28 Novembre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

È stata presentata oggi la seconda edizione di Ferrara Food Festival in programma tra le vie del centro di Ferrara dal 4 al 6 novembre.

Tre giorni all’insegna del buongusto e alla scoperta delle eccellenze del territorio, un evento gastronomico-culturale in cui i migliori prodotti tipici ferraresi e le eccellenze enogastronomiche provenienti da tutta Italia presentano le proprie prelibatezze. Un festival dove scoprire, acquistare e degustare le eccellenze italiane accompagnato da un ricco palinsesto di eventi, degustazioni e show cooking.

“Il Ferrara Food Festival torna per il secondo anno, il primo libero dalle limitazioni previste nei tempi della pandemia – dice il sindaco di Ferrara Alan Fabbri -. Abbiamo creduto e investito in questo evento, una vetrina per la qualità, la tradizione, il saper fare ferrarese, in piena coerenza con le nostre linee di mandato, legate alla tutela e valorizzazione della cultura del cibo e alla storia dell’enogastronomia tipica. Per queste ragioni abbiamo anche creduto nelle Denominazioni di origine comunale (De.C.O.) che abbiamo realizzato per la prima volta a Ferrara, con il pieno coinvolgimento della Strada dei vini e dei sapori. A questo proposito, quest’anno, in particolare, l’evento inaugurale sarà dedicato al pane ferrarese, la nuova De.C.O. per la valorizzazione della cosiddetta ‘arte bianca’, di cui Ferrara è assoluta protagonista e che oggi, più che mai, merita sostegno e iniziative specifiche di salvaguardia e promozione”.

“La Provincia di Ferrara – ha commentato il Commissario Straordinario della Camera di Commercio, Paolo Govoni – vanta un’eccellente tradizione nella produzione e trasformazione di prodotti agroalimentari, che deriva dalla particolare conformazione territoriale, da una forte capacità tecnica e organizzativa delle imprese, ma soprattutto da un solido radicamento della cultura della qualità. La Camera di Commercio, insieme alle istituzioni, alle associazioni di categoria ed agli imprenditori, è da sempre impegnata nella promozione delle pregevolezze locali anche attraverso il sostegno a manifestazioni come Ferrara Food Festival, tra le iniziative più capaci di raccogliere e di raccontare la ricchezza e la varietà di offerta del nostro patrimonio enogastronomico. Una ricchezza, quella agroalimentare, che crea valore dal punto di vista culturale, sociale ed economico, cui si aggiunge l’effetto generato dal connubio ormai inscindibile turismo–enogastronomia”.

“Il Ferrara Food Festival si compone di diversi aspetti: è Innovazione e tradizione che si incontrano nel senso dell’identità territoriale,- spiega Massimiliano Urbinati, Presidente dell’Associazione Strada Vini e Sapori della Provincia di Ferrara e Preside dell’Ipssar Orio Vergani –  è un Laboratorio di filiera, dalla produzione alla trasformazione, con un recupero delle migliori eccellenze territoriali connotandosi quindi anche come laboratorio di ricercar, è un vettore di valorizzazione, della continuità dell’eccellenza attraverso la visione dell’agenda 20/30 con un occhio alla contemporaneità e con un approccio ottimistico al futuro, nel senso di un investimento che può nascere anche da una sola visita ad una manifestazione che può accendere idee e relazioni. Avrà Un focus speciale sull’imprenditorialità dei giovani con una grande lente sui processi formativi per un placement di qualità nel mondo del lavoro che mira alla continuità imprenditoriale. Arte e scienza si incontrano nel Ferrara food Festival per una continuità affidabile nel segno del benessere e della salute, con grande coerenza rispetto alla tradizione della Food Valley”.

