20 Luglio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

IL SECONDO FINE SETTIMANE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE “PAGLIACCE”

Sette spettacoli e 28 artiste sul palco al Bunker

Dopo il primo weekend, continua sotto la chapiteau del Bunker (via Nicolò Paganini 0/200) il festival internazionale di donne clown “Pagliacce”: in programma, nel secondo fine settimana della rassegna, sette spettacoli, tra i quali il cabaret finale che coinvolge 14 artiste, oltre a un appuntamento pensato per avvicinare i piccini all’arte della comicità.


Venerdì 20 alle 21 si inizia con Federica Mafucci e il suo “Zona Franca”, regia André Casaca, una produzione Teatro C’art: è uno spettacolo molto particolare perché attraverso un dialogo diretto con il pubblico racconta “storie di ordinaria follia” giocando, come le clown sanno fare, tra divertimento e dramma del vivere quotidiano, portando il pubblico dentro un vortice di sensazioni famigliari da condividere ed esorcizzare attraverso la comicità.

Sabato 21 alle 16 ecco Marta Pistocchi con “Grand Cabaret de Madame Pistache”, per la regia di Claudio Cremonesi, un one-woman-show, uno spettacolo musical-teatrale ambientato nei raffinati locali d’un cabaret parigino degli anni ’30: con un violino, delle scarpe da tip tap, una loop station e un microfono, Madame Pistache dà vita, corpo e voce a tutti gli ospiti del suo cabaret. 

Alle 21, quindi, sbarca il Kolektivo Konika in “La punta del mio naso”. Sul palco ben sei artiste – Candela Casas, Elisa Strabioli, Greta Marí, Hannah Runschke, Michela Fiorani, Shakti Olaizola – per la regia di Francesca Lissia. Si tratta di uno spettacolo realizzato grazie al Governo Basco e grazie al Progetto di cooperazione europea Travesia – Pirenei di circo, cofinanziato dal Feder con l’appoggio di La Granerie e Roca Umbert Fàbrica de les arts : è uno dei titoli più attesi del festival.

Si tratta infatti di una compagnia giovanissima di circo-teatro formata da sei artiste che vivono tra Bilbao, Barcellona, Santiago de Compostela e Italia: molte di loro sono molto giovani e hanno ottenuto già alcuni riconoscimenti per la loro ricerca di circo contemporaneo con una forte componente comica. Propongono un racconto tutto al femminile, tra prese acrobatiche e canti in cui le sei acrobate si aiutano, si sostengono, si trasportano, si spingono e giocano ripercorrendo le storie delle nonne. Un ritorno alle origini per ricostruire una memoria comune e affermare le proprie individualità di donne circensi nel mondo contemporaneo. 

Lo spettacolo ha vinto il Premio Trampolino 2022 e il premio Festival Territorio Violeta 2022.

Della compagnia fa parte l’acrobata/clown Michela Fiorani che ha studiato alla scuola Flic di Torino.

Sabato si chiude alle 22,30 con Wunder Tandem”, un duo leopardato dall’animo disco/punk: sul palco due voci, una fisarmonica e un mini drum set.

Domenica 22 alle 11 si continua con Donatella Morabito in “Bon Bon Rouge ‘na scarpa e ‘na panchina”, un classico spettacolo della tradizione clownesca, concentrato sull’eccentricità del ersonaggio.

Poi, alle 17, Le Radiose in “On Air!”, spettacolo, già presentato a Battiti – Rassegna internazionale di circo teatro di Roma,  che mescola il clown, il teatro fisico e il canto armonizzato su musica dagli Anni ’30 e ’40. Protagonista il trio composto da Emanuela Belmonte, Genea Manenti, Valentina Musolino

A chiudere, il gran finale con il Network Pagliacce in “Pagliacce cabaret“. E’ una produzione del festival torinese ed è un cabaret di donne clown: tramite call aperta internazionale sono state selezionate le artiste che saranno in scena.
«Un pot-pourri che vede in scena 14 donne clown , con numeri di clownerie contemporanea e musica dal vivo» spiega Martina Soragna, direttrice artistica del Festival. Uno spettacolo che vuole celebrare la comicità al femminile secondo stili e correnti che spaziano dalla visual comedy, al canto, alla comicità di parola, al teatro comico-surreale. Un’esperienza più unica che rara vedere un cabaret di clown tutto al femminile per 85 minuti di risate.

Per i bambini, invece, domenica alle 10 il “Biblioclown”, una biblioteca itinerante che propone letture e attività per scoprire l’universo del circo contemporaneo e del clown. Attraverso i libri e i giochi proposti, BiblioClown diventa un modo per esplorare l’arte i mestieri che permettono al circo contemporaneo di esistere, viaggiare e meravigliare. L’attività si rivolge a bambini dai 6 anni in su. Ingresso a cappello.

A organizzare il Festival, realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura e della Fondazione Crt e con il patrocinio del Comune di Torino, è il duo comico torinese Le due e un quarto in collaborazione con Pagliacce Network, la prima rete italiana di donne clown.

BIGLIETTI – UTILITA’ DEL FESTIVAL

Sito con programma dettagliato: www.pagliacce.it.

I biglietti sono acquistabili online su Ticket.it oppure si possono acquistare durante il festival allo Chapiteau Madera.

Intero 13 euro. Ridotto 10 euro.
Carnet Festival (5 spettacoli): 45 euro.

Professionali 6 euro.