13 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Regata Storica 2023: all’Hard Rock Cafe il tradizionale disnar offerto ai giovanissimi atleti

Con questo primo appuntamento, prendono avvio le consegne dei premi collaterali, riservati agli sportivi delle diverse categorie dell’edizione 2023 della Regata Storica

Venezia– Ancora una volta è stato l’Hard Rock Cafe di Venezia ad ospitare il tradizionale appuntamento per il disnar dei giovanissimi atleti che hanno partecipato alla regata su pupparini a due remi domenica scorsa. Ieri pomeriggio, come ormai da alcuni anni, si è tenuto l’appuntamento nel locale di Bacino Orseolo per tutti gli atleti selezionati (riserva inclusa), per festeggiare il risultato ottenuto, e l’occasione per ricevere alcuni gadget in edizione limitata del brand.

Si tratta del primo appuntamento relativo alla consegna dei premi collaterali riservati agli atleti della Regata Storica, raccolti grazie all’impegno di Vela Spa e al supporto delle aziende del territorio a sostegno della voga alla veneta.

Ad accogliere i regatanti, di età compresa tra i 14 e i 19 anni, Jesus Rodriguez e Diego Messina, rispettivamente General Manager e Sales & Marketing Manager dell’Hard Rock Cafe di Venezia, insieme al Consigliere Delegato alla Tutela delle Tradizioni del Comune di Venezia, Giovanni Giusto.

“Dopo l’entusiasmante gara di domenica, vinta da Matteo Pecoraro ed Edward Patrick Nordio a bordo del pupparino verde – ha commentato il Consigliere Delegato Giovanni Giusto – è ora il momento dei meritati festeggiamenti per l’intera categoria dei giovanissimi. Mi complimento con loro perché hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per essere i futuri campioni di domani”.

“Siamo molto felici di ospitare nel nostro locale i giovani sportivi che rappresentano una eccellenza nel contesto cittadino veneziano – hanno sottolineato Jesus Rodriguez e Diego Messina– una collaborazione che prosegue da anni e che permette ad Hard Rock Cafe di essere partner attivo di questa grande manifestazione, così importante e significativa per la città di Venezia.”