Luglio 29, 2021

Zarabazà

Solo buone notizie

Bologna, UniCredit al fianco di Ageop Ricerca per l’acquisto della Casa Gialla, struttura dedicata a cura e ospitalità per i piccoli pazienti immunodepressi e per le loro famiglie

UniCredit ha scelto di sostenere la Ageop Ricerca ODV definendo un’operazione di finanziamento da 750mila euro.


Grazie a questa operazione Ageop ha acquistato la “Casa Gialla”, immobile residenziale a Bologna, in via Massarenti 183, nel quale dal 2015 lavora per assicurare un ambiente protetto per piccoli pazienti immunodepressi e ospitalità per i loro familiari: insomma una vera casa disponibile e gratuita per chi viene da altre regioni o da altri Paesi per fruire delle cure erogate dal Policlinico Sant’Orsola, un centro di eccellenza sul territorio nazionale.

La “Casa Gialla”, ad oggi, assicura un alloggio stabile e dedicato a bambini, giovani adulti e famiglie che necessitano di terapie presso il reparto di Oncoematologia pediatrica “Lalla Seràgnoli” del Policlinico di S. Orsola e l’Istituto Ortopedico Rizzoli, provenienti da ogni parte d’Italia. Dal 2015, Casa Gialla ha garantito la propria ospitalità a 240 famiglie.

Al raggiungimento degli obiettivi sociali dichiarati da Ageop Ricerca ODV, UniCredit riconoscerà una donazione di ulteriori 10.000 Euro finalizzati all’implementazione di servizi aggiuntivi per le famiglie ospiti, come ad esempio un servizio di mediazione culturale per favorire la convivenza di famiglie culturalmente diverse, oppure di laboratori di arteterapia per i piccoli pazienti oncologici, o di supporto informatico con l’acquisto di 4 personal computer per agevolare le attività degli operatori, dei piccoli pazienti e delle famiglie.

Ageop Ricerca è una Odv con sede nel reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico di Sant’Orsola a Bologna. Attiva dal 1982, l’associazione ha sviluppato un forte radicamento sul territorio e, quale membro di FIAGOP, AIEOP e ICCCPO, è riconosciuta come una delle maggiori Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica nazionali. Ageop Ricerca nasce a Bologna per volere di un gruppo di genitori di bambini ammalati di tumore, con l’obiettivo di offrire sostegno ad altre famiglie per affrontare le difficoltà di ordine personale, economico e logistico che possono presentarsi nel corso della malattia dei loro figli e offrire ai bambini e ai ragazzi attività ludiche e didattiche per migliorare la qualità della loro vita. Da allora, Ageop Ricerca si impegna e progetta per curare, assistere e accogliere i bambini malati di tumore e le loro famiglie grazie all’inestimabile apporto dei volontari. Contribuisce alla ricerca scientifica nella lotta al cancro infantile e alla diffusione di una buona cultura sanitaria. Ageop Ricerca ha da sempre lavorato a favore della Sanità pubblica, sostenendo la realizzazione dell’Oncologia Pediatrica del Policlinico S. Orsola di Bologna, progettando e realizzando nel 2006 un reparto all’avanguardia e a misura di bambino. Poi ha allargato il proprio orizzonte d’azione dando una forte impronta al miglioramento dell’offerta sanitaria dell’Unità Operativa di OEP, della formazione del personale sanitario, dei servizi di accoglienza integrata e dei percorsi del dopo-malattia. 

Il finanziamento ottenuto dalla banca si inserisce all’interno dell’offerta di Impact Financing di UniCredit Social Impact Banking, che sostiene tutte le imprese profit e non profit, con evidenti intenti sociali addizionali e misurabili, nei settori sanità e assistenza sociale, educazione e formazione, recupero delle periferie e beni o aree restituite al territorio, alloggio sociale e tutela e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, del turismo e dell’agricoltura sociale e a tutto ciò che favorisca l’inserimento lavorativo di categorie svantaggiate. L’offerta propone finanziamenti agevolati e la possibilità per le imprese eleggibili di beneficiare di un “Pay for Success” (sconto di interesse o riconoscimento di una donazione aggiuntiva), al raggiungimento dei risultati sociali dichiarati e di ricevere l’accompagnamento a cura dei volontari di UniGens.

 “E’ davvero una grande soddisfazione sapere di avere UniCredit al nostro fianco. Non solo per il prestigio di cui gode l’Istituto di credito, ma anche per il riconoscimento attribuito all’impegno e alla qualità del nostro progetto di accoglienza. Il nostro obiettivo è rendere concreto, per ogni bambina, bambino e adolescente ammalato di cancro, il diritto alla cura migliore e  la prospettiva di un futuro sereno, senza malattia. La nostra mission è prenderci cura di ogni minore di età come persona unica e irripetibile, garantendo a tutti un buon tempo di vita. In ogni momento, ovunque, adesso e in futuro. Sappiamo che ciò è realizzabile solo con il sostegno e la forza di azioni congiunte, come questa”. Così commenta Carla Tiengo, presidente di Ageop Ricerca ODV, che conclude: “Assicurare una casa ai bambini e alle loro famiglie, una casa in cui si sentano accolti e sostenuti, significa assumersi la responsabilità di ‘esserci’ sempre, come una famiglia sui cui poter contare. Ma significa anche sentirsi impegnati nella costruzione di una società solidale e inclusiva e nella diffusione di una nuova cultura della solidarietà. E siamo orgogliosi del sostegno che UniCredit ha voluto assicurare alla nostra causa.”

“Siamo orgogliosi – sottolinea Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit – di sostenere una realtà d’eccellenza come Ageop, che da 39 anni si impegna a fornire un servizio capace di assicurare un sostegno concreto ai piccoli pazienti oncologici e alle loro famiglie, migliorando la qualità della loro vita nel complesso percorso di cura. Questa operazione di finanziamento conferma quindi l’attenzione di UniCredit ai territori e alle loro comunità attraverso un’offerta dedicata, che sostiene le aziende profit e non profit attive nei servizi alle persone.  In un momento in cui il Terzo Settore, pilastro del welfare del Paese, è messo in difficoltà dagli impatti della pandemia, assume ancora più valore la sinergia tra questa storica organizzazione di volontariato bolognese, l’Area Retail e il Business Center Bologna; e la nostra struttura Social Impact Banking. Grazie a quest’ultima portiamo avanti un programma volto a supportare iniziative capaci di generare un impatto sociale positivo per le comunità. E’ così che lavoriamo anche per rispondere a bisogni sociali concreti e ci impegniamo per essere parte della soluzione”.