19 Maggio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

NONNO ASCOLTAMI!

PRESENTATE A PALAZZO DI CITTA’ LE TAPPE PUGLIESI DELLE DOMENICHE DI PREVENZIONE SULLA SALUTE UDITIVA

Sensibilizzare cittadine e cittadini sull’importanza della salute uditiva realizzando attività di prevenzione diffusa sul territorio su questo tema fondamentale. Sono gli obiettivi di “Nonno Ascoltami! L’Ospedale in piazza”, campagna giunta alla sua quattordicesima edizione, promossa da Udito Italia Onlus con il patrocinio del Ministero della Salute e il sostegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Anche quest’anno la campagna si affida alla consolidata formula con medici specialisti, professionisti sanitari e volontari a disposizione di cittadine e cittadini per una giornata in piazza.

La Puglia come ogni anno aderisce all’iniziativa, che per questa edizione gode del patrocinio della sezione Sanità di Confindustria Bari e Bat. Le tappe pugliesi di Nonno Ascoltami! sono state illustrate oggi in conferenza stampa a Palazzo di Città. Sono intervenuti l’assessora al Welfare del Comune di Bari Francesca Bottalico, la presidente di Udito Italia Onlus Valentina Faricelli, il fondatore di Udito Italia Onlus Mauro Menzietti, la presidente della sezione Sanità di Confindustria Bari e Bat Annabella Cascione, il direttore del reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale Di Venere Michele Barbara, il dirigente Uosd di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale San Giacomo di Monopoli Egidio Dalena, il dirigente Uoc di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale Dimiccoli di Barletta Giuseppe Campobasso e Antonio Lauriola, in rappresentanza del partner tecnico dell’iniziativa.

Le città pugliesi coinvolte nell’evento sono: Barletta (Corso Vittorio Emanuele), l’8 ottobre; Bari (piazza del Ferrarese), il 15 ottobre; Altamura (Piazza del Duomo), il 22 ottobre; Monopoli (Piazza Vittorio Emanuele), il 22 ottobre; Taranto (Piazza della il Vittoria) 22 ottobre.

“Sono ormai dieci anni che come assessorato al Welfare sosteniamo “Nonno Ascoltami!”, una campagna importante e attesa che anche in questa edizione permetterà la realizzazione di tantissimi screening gratuiti in piazza – ha affermato Francesca Bottalico -. Ringrazio quindi gli organizzatori, i medici e tutte le donne e gli uomini che danno vita a questa forte collaborazione che mette al centro la prevenzione, e che rappresenta anche un percorso culturale ed educativo, in un clima di amicizia e di forte vicinanza tra le persone. Durante le domeniche di “Nonno Ascoltami!” sono tanti gli anziani presi in cura per la prima volta sui temi della salute uditiva. E questa iniziativa è importante anche perché siamo in un momento in cui ci sono persone in difficoltà economica che rinunciano anche a curarsi. Anche per questo sono fondamentali tutte le azioni che contribuiscono a rafforzare le reti di prevenzione e a umanizzare le cure. Quello di domenica 15 ottobre, in piazza del Ferrarese, sarà quindi un evento prezioso per avvicinare anziani, adulti e anche i più giovani alle visite gratuite e per orientarli in caso di patologie”.

“Da quattordici anni siamo impegnati in campagne di informazione, educazione e responsabilizzazione per diffondere l’importanza della prevenzione dei disturbi uditivi, avvicinando la sanità alle persone – ha dichiarato Valentina Faricelli -. La Puglia ospita per il decimo anno consecutivo questa manifestazione che nasce per incontrare cittadine e cittadini e famiglie nelle piazze, andando loro incontro in un momento che è anche di festa. Per noi, infatti, la salute è un gesto semplice che deve partire dal basso, diffondendo le buone pratiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e coinvolgendo non solo la terza età, ma anche i più giovani per rafforzare sempre più un approccio consapevole di prevenzione e individuare i disturbi uditivi precoci. Con questi obiettivi importanti diamo appuntamento a tutte e a tutti nelle piazze anche quest’anno” .

