20 Maggio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

Giosef, “Molto più di un’utopia” è il nuovo singolo. La nostra intervista

Molto Più Di Un’Utopia è il nuovo singolo del cantautore Giosef che segue l’ottimo riscontro dei precedenti Viola e Una Rosa Bianca all’interno del percorso del disco La Rinascita Del Viola.

Il brano è stato scritto e composto da Giosef, arrangiato, mixato e masterizzato da Marco Giorgi (YourvoiceRecords) con la partecipazione di Andrea Giovagnoli alle chitarre.

Zarabazà ha avuto l’occasione di intervistare in esclusiva Giosef, che ci ha raccontato qualcosa in più sul brano e sulla sua carriera.

Ciao Giosef, piacere di conoscerti. Parlaci del tuo ultimo singolo, “Molto più di un’utopia”. Di cosa parla questo brano?

Piacere mio, vi ringrazio per l’ospitalità. Il mio ultimo brano parla d’amore, quell’amore consapevole verso sé stessi, quello presente già dalla nostra nascita, quella gioia, quella vitalità che crescendo un po’ si perde per strada, perché non ce la ricordiamo distratti dalla società e dagli impegni giornalieri. 

Qual è il tuo brano al quale sei più legato e perché?

Più che ad un brano sono legato ai miei due dischi, perché fanno parte di un percorso di vita vissuta, un qualcosa a cui oggi dico grazie perché mi ha sicuramente reso più consapevole e fiducioso.

Quali sono gli artisti che ascolti più frequentemente?

Uno su tutti e non smetto mai di dirlo Niccoló Fabi, per la sua intimità, la sua autenticità, la sua poesia… Lo definisco il mio guru musicale, poi naturalmente ascolto un po’ di tutto, diciamo che sono nato con la musica dei cantautori anni ‘ 80 e ’90, da Dalla a Degregori, da Battisti a Concato… La scuola dei grandi cantautori insomma.

Un tuo pregio e un tuo difetto.

Un mio pregio è la determinazione, la testardaggine. In qualche modo non mi arrendo mai, cerco sempre di alzare le maniche e uscire dal momento difficoltoso cercando sempre il lato costruttivo della difficoltà. Un difetto, beh… Sono tanti! Alcune volte pecco di poca stima e troppa umiltà che in alcune esperienze ha poca utilità.

Come hai iniziato a fare musica?

La passione c’è da sempre, ma se devo trovare un momento, un aneddoto, posso dire con un regalo di mio papà, che mi regaló quattro lezioni di canto. Da quel momento non ho più smesso ed è stato sempre un crescendo che mi porta oggi a presentare un nuovo singolo del mio secondo progetto cantautorale.

Il tuo singolo precedente si intitola “Una Rosa Bianca”. Come è nato questo brano?

Come detto prima io non mi arrendo e cerco sempre di trovare il lato costruttivo della difficoltà. Una rosa bianca è quell’intuizione quella determinazione, quella fiducia che ti fa muovere verso la “luce” e trovare la serenità.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?
Tutto quest’anno e gran parte de 2021 mi vedrà impegnato con il progetto la “Rinascita del Viola” di cui fanno parte gli ultimi tre miei singoli, poi qualcosa è già nella testa, nelle idee, vedremo.

Qual è una cosa che non hai mai avuto occasione di dire nelle interviste e che vorresti far sapere ai nostri lettori?

Appena avrete l’occasione ascoltate “La rinascita del Viola”: vi condurrà in un bel percorso che vi stimolerà a dare il meglio di voi. Quando? Da dicembre su tutti i digital store!

Segui Giosef sui suoi canali social:

Instagram
Facebook
YouTube