1 Ottobre 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Suoni In Movimento: Contrappunti, Speculazioni Da Giordano Bruno Alle Neuroscienze

Per il suo sedicesimo appuntamento la rassegna Suoni in movimento l’11 settembre (ore 16,30) sarà a Sordevolo presso la Chiesa Parrocchiale con Contrappunti, un concerto dedicato alle musiche di Johan Sebastian Bach in cui la voce recitante di Angela Dematté dialogherà con il pianoforte a 4 mani del Duo Chiara Nicora e Ferdinando Baroffio. Il programma comprende Aria dalle Variazioni Golberg (nella trascrizione di  Karel Eichler per piano a 4 mani), la Toccata e fuga in re minore (trascritta da Max Reger per piano a 4 mani), le 3 Variazioni Golberg (trascritte da  Karel Eichler per piano a 4 mani), Ciaccona in re minore (trascritta da Carl Reinecke per piano a 4 mani) e il Concerto brandeburghese n. 3 in sol maggiore (nella trasposizione di da Max Reger per piano a 4 mani) nei movimenti alle (allegro), adagio, allegro.
Questo concerto sarà un viaggio nella formazione musicale di Bach: un’indagine giocosa, a volte irriverente, di nuovo molto seria e commovente. Con variazioni di Giordano Bruno e fughe sullo stile di Achille Campanile. Un’indagine che cerca di capire cosa rende straordinaria una speculazione musicale rispetto ad un altra.

Il concerto sarà incorniciato, come da tradizione, da una visita guidata al Palazzo Vercellone – Archivio Lanifici Vercellone prevista alle ore 15,30.
Sarà, inoltre, l’ultimo appuntamento di questa prima parte della rassegna Suoni in Movimento che cede dal 17 settembre il passo alla fortunatissima rassegna dei Panorami Sonori: 4 appuntamenti  al Castello di Roppolo da sabato 17 settembre che assorbiranno in sé l’altra preziosa iniziativa promossa da Nisi Arte Musica, la II edizione dei Nuovi Percorsi Sonori patrocinati dalla SIAE e realizzati in collaborazione con il Conservatorio di Torino. Ideata e realizzata integralmente da giovani under 35, propone programmi di musica da camera nell’interpretazione di giovani interpreti anche loro under 35 che accanto a titoli di repertorio affiancano i 4 brani in Prima assoluta risultato delle commissioni del Dipartimento di Composizione del Conservatorio di Torino.