17 Ottobre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Un’estate intensa in Alto Adige

Un’estate intensa per il settore cinematografico

Le produzioni sostenute dall’Alto Adige spiccano ai festival, vincono premi, vengono proiettate al cinema e trasmesse in TV

Che si tratti di Human Factors di Ronny Trocker alla Berlinale, di Lovely Boy di Francesco Lettieri alla Mostra del Cinema di Venezia o di Lucifer di Peter Brunner al Festival di Locarno: quest’estate numerosi film sostenuti da IDM Alto Adige erano presenti in rinomati festival europei. Anche due talenti altoatesini hanno ricevuto importanti riconoscimenti: l’attore Thomas Prenn ha vinto l’Österreichischer Filmpreis come miglior attore protagonista maschile in Hochwald di Evi Romen, mentre la regista Maura Delpero ha ricevuto il “Young Talent Award” di Women in Motion al Festival di Cannes. A questo si aggiungono le presenze cinematografiche e televisive di quattro produzioni, anch’esse cofinanziate dal Fondo cinematografico altoatesino e sostenute da IDM. Altri progetti cinematografici e di serie televisive sono ancora in fase di produzione, come il lungometraggio Im Fallen di Samuel Perriard.

«Il fatto che così tanti dei nostri film vengano presentati in rinomati festival internazionali e che quest’estate abbiano ricevuto diverse nomination e premi, sottolinea in maniera evidente il ruolo che l’Alto Adige ricopre come location cinematografica», afferma Vera Leonardelli, direttrice del dipartimento Business Development di IDM. «Ma quello che mi rende particolarmente felice è che tutto questo riflette l’alto livello in cui i professionisti locali si muovono oggi».

Ad esempio, il dramma Human Factors, del regista e produttore di Castelrotto Ronny Trocker, a inizio giugno è stato proiettato nella sezione Panorama della Berlinale. Il lungometraggio d’esordio Windstill, della regista altoatesina Nancy Camaldo, è stato invece proiettato al festival tedesco Fünf Seen Filmfestival. Il progetto è stato girato nel 2019, principalmente al lago di Resia e dintorni. L’Alto Adige è stato la location principale anche di Hochwald, che ha segnato il debutto alla regia della bolzanina Evi Romen. Il film è stato nominato in nove categorie all’Österreichischer Filmpreis: Thomas Prenn, originario della Val Pusteria, ha vinto il premio come miglior attore protagonista maschile, Cinzia Cioffi è stata premiata per i costumi e Florian Horwath per la miglior musica.

Gudon, vicino a Chiusa, ha fatto da cornice al dramma Lovely Boy del regista Francesco Lettieri, con il talento esordiente Andrea Carpenzano nel ruolo principale. All’inizio di settembre il film è stato proiettato alle Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia. In occasione del Festival di Locarno invece, che si è svolto ad agosto, il regista austriaco Peter Brunner ha vinto il premio speciale “Boccalino d’Oro” per la migliore regia con il dramma Lucifer. Le riprese si sono svolte in Alto Adige nel 2019, con gli attori principali Franz Rogowski e Susanne Jensen. Infine, il documentario Eva-Maria, del regista Lukas Ladner e la cui post-produzione è stata interamente realizzata in Alto Adige, è stato proiettato al festival Diagonale di Graz e al DOK.fest di Monaco.

Recentemente è stato trasmesso su ZDF e Servus TV il film diviso in due capitoli Im Netz der Camorra, con Tobias Moretti nel ruolo principale. L’attrice altoatesina Katja Fellin ha avuto un importante ruolo secondario. Più di quattro milioni di spettatori hanno guardato il thriller, che è stato girato anche a Termeno, Bolzano e Merano. All’inizio di settembre, il film per famiglie Hilfe, ich habe meine Freunde geschrumpft è uscito nei cinema tedeschi e austriaci. Le riprese sono state effettuate anche nel seminario vescovile Johanneum a Tirolo. Sia in Germania che in Austria, durante la prima settimana di proiezione il film è entrato nella top ten delle classifiche cinematografiche. Nei cinema austriaci inoltre, da metà settembre è presente anche Hochwald. La serie televisiva d’avventura Wild Republic, che è stata girata in gran parte in Alto Adige, è stata trasmessa sulla piattaforma di streaming Magenta.TV della Deutsche Telekom. L’anno prossimo, la serie sarà trasmessa anche sulle reti pubbliche ARTE, WDR e SWR.

.

Per il 2022 è prevista inoltre la partenza della serie tedesca Herzogpark, del regista Jochen Alexander Freydank. A inizio agosto la troupe ha girato le riprese a Bressanone e dintorni, con star tedesche come Heike Makatsch, Lisa Maria Potthoff, Felicitas Woll e Heiner Lauterbach, ma anche con gli attori altoatesini Lukas Spisser, Michael Klammer e Riccardo Angelini. La serie dovrebbe essere mandata in onda nella primavera del prossimo anno sulla piattaforma TVNOW di RTL. Il nuovo lungometraggio della regista Linda Olte Sisters, della Albolina Film di Bolzano in coproduzione con la lettone Fenixfilm, a giugno ha terminato le riprese in Alto Adige. A metà settembre invece sono iniziate le riprese di Im Fallen di Samuel Perriard, una coproduzione della helios – sustainable films di Bolzano con la svizzera Catpics, con Julia Jentsch e Florian Lukas nel cast. Infine, durante i mesi estivi si sono svolte, sempre in Alto Adige, le riprese per il progetto Bozen Krimi.