25 Maggio 2022

Zarabazà

Solo buone notizie

Intervista: “Linguette” è il nuovo singolo dei Regione Trucco

LINGUETTE” è il nuovo singolo della band REGIONE TRUCCO, uscito il 15 aprile sulle piattaforme streaming e digitali (Amarena Records/ADA Music Italy), un brano che arriva dopo il primo album con la produzione artistica di Cosmo. La canzone parla di come la natura umana, nel costante sforzo di dare senso alle cose, talvolta sia estremamente razionale e, in altri casi, ricerchi invece le risposte nei modi più goliardici o scaramantici, come nelle linguette delle lattine della Coca Cola.Prodotto dalla stessa band, il sound mescola il songwritng italiano, alle sonorità più attuali, il mix è stato curato da Enrico Caruso (ingegnere del suono che ha lavorato, tra gli altri, per Fabri Fibra, Max Gazzè ed Elasi), Il master invece è stato fatto in Spagna da Samuel Dan.

Abbiamo chiesto alla band di rispondere alle nostre domande:

Quali sono le vostre influenze musicali? Qualcosa che davvero non ci aspetteremmo? 

Ognuno di noi ha avuto influenza musicali proprie ovviamente, anche molto diverse tra loro. Tra le influenze meno sospettabili più che un nome citiamo un disco: La fabbrica di plastica di Gianluca Grignani.

Cosa significa pubblicare un album nel 2022, un anno a metà strada tra la pandemia e una nuova rinascita? 

Pubblicare un disco in questo periodo non credo sia in realtà molto diverso da prima della pandemia: alcune tendenze, come quella di pubblicare diversi singoli per attirare l’attenzione sempre più sfuggente del pubblico prima del disco, erano già in atto precedentemente. Forse adesso si vive un po’ di più il timore di nuovi lock down che potrebbero impedire i live, ma se si pensa solo alla paura non si fa più niente.

Possiamo dire che è ormai l’era dei cantautori di seconda generazione, da Ghali in avanti? 

Sì, sicuramente c’è una nuova leva di cantautori che, seppur ancora molto giovani, possiamo ritenere già affermati. Anche se più che Ghali, forse è Calcutta a nostro avviso a poter essere considerato lo spartiacque generazionale.

Cosa state ascoltando in questo ultimo periodo?

Ognuno di noi ha un po’ le proprie preferenze, ma ci piace molto ascoltare la radio: è bello anche che qualcun altro scelga te cosa farti ascoltare. Altrimenti si finirebbe sempre per ascoltare le solite cose.

Quale domanda avrei assolutamente dovuto farvi, ma non ti ho fatto? 

Non ci avete chiesto nulla dei live, per noi aspetto fondamentale della nostra esperienza artistica.

La band “Regione Trucco” nasce a Ivrea all’inizio del 2017: la formazione è composta da Umberto d’Alessandro (chitarra-voce), Andrea Re (tastiera – synth – programmazione ritmica – voce), Massimo Notarpietro (basso), Manuel Pozzo (batteria –  octapad – voce ). Il primo singolo, intitolato “Mama don’t cry”, esce in esclusiva su Repubblica.it a fine maggio dello stesso anno, con la partecipazione di due rapper nigeriani – Israel e Adamu – e vince il premio  “Una canzone per Amnesty” nella categoria under 35, partecipando al festival organizzato da Amnesty International a Rosolina Mare (Rovigo). A dicembre 2017 esce il primo album, Regione Trucco,  uscito per l’etichetta Vollmer Industries, al cui interno 6 tracce vantano la produzione artistica di Cosmo. La band, promuove il disco con numerosi concerti in giro per l’Italia, a febbraio 2019, si esibiscono a Macerata sul prestigioso palco di  Musicultura. Ad aprile 2019 la band suona al festival Tavagnasco rock, a cui fa seguito un calendario di date estive.A Giugno 2019 la band vince il Calabria Fest, davanti a un pubblico di 15000 persone, condividendo il palco con Clementino, Dolcenera, Enrico Nigiotti e Chiara Galiazzo.