20 Aprile 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Al via venerdì 4 agosto con La Casa degli spiriti

la nuova stagione di Scena 1312, rassegna di

musica-teatro di Bardonecchia.

Monologo tratto dal romanzo di Isabel Allende

Si inaugura con La Casa degli spiriti la nuova stagione di Scena 1312, rassegna di musica-teatro promossa dal Comune di Bardonecchia. Il cartellone teatrale è curato dalla compagnia torinese Accademia dei Folli, con sei spettacoli in programma dal 4 al 16 agosto, di cui cinque al Palazzo delle Feste e uno itinerante nella frazione di Rochemolles.

Venerdì 4 agosto alle ore 21 sul palco del Palazzo delle Feste sono protagoniste l’attrice Silvia Giulia Mendola e la musicista Linda Messerklinger con La casa degli spiriti, spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Isabel Allende e prodotto dalla Compagnia Teatro Binario 7 in collaborazione con PianoinBilico, con la regia di Corrado Accordino. Un monologo in cui l’attrice, attraverso gli occhi e le voci di altre donne, racconta la storia di una famiglia.

“A mia madre, a mia nonna e alle altre straordinarie donne di questa storia” è la dedica che apre il romanzo di Isabel Allende.

La casa degli spiriti è un romanzo matriarcale. Le tre donne che rappresentano le diverse generazioni della famiglia sono complesse, complete e diversissime tra loro. Clara, la chiaroveggente, la figlia Blanca, l’artista, e Alba, che vive la rivoluzione. Accanto a loro molti altri personaggi femminili: nessuna di loro si presenta come un’eroina, tutte cercano di fare quello che trovano giusto.

Ed è proprio da un punto di vista femminile che prende avvio la narrazione in questo monologo, interpretato da una donna che, attraverso gli occhi e le voci di altre donne, racconta la storia di una famiglia. Le vicende si svolgono sullo sfondo politico-sociale del Cile durante gli ultimi decenni del Novecento, quelli del golpe del generale Pinochet del 1973, tra la violenza e il terrore della dittatura militare e la lenta ripresa di una vita normale, del ritorno della democrazia.

A dar voce al monologo è Alba, che poi si calerà nelle vesti di tutte le donne che, una generazione dietro l’altra, le hanno consentito di essere quello che è ora. La loro storia, circolare ed ereditaria, è un misto di spiritismo, realtà e finzione, amori e crudeltà, carità e follia: nel loro mondo le bambine nascono con i capelli verdi e le apparizioni siedono a tavola conversando con i mortali. Accanto a quello dei vivi si dispiega il mondo dei morti, vivi come chi è in vita.

Ingresso unico a €2. Biglietti in vendita online su piattaforma oooh.events.

Info e prenotazioni:

Ufficio del Turismo di Bardonecchia

c/o Palazzo delle Feste, piazza Valle Stretta 1.

Tel. 0122/99032.