“Dopo il successo dello scorso anno, – spiega Luca Cimarelli, Presidente di Holding Ferrara Servizi – non potevamo mancare a questa seconda edizione. Holding Ferrara Servizi attraverso Ferrara Tua e Afm – Farmacie Comunali sarà anche quest’anno partner di Ferrara Food Festival. Holding Ferrara Servizi nel suo complesso continua ad essere a fianco dell’Amministrazione per il sostegno alle attività che stanno facendo di Ferrara una città turisticamente sempre più attrattiva e ricca di eventi. L’obiettivo primario delle nostre società rimane quello di garantire servizi sempre più all’avanguardia ed efficienti per il cittadino senza perdere di vista lo sforzo che tutta l’Amministrazione sta facendo per il rilancio della nostra meravigliosa città, contribuendo alla realizzazione di eventi e manifestazioni di portata nazionale.”

“Siamo molto onorati di partecipare come main sponsor a questa seconda edizione di Ferrara Food Festival. – spiega Giuseppe Ciani, Presidente di Cooperativa Giulio Bellini- Chiaramente per noi la città di Ferrara è il nostro territorio. Siamo un’importante azienda agroindustriale e vogliamo far conoscere meglio la nostra realtà, perché è una realtà a 360 gradi, che lavora in filiera, dove abbiamo i prodotti, dal seme alla tavola, tutti al nostro interno e questo lo vogliamo mettere a disposizione delle persone che verranno o che parteciperanno alla kermesse.”

“Unicredit è lieta di sostenere come main sponsor l’edizione 2022 del Ferrara Food Festival.- spiega Giorgio Morandi, Area Manager Small Business Ferrara e Ravenna Unicredit: – Un segno tangibile dell’attenzione della banca nei confronti del territorio e dell’agrifood, settore strategico dell’economia che Unicredit supporta con una task force dedicata e con diverse iniziative specifiche come il plafond da 1 miliardo di euro recentemente destinato a sostenere le imprese agricole impattate dai rincari di energia e materie prime; e made4italy, programma rinnovato per il triennio 2022/2004 per stimolare la sinergia tra turismo e agroalimentare italiano, improntato a sostenibilità, riqualificazione energetica e supporto alla transizione digitale, in linea con gli obiettivi del pnrr. con un nuovo plafond di 5miliardi e consulenza mirata aiutiamo le aziende a realizzare progetti legati alle identità regionali per valorizzare i territori e stimolarne la crescita”

“Questa seconda edizione di Ferrara Food Festival si presenta come una vera kermesse di richiamo turistico per far emergere Ferrara come una delle capitali della foodvalley emiliana. –  spiega Stefano Pelliciardi, Titolare SGP Grandi Eventi – Sarà una manifestazione che si sviluppa nel centro storico tra Piazza Trento e Trieste, Piazza Savonarola e Piazza Castello, mentre in Piazza Municipio ci sarà il PalaSimaBio dove si terranno showcooking, degustazioni e premiazioni. La kermesse si può suddividere in quattro sezioni dagli spettacoli di animazione e intrattenimento tra le vie del centro ai grandi eventi come ad esempio la premiazione dello Chef Carlo Cracco come Ambasciatore del Gusto di questa edizione, Edoardo Raspelli, fino ad eventi legati al territorio e ai prodotti tipici come il processo alla salama da sugo o la rievocazione storica del matrimonio fra Lucrezia Borgia e Alfonso D’este fino ad arrivare a maxi costruzioni come il maxi caplit, realizzato dalle sfogline guidate da Rina Poletti dell’Accademia della Sfoglia di Cento, prodotto tipico della cucina ferrarese o la disfida degli agriturismi del territorio per scoprirne le eccellenze e infine la maxi scritta di Ferrara che verrà realizzata con le zucche”.

La manifestazione è promossa dall’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia di Ferrara con il patrocinio e la collaborazione fattiva del Comune di Ferrara e della Camera di Commercio di Ferrara, organizzata da SGP Grandi Eventi.

Appuntamento a Ferrara dal 4 al 6 novembre alla scoperta delle eccellenze ferraresi e tanto altro.