30 Novembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

UN TEST DRIVE PER AIUTARE LA RICERCA

A PALERMO LA CONCESSIONARIA R.STAR A SOSTEGNO DELL’AIRC

FINO A SABATO 30 OTTOBRE PER OGNI KM PERCORSO VERRÀ DONATO 1 EURO ALLA RICERCA CONTRO IL TUMORE AL SENO

“Insieme, la ricerca fa strada” è l’iniziativa che vede protagonista R.Star, la concessionaria ufficiale Mercedes-Benz e smart a Palermo che aderisce all’iniziativa nazionale a favore della salute e del benessere delle donne nell’ambito del “mese rosa”, il mese internazionale dedicato alla sensibilizzazione del tumore al seno.

Tutti i giorni fino a sabato 30 ottobre allo show room in viale Michelangelo 1822 sarà possibile salire a bordo di vetture personalizzate con il ‘fiocco rosa’, simbolo dell’AIRC: per ogni km percorso durante il test drive, Mercedes-Benz Italia donerà 1€ all’Associazione Italiana Ricerca Cancro che dal 1965 sostiene con continuità progetti scientifici innovativi e il progresso della ricerca per la cura del cancro. Per partecipare all’iniziativa basta iscriversi sul sito https://laricercafastrada.it/?dealer=170000 e prenotare il proprio test drive.

“La nostra concessionaria – spiega Vincenzo Giacalone, General manager di R.Star – ha voluto sposare questa iniziativa nazionale dando il proprio contributo ad una causa benefica importante. Invitiamo a partecipare non soltanto i nostri clienti, ma tutti coloro che vorranno essere testimonial dell’iniziativa per dare il proprio contributo verso una grande meta comune: fare chilometri per la ricerca contro il tumore al seno”.

L’iniziativa è promossa, a livello nazionale, da She’s Mercedes, il brand della Stella che da sempre realizza e promuove progetti a sostegno delle donne in tutti gli ambiti della vita. 

“Sono felice di questa collaborazione – commenta Mariella Vanadia, coordinatrice regionale di Airc – che ci permetterà di sostenere la ricerca, segnando un ulteriore passo in avanti verso quello che è l’obiettivo principale, trovare una cura al cancro. Cinquanta anni fa la diagnosi di un tumore era sempre infausta. Oggi, ad esempio, grazie ai passi avanti fatti dalla ricerca, il tumore al seno viene sconfitto nell’87% dei casi”.