frutta fresca, poi note erbacee, agrumate e pera. Il vino è fresco, minerale, ben strutturato ed ha un finale piacevole e leggermente sapido. Perfetto come aperitivo. Si abbina bene con crudi di pesce, crostacei, zuppette e risotti leggeri. Ottimo anche con formaggi freschi.

SGARRETTA NERO D’AVOLA BIO

Ogni bottiglia ha la sua storia e il suo tempo. Tra il piacere di assaggiarla subito e la curiosità di lasciarla maturare.  La fermentazione alcolica avviene in serbatoi d’acciaio a temperatura controllata (22-25°C) per circa 10 giorni, durante questo processo vengono eseguiti follature giornaliere e 2/3 delestage fino a degradazione degli zuccheri. Dopo la fermentazione, il vino, rimane a contatto con le vinacce per altri 4 giorni. Successivamente alla svinatura avviene la

fermentazione malolattica. Dopo questa fase, il vino, è trasferito in tonneaux di rovere per 6 mesi.
Lo Sgarretta Nero d’Avola, in particolare, è pronto per essere bevuto adesso, ma è anche un tesoro da conservare in cantina, lasciando che il tempo ne esalti i sapori e gli aromi! Ottimo per primi piatti con ragù, carni rosse pregiate e selvaggina!

TENUTA DI RANDAZZO – ETNA

Randazzo, Etna Sul vulcano più alto d’Europa. Nei territori vulcanici di Randazzo, tra 750 e 800 metri sul livello del mare, nella contrada di San Lorenzo, si estende una proprietà di circa 3 ettari totali dove produciamo i nostri Cru. Il terreno vulcanico e la presenza di cenere, in seguito, alle numerose fuoriuscite di lava, nutrono la terra di sostanze organiche e minerali che danno carattere ai vini. Le varietà coltivate sono tipiche dei territori dell’Etna. I bianchi: Catarratto e Carricante. I rossi: Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio.

Etna Rosato San Lorenzo Etna DOC

Nato dalle terre nere dell’Etna in contrada San Lorenzo questo vino è il giusto compromesso per chi desidera assaporare gusti genuini e al contempo singolari. È un rosato elegante e tenue, realizzato da uve Nerello Mascalese che gli conferiscono una personalità adatta per accompagnare insoliti aperitivi. La raccolta avviene manualmente in piccole

cassette. Successivamente le uve vengono raffreddate a 8 °C, prima della pressatura soffice, e sono lasciate a macerare in pressa per circa 5-6 ore. Un connubio perfetto di colori e sapori. Con la sua freschezza, intensità e persistenza, l’Etna Rosato San Lorenzo, si abbina perfettamente a piatti e carni leggermente grasse e saporite, come quella del salmone. 

Etna Bianco San Lorenzo Etna DOC

L’Etna Bianco San Lorenzo DOC è un un vino bianco piacevolmente ampio e dai profumi intensi e floreali. La fermentazione del Carricante avviene in acciaio a temperatura controllata per 12 giorni. Le uve Catarratto sono raffreddate a 6 °C e lasciate a macerare in pressa per 4 ore. Dal colore giallo paglierino con riflessi verdolini ha un bouquet intenso di fiori bianchi, erbe e pietra focaia che richiama il vulcano.

Al palato risulta elegante, minerale e mostra equilibrio tra freschezza e densità con note sapide, vivace e persistente. Ottimo come aperitivo si abbina bene col pesce, sia crudo che cotto ed è eccellente anche con carni bianche e frutta fresca. E’ adatto agli abbinamenti con la cucina tradizionale a base di pesce e verdura.

Etna Rosso San Lorenzo Etna DOC

Etna Rosso Riserva San Lorenzo non tradisce le aspettative. Con l’idendità del vulcano è un rosso apprezzato da molti intenditori e cultori grazie al suo stile rotondo e deciso. E’ l’espressione pura di un accurato processo produttivo fatto non solo di dedizione per l’enologia di Vito Giovinco ma anche di rispetto e rivalutazione del ricco e unico terroir

dell’Etna. Al naso mette in evidenza frutta matura, spezie e grafite. Il bocca il tannino è importante e rivela longevità e persistenza. La freschezza, la sapidità e la mineralita di ogni sorso vi faranno scoprire il sapore autentico dell’Etna! Ottimo per primi piatti con ragù e carni rosse con selvaggina e secondi grigliate di carni pregiate.

GIOVINCO OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA BIO

Frutto di circa 2.500 piante, coltivate a un’altitudine compresa tra i 200 e i 400 metri sopra il livello del mare, l’extravergine Giovinco è un blend composto per il 70% da Nocellara del Belice e per il restante 30% da Biancolilla e Cerasuola. Alla vista si presenta leggermente velato e di color giallo deciso. Si tratta di un fruttato intenso, caratterizzato da un profilo aromatico ampio e variegato, che a livello olfattivo si distingue per sentori di foglia d’ulivo, di mandorla fresca e di erbe aromatiche.

Grazie a un equilibrio particolarmente armonioso tra la componente amara, leggerissima, e quella piccante, persistente, ma mai coprente, al palato risulta tanto delicato quanto dotato di struttura e personalità. Grazie alle sue peculiarità è un extravergine trasversale, capace di accompagnare molti piatti della cucina mediterranea. Si sposa bene con insalate a base di ortaggi, verdure grigliate, ma anche con crudi di carne e di pesce. Da provare anche sulla pizza. Esprime il meglio di sé a crudo, ma si presta anche ad essere utilizzato per brevi cotture

Azienda agricola Vito Giovinco
Via Santa Lucia, 19 – Sambuca di Sicilia (AG)
T. 345 5948625