2 Marzo 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Bressanone, quando il profumo di cannella e chiodi di garofano è nell’aria

Tradizioni natalizie, spettacolo di luci e musica, installazioni artistiche e un focolare sono i protagonisti del Mercatino di Natale di Bressanone in Alto Adige.

Quest’anno il mercatino di Natale di Bressanone è all’insegna della pace. Ma l’Avvento non è forse un periodo molto speciale, in cui la contemplazione, la gratitudine e la carità sono in primo piano nel mondo cristiano occidentale? Esattamente 800 anni fa, nel 1223, San Francesco fece ricreare la nascita di Cristo come presepe vivente nel piccolo villaggio dell’Italia centrale di Greccio. Come segno di pace, il presepe è da allora strettamente associato alle tradizioni natalizie. La collezione di presepi della Hofburg di Bressanone, famosa in tutto il mondo, offre uno spaccato della tradizione presepista nei vari secoli. La mostra per l’anniversario degli Amici del Presepe dell’Alto Adige e la celebrazione della Natività con il vescovo Ivo Muser il 30 dicembre nel Duomo sono altri momenti per camminare sulle orme di pace di San Francesco.

Avvento, tempo di vecchie e nuove tradizioni

Una tradizione recente del periodo d’Avvento di Bressanone è la grande cerimonia di apertura del 24 novembre 2023, quando gli angeli di Natale vestiti a festa, con tanto di tamburini, ottoni e coro di bambini, sfilano nel centro storico della città fino alla piazza del Duomo. Le vesti elaborate degli angeli di Natale sono figure del presepe barocco, che la costumista Sieglinde Michaeler ha modellato sulle figure originali del Museo dei Presepi dell’Hofburg.

I tradizionali rami di Santa Barbara sono i protagonisti del 4 dicembre. Al Mercatino di Natale e sotto i portici di Bressanone, l’OEW (Organizzazione per un Mondo Solidale) distribuisce rami di alberi da frutto, per lo più rami di ciliegio, in ricordo di Santa Barbara, martire del III secolo e protettrice dei minatori. A Bressanone, e in gran parte dell’Alto Adige, si presume che la fioritura di questi rami a Natale porti fortuna per l’anno a venire. Per alcuni, la fioritura significa un matrimonio imminente.

L’eterno gioco tra il bene e il male si riflette in modo impressionante il 5 dicembre, il giorno dei Krampus, e il 6 dicembre, il giorno di San Nicola. I Krampus, in particolare, provengono da tempi antichissimi e avrebbero dovuto instillare nei malvagi il timore della dannazione eterna con forti grida e rintocchi di campane, con verghe e catene. Bisogna fare attenzione durante la sfilata dei Krampus attraverso i vicoli e i portici di Bressanone. Molto più calma e tranquilla è la processione di San Nicola, quando San Nicola di Mira (o di Bari), patrono dei bambini, accompagnato dagli angeli, distribuisce dolci e parole di saggezza.

Il 13 dicembre è il giorno della luce, il giorno di Santa Lucia di Siracusa. In memoria della santa, i visitatori della sala parrocchiale sulla piazza del Duomo possono imparare a creare candele insieme alla Scuola Waldorf di Bressanone fino al 17 dicembre. Lo stoppino della candela viene immerso più volte nella cera d’api liquida fino a raggiungere lo spessore desiderato.

Ciò che a Natale non dovrebbe mancare a nessuna famiglia di Bressanone sono i dolci e al tradizionale Zelten. Cannella, chiodi di garofano, vaniglia, fichi, datteri e frutta candita non mancano in nessuna famiglia. Stelle alla cannella, pan di zenzero, mezzelune alla vaniglia e biscotti all’anice sono alcuni dei classici. È possibile imparare a fare i biscotti di Natale al mercatino di Natale presso la Profanter Naturbackstube il 14, 21 e 28 dicembre e il 22 dicembre presso la Biblioteca Civica.

Anche i biglietti e le decorazioni natalizie sono un must durante l’Avvento. Ma la cooperativa sociale WiaNui ha pensato a qualcosa di molto speciale e contemporaneo: il 25 novembre, presso la biblioteca comunale, si realizzeranno biglietti di auguri con materiali di scarto come scampoli di tessuto, balze e imballaggi in alluminio, mentre il 9 dicembre si realizzeranno decorazioni natalizie con carta riciclata.

Anche il calendario dell’Avvento è una tradizione consolidata. Ogni giorno si apre una finestra sul calendario gigante in piazza Duomo e appaiono immagini dipinte sul tema della pace, realizzate da artisti molto speciali. Si tratta di persone diversamente abili che lavorano nel WunderBar e nell’adiacente laboratorio creativo dei servizi sociali della comunità comprensoriale Valle Isarco.

Gli stessi artisti dei laboratori WunderBar, Seeburg e Bartgaishof hanno realizzato i portafortuna che saranno distribuiti la vigilia di Capodanno dai bambini in costume da spazzacamino in cambio di una donazione.

