22 Luglio 2024

Zarabazà

Solo buone notizie

La Barbie “filatelica” a Trieste

Nell’immaginario collettivo Barbie rappresenta un’icona che si rinnova da 65 anni.Barbie nasce da un’idea di Ruth Handler nel 1959, ispiratasi alla figlia Barbara.
La Handler ebbe l’intuizione di sviluppare una bambola che si ispirasse agli adulti, poiché la figlia giocando con bambole di carta tendeva ad assegnare ruoli da adulti a quest’ultime. Propose a suo marito cofondatore della Mattel di assecondare la sua idea e così Barbie fece il suo debutto sugli scaffali registrando nel primo anno vendite per 350.000 esemplari. Divenuta un’icona in tutto il mondo, Barbie ha assunto nell’ultimo periodo sempre più il ruolo di rappresentate dell’emancipazione femminile diventandone il simbolo.

Barbie e la filatelia

Presso Spazio Filatelia di Poste Italiane in Via Galatti 7/D a Trieste è possibile ora visitare una piccola esposizione di Barbie allestita in occasione dell’iniziativa filatelica che celebra la bambola più famosa e amata con un folder dedicato.

Per gli appassionati si tratta di un’occasione unica: la linea filatelica si compone di un folder contenente la nuovissima cartolina lenticolare affrancata e bollata, novità per il mercato, un folder di erinnofili, una cartolina puzzle, un kit di dieci cartoline e un kit di dieci buste da spedizione. Ciascun pezzo è caratterizzato dall’inconfondibile stile vintage e dalle scritte iconiche che da sempre appassionano i collezionisti.

Il “tocco” artistico di Noemi Israel

Noemi Israel

Noemi Israel (autrice di racconti e commedie teatrali è una scrittrice che utilizza principalmente l’ironia come ingrediente dei suoi libri) è una collezionista che ha già in passato esposto i propri tesori presso il Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa, ha voluto che al folder esposto presso lo spazio filatelia di Via Galatti fossero accostate le Barbie che in esso sono raffigurate rendendo l’iniziativa certamente unica. Già in passato, infatti, Noemi ha contribuito con grande generosità all’allestimento della mostra “I francobolli raccontano i 60 anni di Barbie” realizzando una Barbie Postina, donata al Museo, grazie ad un bozzetto originale risalente al 1916 che le ha permesso di cucire un’uniforme perfettamente fedele all’originale.

Possiedo delle Superstar rare – confessa emozionata la collezionista mentre posiziona le sue Barbie accanto al folder che le ritrae – perché ho cercato e trovato anche quelle che non sono state distribuite in Italia. Rendere omaggio a Barbie in occasione del 65° anno dalla sua nascita contribuisce a rendere la bambola ancora più iconica.”

Sarà possibile visitare lo spazio filatelia di Via Galatti dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 15.30 e l’ultimo sabato del mese dalle 8.20 alle 12.35 e a tutti gli amanti dell’iconica bambola si ricorda che la linea Barbie sarà in vendita negli Spazio Filatelia, negli Uffici Postali con Sportello Filatelico di tutta Italia, oltre che online sul sito web dedicato di Poste Italiane https://filatelia.poste.it/index.html.

Perché, in fin dei conti, si è bambini tutta la vita ed i sogni restano sempre un elemento del nostro quotidiano. Barbie è, nella sua perfezione, un simbolo di questi sogni.