Maggio 6, 2021

THE BRITISH VIRGIN ISLANDS: LA QUARANTENA DI SOLE 24 ORE È POSSIBILE GRAZIE ALL’AGGIORNAMENTO DEL PROTOCOLLO DI INGRESSO

I visitatori completamente vaccinati saranno liberi di circolare dopo aver effettuato un  test all’arrivo, che dovrà risultare negativo al COVID-19 Milano-  A partire dal 15 maggio 2021, i passeggeri completamente vaccinati in arrivo alle Isole Vergini britanniche saranno liberi di circolare nella destinazione dopo aver presentato un risultato negativo del test di arrivo (giorno 0). La notizia è stata annunciata venerdì 23 aprile dal ministro della Salute e dello sviluppo sociale, onorevole Carvin Malone.Il ministro ha confermato che le persone completamente vaccinate che arrivano dall’estero, saranno tenute a fare un test PCR entro cinque giorni dal viaggio, fornire la prova della vaccinazione completa e fare un test PCR all’arrivo (giorno 0). Una volta ottenuto un risultato negativo del test, saranno liberi di godersi la loro vacanza in tutto il territorio. Ciò significa che potranno evitare i quattro giorni di quarantena ancora necessari per i passeggeri in arrivo che non sono stati completamente vaccinati.

Il direttore del turismo Clive McCoy, commentando la notizia, ha dichiarato: “Questa è un’ottima notizia, poiché più ospiti stanno arrivando completamente vaccinati e molti nel nostro settore hanno aderito alla campagna vaccinale a sostegno della ripresa economica. Le BVI vantano un invidiabile primato di salute e sicurezza conseguito durante la pandemia e hanno proseguito con la strategia di graduale riapertura sulla base delle condizioni internazionali e della situazione locale. Qualsiasi progresso in questa direzione è di buon auspicio per il turismo e per l’economia, e questo è un passo molto significativo “.Secondo questo protocollo aggiornato una persona è considerata completamente vaccinata contro COVID-19 due settimane dopo aver ricevuto entrambe le dosi di un vaccino a doppia somministrazione approvato, come il vaccino AstraZeneca, Moderna o Pfizer o con una sola dose di un vaccino monodose, come Johnson & Johnson. Intanto il ministero della Salute prosegue nel suo impegno per vaccinare fino al 70% della popolazione residente, vaccinando finora oltre 9.000 persone.