Meno tradizionale è il Capodanno di Bressanone il 31 dicembre. Qui il mercatino di Natale si trasforma in un luogo di festa dove non mancano musica e gastronomia.

Il 6 gennaio si festeggia tradizionalmente l’arrivo dei Re Magi dall’Occidente, che attraversano la città di Bressanone a cavallo. Ma nella città vescovile di Bressanone questa festività viene celebrata in modo molto particolare, perché nello stesso periodo si svolge la festa della Befana, tradizione prettamente italiana. La vecchia e bonaria strega porta dolci e regali ai bambini la notte del 6 gennaio. A Bressanone, la Befana, simile a San Nicola, distribuisce dolci durante la processione congiunta con i re Gaspare, Melchiorre e Baldassarre.

Luce e pace a Bressanone

Dal 24 novembre 2023 al 7 gennaio 2024, nel suggestivo cortile interno dell’Hofburg è di scena un nuovo spettacolo da non perdere. Ogni giorno, gli artisti della luce francesi Spectaculaires faranno viaggiare un colibrì colorato attraverso un mondo di sogni e realtà nel nuovo spettacolo di luci e musica “COLORS. A Homage to Peace”. Il piccolo colibrì è l’ambasciatore di pace, luce, amore e speranza. Il momento musicale clou sarà l’esibizione del Coro della Pace, composto da bambini di Ratisbona, Mantova e Bressanone, che canterà “Give Peace a Chance” di John Lennon e Yoko Ono sotto la direzione di Stephen Lloyd.

Il “Focolare” del mercatino di Natale offre pace nel frenetico trambusto prenatalizio, dove si possono ascoltare storie e gustare piccoli gustosi spuntini. La pace come controparte della guerra sarà il tema del “Focolare”, quando le donne ucraine presenteranno le loro azioni culinarie.

Dal 22 novembre al 7 gennaio 2024, la mostra “Via Illuminativa” si concentrerà sul tema della pace e si schiererà contro la guerra. Oltre 10 opere d’arte contemporanea di artisti locali e internazionali, selezionate dal curatore Hannes Egger, saranno distribuite in vari luoghi della città episcopale per ispirare la riflessione, tra cui l’installazione “Blue Earth” di Maj D e opere di Yoko Ono, Michelangelo Pistoletto e Sissa Micheli.

Prodotti locali e tradizionali al Mercatino di Natale

Ogni mercatino è per definizione e per storia il riflesso dell’economia e dell’artigianato locale. Non è diverso per il Mercatino di Natale di Bressanone, dove gli organizzatori attribuiscono grande valore all’indipendenza e all’originalità. L’offerta di articoli e prodotti in legno, feltro, erbe e minerali è sempre natalizia. Gli artigiani e gli imprenditori locali propongono sia addobbi per l’albero di Natale, sia decorazioni natalizie dipinte a mano, sia stelle di paglia per addobbare l’albero di Natale, sia regali speciali per le fredde giornate invernali, come pantofole di feltro, cuscini di pino cembro e di erbe e oli essenziali. I prodotti locali come marmellate, mieli, pane, strudel, miscele di tè e tisane, liquori, vini e anche cosmetici a base di erbe altoatesine sono molto apprezzati.

Il luogo d’incontro per grandi e piccini, abitanti e ospiti, sono gli stand gastronomici dove, oltre al vin brulé e al punch, si trovano anche Erdäpfelblattln (frittelle di patate) con crauti, zuppa di gulasch e ciambelle dolci.

Una novità di quest’anno è la Tazza del Mercatino di Natale di Bressanone, che – secondo l’idea degli organizzatori – sarà disegnata ogni anno da un diverso artista di Bressanone e acquisterà così anche un valore collezionistico. La prima tazza del Mercatino di Natale 2023-2024 è stata disegnata da Harald Kastlunger e stilizza i simboli dell’inverno, dell’Avvento e della festa dell’amore: fiocchi di neve su sfondo dorato e un albero di Natale con un cuore rosso.

Informazioni sul Mercatino di Natale di Bressanone

Il mercatino di Natale in Piazza Duomo sarà inaugurato ufficialmente il 23 novembre 2023 alle ore 17:00 con l’ingresso degli Angeli del Natale di Bressanone. È previsto un ricco programma di supporto con tanta musica, laboratori e workshop, dimostrazioni di cucina e panificazione, letture e percorsi avventurosi.

Il Mercatino di Natale è aperto tutti i giorni dal 24 novembre 2023 al 6 gennaio 2024 dalle 11:00 alle 19:00; dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi dalle 10:00 alle 19:00. Gli stand gastronomici sono aperti tutti i giorni fino alle 20:30; il venerdì e il sabato fino alle 21:00, la domenica e i giorni festivi fino alle 20:30. Il Mercatino di Natale sarà chiuso il 25 dicembre 2023.

Maggiori dettagli www.brixen.org/natale