3 Marzo 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Al Festival Cinema europeo anche Valerio Manisi con il cortometraggio Era Ora!

Valerio Manisi, il 13 novembre al Teatro Massimo di Lecce, apre la sezione cortometraggi (fuori concorso) al Festival del Cinema Europeo di Lecce con “Era Ora” interpretato da Giacomo Rizzo.  

La missione del Concorso di cortometraggi “Puglia Show”, riservato a giovani registi pugliesi under 35, che abbiano prodotto la propria opera tra il 2022 e il 2023, è quella di porsi come intermediario fra differenti linguaggi cinematografici, diventando un potenziale mezzo di promozione del cinema e spingendo i giovani registi pugliesi verso una maggiore maturità espressiva, favorendone l’incontro col pubblico e le altre realtà istituzionali del mondo del cinema.

<<In questo mio nuovo lavoro mi piacerebbe far accrescere in ogni spettatore un forte desiderio di “rivalsa” come quello che ogni individuo potrebbe provare nei confronti di un’ingiustizia subita o palesemente subita da altri; in un’epoca dove è sempre più complesso ritenersi fattivamente liberi di scegliere, amare, apparire o essere sé stessi>>, così si legge tra le note di Regia.

Biografia

Classe 1985 a Grottaglie, l’artista è stato appassionato fin da bambino di teatro, la forma d’arte alla quale ha dedicato la sua vita attraverso i suoi ruoli di scrittore, interprete e produttore. 

Scrittore, attore, regista, illustratore e musicista, ha ora in attivo la stesura di diverse opere teatrali, poetiche e musicali. Ha studiato “Arti Grafiche della Pubblicità e dell’Incisione” nel suo paese d’origine, città dell’arte ceramica.

Poi cinema, sceneggiatura e tecniche d’animazione a Milano, presso la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, e teatro a Roma presso l’Accademia di Arti Drammatiche T.S.T. I suoi testi sono oggi messi in scena da diverse compagnie teatrali. Nel 2007 inizia l’avventura con La Compagnia del Teatro Jonico Salentino, che fonda lo stesso anno.

Nella musica è impegnato con il Canzoniere Jonico, con la quale realizza il primo album identitario dello stesso, dal titolo “Sciamu”, candidato nel 2016 alle prestigiose Targhe Tenco. Il suo Canzoniere rappresenta il primo gruppo della provincia di Taranto ad aver calcato il palco del celebre festival internazionale “La Notte della Taranta”.

 Suoi diversi lavori hanno ottenuto premi e menzioni speciali. La sua commedia, “Per Amore del Padre”, vince nel 2015 il Terzo Premio Nazionale per Autori Teatrali, ottenendo inoltre svariate altre candidature in Italia, una tra le quali “miglior scenografia” a Portici (Na).

Nel 2018 esordisce al cinema, con successo di critica e con decine di candidature a premi cinematografici nel mondo, con il corto “Sciamu”, opera che racconta la tragedia industriale della sua città, Taranto.

 Nel 2019 esce “Vivi la vita”, cortometraggio scritto e diretto da lui, che vede protagonista, per la prima volta in un ruolo drammatico da protagonista, il celebre Alvaro Vitali. Ha diretto due videoclip per Nino D’Angelo (“Suonno” e “Si turnasse a nascere”) ed è giornalista dello spettacolo per la rivista “Sipario”.