13 Giugno 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

L’Associazione Internazionale Alpine Pearls si aggiudica il Premio Nazionale “Go Slow”


Al secondo posto Ceresole Reale con il progetto “Ceresole Reale Turismo Slow”

Alpine Pearls, un’associazione internazionale di comuni alpini impegnati nello sviluppo di offerte turistiche a basso impatto ambientale, si è aggiudicata il primo posto nell’ottava edizione del Premio nazionale “Go Slow”.

Istituito nel 2007 su iniziativa dell’Associazione Go Slow Social Club e sostenuto da Co.Mo.Do.,

il Premio è il primo e più autorevole riconoscimento italiano per le realtà che si distinguono per visione e qualità progettuale nel traghettare i territori verso forme di mobilità più intelligenti, più innovative, più sostenibili e più confortevoli per le comunità locali e i viaggiatori.

Ausstieg an der Ankogelbahn

Con questo importante riconoscimento, una giuria di professionisti selezionata da SIMTUR, dalla Cooperazione della Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.) e da Go Slow Social Club ha voluto premiare la visione e i risultati di Alpine Pearls, che da quindici anni coinvolge alcune tra le più incantevoli località dell’arco alpino, dalle Alpi Marittime alla Slovenia, in progetti di turismo «lento» incentrati sulla valorizzazione delle risorse paesaggistiche, enogastronomiche e culturali locali.

Fin dalla sua fondazione, Alpine Pearls è sinonimo di vacanze senz’auto e senza stress, un binomio perfettamente riuscito grazie alla valorizzazione delle reti di trasporto pubblico e ausiliario, alla promozione delle infrastrutture ciclopedonali e a soluzioni innovative di mobilità green. Già titolare di numerosi premi internazionali, Alpine Pearls continua a sedurre una nicchia crescente di estimatori in cerca di una vacanza rilassante e insieme consapevole, a stretto contatto con la natura.

Bahnhof

Il presidente Peter Brandauer, tra i fondatori della rete e sindaco storico della Perla di Werfenweng (Austria), ha commentato questo risultato con soddisfazione: «si tratta di un traguardo importante che conferma i nostri sforzi e ci stimola a lavorare meglio e di più, coinvolgendo sempre più amministrazioni che credono nel valore di un turismo a misura d’uomo e dell’ambiente».

Scrive l’architetto Alessio Scarale, membro della giuria tecnica del Go SLow8 “Alpine Pearls è un progetto ampio, di rete, completo, un modello da  poter esportare decisamente in altri contesti- sospinto dalla volontà di affermare un reale principio di sostenibilità e capace di innescare quei processi virtuosi di rivitalizzazione per l’intero tessuto circostante.
La realizzazione si è dimostrata in grado di definire efficacemente un nuovo assetto per la mobilità delle aree coinvolte in chiave sostenibile, coerentemente con il contesto ambientale di riferimento dell’arco alpino, e di stabilire un nuovo ordine fra le singole componenti, mettendole in connessione tra loro e facendole dialogare all’interno di un unico sistema, sfruttando proprio il ruolo-chiave del filo conduttore, che sta alla base del progetto, come elemento di collegamento fisico e di unione concettuale tra le diverse parti”.

Bahnhof

Al secondo posto si è classificata proprio una delle località aderenti al network alpino, la Perla di Ceresole Reale (TO), con il progetto «Ceresole Reale Turismo Slow».

Si tratta di un’articolata serie di iniziative volte a valorizzare un paesaggio ricco di storia e caratterizzato da vette, prati, bacini d’alta quota e dalla straordinaria strada che si inerpica fino ai 2600 mt del Colle del Nivolet. Approntato con il contributo di Turismo Torino e Provincia, il progetto mira a incentivare forme di mobilità sostenibile a trecentossessanta gradi: dalle navette gratuite per salire al Nivolet al servizio di consegna e ritiro delle e-bike presso gli alberghi, dall’abbattimento delle barriere architettoniche sull’intero perimetro del lago all’acquisto di un minibus elettrico per residenti e turisti. Il consigliere comunale Matteo Circio si augura che anche questo importante riconoscimento contribuisca a far apprezzare meglio il territorio di Ceresole Reale e ad attirare un turismo consapevole e affezionato.



Date le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, la cerimonia di premiazione del “Go Slow” 2020 non potrà svolgersi a Roma presso la prestigiosa sede nazionale di ENIT, come originariamente annunciato, ma  sulla piattaforma SIMTURLIVE dopo il Convegno “Piccole Patrie”, nella giornata di sabato 12 dicembre dalle ore 10.00 alle ore 13.30. Presenti, con la moderazione della giornalista Ornella D’Alessio, il Presidente di ENIT Giorgio Palmucci e i Presidenti del Comitato scientifico del Premio: Federico Massimo CeschinDebora SannaPaolo Capocci e gli architetti Alessio Scarale e Roberto Maddalena, in rappresentanza della Giuria dell’ottava edizione del Premio.

Seestimmung am Hotel-Café “Ronacherfels”