“Grazie al Comune di Bari e a tutte le istituzioni e ai partner che fanno parte di questa rete fondamentale che negli anni continua a permetterci di raggiungere un obiettivo importante come quello di sensibilizzare un numero sempre più alto di persone – ha spiegato Mauro Menzietti -. Il ringraziamento più grande, naturalmente, è quello dedicato ai medici, cioè alle donne e agli uomini che sono al centro di questo impegno. Raggiungere la popolazione diffondendo la consapevolezza dei disturbi uditivi è la nostra missione, cercando non solo di individuare chi presenta patologie ma anche quelle persone che, se rese consapevoli, riusciranno a prevenire questi problemi. Per questo le istituzioni sono fondamentali per raggiungere cittadine e cittadini, e anche per un altro obiettivo fondamentale: aiutarci ad abbattere lo stigma culturale e gli altri impedimenti che spesso rendono questo tipo di problemi invisibili e ignorati. Insieme, riusciremo a fare la differenza per il territorio pugliese e per tutte le comunità coinvolte nella campagna”.

“Come Confindustria siamo sempre presenti e in prima linea per la nostra comunità, dando un contributo attivo nonostante la difficile congiuntura economica che ogni giorno le aziende italiane affrontano con coraggio e con il loro grande impegno – ha commentato Annabella Cascione -. Sosteniamo con convinzione questo progetto perché siamo convinti che la salute e il benessere siano fondamentali per la vita delle persone e cruciali per la crescita di ogni territorio. L’invecchiamento della popolazione del nostro Paese deve essere visto anche come un’opportunità da cogliere, nella consapevolezza della straordinaria ricchezza e del valore aggiunto che la terza età porta a ogni comunità, in termini di valori da trasmettere e storia da insegnare. Saremo felici di essere in piazza per questa campagna di prevenzione che consente di esprimere anche la sempre più forte responsabilità sociale delle imprese”.

I dati della salute uditiva

In Italia sono oltre 7 milioni le persone con problemi di udito, corrispondenti al 12,1% della popolazione, e circa una persona su tre tra gli over 65. Solo il 31% della popolazione ha effettuato un controllo dell’udito negli ultimi 5 anni, mentre il 54% non l’ha mai fatto. Solo il 25% di coloro che potrebbero averne beneficio usa l’apparecchio acustico, nonostante l’87% di chi ne fa uso dichiari migliorata la propria qualità di vita.

A livello mondiale, l’Oms stima che circa il 5% della popolazione “convive” con una perdita uditiva e si prevede che circa una persona su quattro entro il 2050 sperimenterà una forma di diminuzione dell’udito (pari a quasi 2,5 miliardi di persone in tutto il mondo).

L’Oms ha istituito un apposito organismo, a Ginevra, per monitorare e incoraggiare le politiche attive di prevenzione e cura dei disturbi uditivi: il World Hearing Forum, di cui anche “Nonno Ascoltami! – Udito Italia Onlus” è membro, diffondendone ufficialmente le raccomandazioni e le buone pratiche in tema di salute uditiva. Anche quest’anno, per “Nonno Ascoltami!” si consolida, inoltre, la preziosa partnership con Croce Rossa, fondamentale per la corretta e sicura gestione dell’evento nelle piazze.

Guida all’Udito e Nonno Express

Computer, smartphone, app, social network: oggi anche per anziane e anziani è sempre più importante essere in rete. I “digital volunteer” della campagna, durante le domeniche di “Nonno Ascoltami!” metteranno a disposizione la propria competenza per trasformare la tecnologia in un compagno utile e affidabile per la terza età. Verrà distribuita la Guida all’Udito sia in versione cartacea che digitale, con una serie di utilissimi consigli per conoscere il proprio udito e mantenerlo in buona salute.