17 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Oltre 2500 visitatori per Wine&Siena 2023

Oltre 2500 visitatori per Wine&Siena 2023 dal 27 gennaio al 30 gennaio 2023!

Oltre 2500 persone tra visitatori, giornalisti, operatori e partner per la 3 giorni di Wine&Siena iniziata già venerdì 27 gennaio con il convegno promosso da Banca Monte dei Paschi di Siena dedicata a Vino e Futuro e il taglio del nastro nel pomeriggio. Importanti anche le donazioni per la bottiglia della solidarietà all’Associazione Quavio di Siena. Si è chiusa così l’8° edizione di Wine&Siena che si è tenuta di nuovo nelle prestigiose sale del Santa Maria della Scala.

Dalla Sicilia, dalla Campania, dalla Puglia, dalla Sardegna, dalla Lombardia, Alto Adige, il Friuli. E non mancano chiaramente Toscana, Piemonte, Veneto. Ci sono anche regioni come Abruzzo, Emilia Romagna, il Lazio. E c’è la Francia. Più di 600 etichette di vini selezionati da The Wine Hunter nel percorso del gusto al Santa Maria della Scala con Wine&Siena i Capolavori del Gusto e insieme, eccellenze della gastronomia, 60 prodotti circa tra cioccolati, formaggi, olio, carni e salumi, birra, salumi, pasta, riso, cereali, grappe e liquori, birra e non solo dalla Campania all’Alto Adige passando da Toscana, Marche, Abruzzo.

Helmuth Koecher The WineHunter: “Tre giornate dense, anzi quattro giorni se si pensa al convengo organizzato dal Monte dei Paschi. Assaggiare il vino tra le mura affrescate del Santa Maria della Scala è una emozione – ha sottolineato Helmut Kocher, The WineHunter e patrone del Merano Wine Festival – Il vino qui ha trovato il proprio habitat. Le masterclass sono state un successo e hanno fatto capire qualcosa in più dell’anima del vino. Il territorio di Siena ha dimostrato anche quest’anno di essere il fulcro del vino a livello nazionale e adesso ha una responsabilità per promuoverlo al livello nazionale”. Ottima anche l’affluenza che ha segnato il record nella giornata di sabato. Poi il patron ha ringraziato tutta la città per l’ospitalità, il Comune e Confcommercio. “Adesso – ha concluso – siamo già proiettati verso 2024”.

Durante i giorni di evento presentati il progetto Abruzzo Sostenibile, il nuovo modello di sostenibilità nato dalla collaborazione tra The WineHunter Helmuth Koecher e la Regione Abruzzo. Presentati, inoltre, gli eventi novità firmati The WineHunter: Farm Food Festival, un evento che mirerà a valorizzare le specialità altoatesine, un viaggio attraverso la tradizione dei masi chiusi che si terrà il 25 marzo 2023 nell’unica cornice del Kurhaus di Merano. Altro grande appuntamento, che inaugurerà la stagione primaverile di eventi: TastingMoreTime, il 27 e il 28 maggio 2023 nella magnifica location della Reggia Reale di Monza. Un evento che rafforza e conferma la collaborazione con la Regione Lombardia.

PRENDE VITA ALLA VILLA REALE DI MONZA IL NUOVO FORMAT DEL MERANO WINEFESTIVAL INSIEME ALLE ISTITUZIONI LOMBARDE


La Villa Reale di Monza, il 27-28 maggio, organizza una manifestazione enogastronomica, in collaborazione con Merano WineFestival e 5-Hats, con prodotti selezionati attraverso i The WineHunter Award che garantiscono l’eccellenza di vini, food, birre e spirits.

Il cuore della rassegna sarà il “Padiglione Lombardia”, da cui partirà il percorso del visitatore.

Oltre che nella Villa Reale di Monza, gli eventi avranno luogo anche a l’Hotel de la Ville, Partner del Progetto.

La collaborazione con Merano WineFestival sarà poi l’occasione per scoprire la storia della Villa Reale di Monza, voluta dall’Imperatrice Maria Teresa d’Austria come residenza estiva per il figlio Ferdinando e sua moglie Maria Beatrice Ricciarda d’Este, costruita tra il 1777 e il 1780.

L’annuncio della nuova collaborazione tra Merano WineFestival, 5-Hats e il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza è stato dato nel corso dell’incontro di presentazione del Progetto, organizzato all’Hotel de la Ville di Monza e durante la conferenza Stampa tenutasi al Wine&Siena, alla presenza delle istituzioni del territorio.

“La Villa Reale di Monza offre uno scenario unico per realizzare un evento enogastronomico di grande richiamo internazionale”, ha spiegato Helmuth Köcher, Patron del Merano WineFestival, “L’iniziativa aumenterà il potenziale del Merano WineFestival e contemporaneamente creerà un ponte tra la Lombardia e l’Alto Adige.”