17 Settembre 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Nessuno e Urano tingono l’estate di blu

Nessuno e Urano si cimentano in una nuova opera musicale che riprende i successi sportivi della nazionale nella splendida avventura dell’europeo targato 2020, descrivendola in una parabola di gloriosi ricordi.

“il cielo si tinge di blu sopra Roma, Monaco, Wembley l’Italia si abbraccia di più certe notti non le dimentichi”.

Le parole del brano interpretato da Urano e Nessuno sono un inno all’Italia all’abbracciarsi a prescindere dalle divisioni cullturali e di società.

Divisioni sociali che si annichiliscono contro l’unità sportiva e nazionale, le quali tendono verso uno “storytelling” di tutto il percorso della selezione italiana e delle emozioni suscitate durante Euro 2020.

 E’ una canzone per l’italia, un brano d’incoraggiamento, un esempio, un dono per gli italiani, un canzone per gli italinai, condito dalla scrittura e dalla personalità e dalla voci molto particolari di Nessuno e Urano.

CONOSCIAMO NESSUNO

Nessuno, all’anagrafe Paolo, Classe 1999 è un artista della provincia di Monza. 
Inizia a suonare il pianoforte all’età di 7 anni, per decisione dei genitori, lui a 15 anni 
sceglie di smettere, dopo poco meno di un anno, riprende a suonare autonomamente, 
sentiva una certa mancanza e dopo un susseguirsi di eventi inizia a scrivere e si trova 
nella scrittura l’unica via d’uscita. 
Nell’agosto 2020 firma un contratto discografico con Visory Records.
Il 18 dicembre 2020 esce “Cuore” il singolo che è arrivato ad essere nella nona posizione 
della classifica Viral 50 di Spotify. 
Nessuno nelle sue canzoni si racconta e racconta le persone e le circostanze che lo 
circondano.
Trova nella musica l’unico modo per raccontare ciò che lo circonda. 
Ha voglia di sconfiggere la sua paura più grande, di sentirsi nessuno, usando questa come 
sua più forte arma. 
Ecco, vi presento NESSUNO.

CONOSCIAMO URANO

Stefano Vantaggiato, in arte Urano, nasce il 24 maggio 1996 a Carate Brianza, in provincia 
di Monza.
Sin da piccolo si lega alla musica cominciando a studiare pianoforte in accademia fino alla 
terza media, quando decide di smettere.
La musica diventa la sua arma e, insieme a lei, decide di esporsi cominciando a 
pubblicare le proprie canzoni. 
Nel settembre del 2019 firma un contratto con i produttori di Cosmophonix con cui porta 
avanti il progetto.
Il 2 novembre esce il suo primo singolo, che decide di chiamare come il nome con il quale 
si riconosce nella musica: “Urano”, che finisce in poco tempo nella classifica editoriale 
Viral 50 di Spotify segnando il primo milione. 
Nel giro di un anno e mezzo Urano totalizza oltre 2 milioni di ascolti da indipendente. 
Urano, laddove la poesia è importante come l’aria.